Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

14.8.2018, Angelo Angelini

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

DEDICA AD UN AMICO PATERNO CHE SORRIDEVA SEMPRE ALLA VITA.

LA VITA SA ESSERE UNA MERDA, MA E’ ANCHE IN GRADO DI REGALARTI UN SORRISO ATTRAVERSO UNA PICCOLA GIOIA, LOTTIAMO PER QUESTA VITA.

Carissimo e stimatissimo “Gino”, nel tuo passaggio terreno ci hai insegnato che la difficoltà non è vivere ma partecipare decorosamente, perché la vita non ha un significato suo, siamo noi che glielo attribuiamo. Cercare le stelle, sopra mari di inafferrabile essenzialità, non significa rincorrere silenzi che non fanno rumore, ma dipingere pensieri di tutto ciò che vogliamo per danzare sopra di esse.
Per quanto grandi possano essere le stelle e per quanto insignificanti possiamo essere noi a loro confronto, se non ci fosse qualcuno ad ammirarle, la loro esistenza non avrebbe senso. Il cuore sta sempre dalla stessa parte, lo si comprende meglio quando si cresce, e anche se i nostri occhi sono abituati ad osservare la luce fioca delle candele, condannati a vivere in mille posti diversi, senza domiciliare in  nessun luogo, le stelle del firmamento ci aiutano ad orientarci in quest’affollatissima galassia di passaggio della nostra labile esistenza. Ciao Gino, voglio aggiungere qualcosa:
L’Amicizia è un sentimento strano. C’è senza esistere, si nutre di stati d’animo di ogni tipo, non segue vie logiche o prevedibili.
A volte provoca dolore, lacrime e sofferenza.
L’Amicizia, quella vera, è un sentimento nobile perché immune da calcoli di convenienza economica o di altro tipo.
È trasversale all’età, come la nostra, perché vive e cresce nel tempo.
È uno dei pilastri del mondo anche se, a volte, sembra fragile e indifesa, anche se c’è una cosa che vorrei dire sull’amicizia: non c’è amore se non c’è amicizia”
.
Tu adesso ascolta il palpito del cuore misericordioso di Dio, goditi la Luce del suo volto, riposa in pace fra i Suoi flutti e veglia da lassù su di noi come hai paternamente vegliato sui tuoi ragazzi in questa vita terrena.
La Stella Maris, che celebriamo, ti prenda per mano e ti accompagni alla Sua presenza.

Dalla Regia Marina alla Decima MAS è il 31° documentario in DVD della serie WWII, prodotto dalla Ronin Film Production, che narra la storia del marinaio Angelo Angelini (classe 1921), della sua esperienza durante il Secondo Conflitto Mondiale quando era imbarcato sul regio incrociatore Alberto di Giussano.


La video testimonianza parla anche della regia torpediniera Cigno e raccoglie una eccezionale testimonianza di un giovane Ufficiale di Marina, Alessio Olsoufieff(*), cognato del principe  Valerio Borghese.
A poca distanza da Capo Bon le unità della Regia Marina vengono attaccati ed affondati. Angelini è tra i superstiti mentre Olsoufieff perì tragicamente unitamente ad altri 763 uomini.
In seguito Angelini si salva anche dall’attacco di una squadriglia di aerei inglesi che sparano sui naufraghi, uccidendone molti…
Rimpatriato, Angelo chiede di essere inviato a Pola dove c’è una fanciulla che lo attende.

Dopo l’Armistizio dell’8 settembre 1943, in quelle zone la situazione degenera e Angelo decide di aderire alla Decima MAS per combattere contro i partigiani di Tito, che stanno compiendo uccisioni indiscriminate, ma non dimentica il suo Ufficiale Alessio Olsoufieff.
Per una serie di coincidenze, grazie all’aiuto di amici, Angelo Angelini  si incontra, dopo tantissimi anni, con il figlio del suo carissimo ufficiale, Paolo Olsoufieff che, nei contenuti extra del DVD, rilascia al regista Claudio Costa, preziose testimonianze storiche.
Per quanto precede, se ne consiglia vivamente la visione per comprendere il periodo storico di cui si parla e, soprattutto, per le interessanti testimonianze di Paolo Olsoufieff profondo conoscitore della storia della ex Russia.

Titolo: Dalla Regia Marina alla Decima MAS
Ideato e prodotto da Lorenzo Ruffini
Regia: Claudio Costa
Musiche: Fabiano Pellini
Illustrazioni: Francesca Romana Brogani
Consulenza fotografica: Pancrazio “Ezio” Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)
Formato: DVD 
Durata: 45’
Contenuti extra: scene inedite 16’
Per gli appassionati della storia, si consiglia la consultazione del sito www.roninfilmproduction.com

(*) Il Tenente di Vascello Alessio Olsoufieff è nato a Firenze il 26/08/1913. Da Sottotenente di vascello era imbarcato sul regio incrociatore Montecuccoli.
Nel tragico affondamento della regia nave Di Giussano i caduti furono  273, di cui 245 dispersi e 28 morti e di cui solo di uno si conosce che è stato sepolto prima a Lampedusa e successivamente, su probabile richiesta della famiglia è stato traslato, nel cimitero comunale di Castellammare del Golfo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *