Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

21.9.1973, nave Pietro De Cristofaro

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra


La corvetta Pietro De Cristoforo è stata una unità della Marina Militare che  fu impiegata per il controllo della vigilanza della pesca nel Canale di Sicilia.

 

Il 21 settembre 1973 la nave fu colpita da attacchi da parte di forze aeree libiche e più precisamente alle ore 14.20 da parte di un Mirage. Si riscontrarono danni di modesta entità e feriti lievi (il marinaio Luigi Fiorbello e il sergente Nicola Garofalo); un secondo attacco fu sferrato alle ore 16.50 da due Mirage che provocarono il ferimento del marinaio Domenico Di Giorgio e del silurista Giuseppe Ornato di guardia alle protezioni antiaeree colpito in maniera grave dalle schegge di lamiere. 

Il giorno successivo furono mandate in soccorso, dal comando di Marisicilia, due unità navali (Geniere e Todaro) per vigilare sull’accaduto e scortare nave De Cristoforo in porto ad Augusta.
La corvetta De Cristofaro venne mitragliata a 33 miglia dalla costa libica, e quindi in acque internazionali. Il premier libico dell’epoca Jalloud espresse rammarico per l’accaduto.
La nave era al comando del Capitano di corvetta Barbalonga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *