Marinai,  Marinai di una volta,  Racconti,  Recensioni

25.5.2009, Ugo Masetti

di Gianfranco Iannetta

…e Franco Papili, due ammiragli due signori del mare

…ricevo e con infinito ed immenso orgoglio pubblico in questa data odierna densa di commozione.
P.s. gli equipaggi non dimenticano i loro uomini migliori e peggiori!
Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Ciao Ezio,
mi permetto di inviarti un breve scritto, nel quale ricordo due uomini di mare: Ammiraglio Ugo Masetti e Ammiraglio Franco Papili.
Il suddetto te l’ho invio, perché da parte mia c’è l’intenzione, sempre se tu lo ritieni opportuno, di pubblicarlo sulla “voce del marinaio”.
Ovviamente se tu lo ritieni opportuno, puoi apportare le necessarie modifiche, inoltre potrei inviarti anche delle foto relative agli stessi.
Nel salutarti cordialmente, di seguito il testo da me elaborato:
Permettetemi di spendere due parole per ricordare due Marinai, due Uomini che, ho avuto l’onore e soprattutto la fortuna di conoscere prima in servizio ed in seguito, per motivi legati alla mia destinazione, stando in congedo. Sono l’Ammiraglio Ugo Masetti e l’Ammiraglio Franco Papili, che in occasione della loro ultima navigazione (Amm. Papili 28 agosto 2009 – Amm. Masetti 25 maggio 2009) che, con questo breve scritto, voglio ricordare e celebrare con i lettori nella “banca della memoria”.
Due Grandi che, anche se anagraficamente di diversa generazione (Masetti cl. 1918 e Papili cl. 1929), sono stati legati dalla stessa passione: la Marina Militare.

Anche se caratterialmente diversi, erano i primi a non risparmiarsi per il bene supremo comune di servire la Patria, in simbiosi e stretta relazione con i rispettivi equipaggi, dai quali ottenevano sempre il massimo.
Nella loro lunga e brillante barriera, si sono incrociati varie volte, ma ricordo bene, e loro ne parlavano volentieri, del periodo svolto a bordo del vecchio Incrociatore Garibaldi, sul quale il buon Masetti era il 2^ e Papili 1°Dt. (inizi anni 60).

Chiudo questo breve ricordo, con la speranza di aver fatto cosa piacevole, in ricordo di due Grandi Marinai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *