Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Racconti,  Recensioni,  Storia,  Un mare di amici

23.4.1945, Leandro Melli, mio zio

di Leandro Melli

(La Spezia, 3.8.1920 – Berlino, 23.4.1945)

…riceviamo e con immensa commozione pubblichiamo

Lenadro Melli, mio zio marinaio, venne fatto prigioniero dai tedeschi a Sebenica,Yugoslavia, dopo l’8 settembre 1943.
Tradito dai Savoia, si rifiutò di tradire la Patria e non volle aderire alla pseudo repubblica di Salò e venne internato in un campo di concentramento a Berlino.
I suoi ultimi giorni ci vennero raccontati da un superstite rientrato a La Spezia.
Durante uno degli ultimi bombardamenti dei sovietici uscì allo scoperto per soccorrere un compagno ferito.
 Una granata li colpì entrambi nuovamente uccidendoli entrambi.
Un eroe o un marinaio che ha fatto il suo dovere fino in fondo , come lui chissà quanti altri giacciono nell’ombra ma vivono sempre nei nostri cuori.
Ora riposa in una fossa comune e il suo nome è scolpito in una lapide dell’Ospedale Oskar Ziethen a Berlino Lichtenberg.

Leandro Melli

La Spezia 03/08/1920

Berlino 23/04/1945

Mio zio, un nostro eroe.

Grazie Ezio.
Grazie della opportunità che mi hai dato per ravvivare quella fiammella che si stava affievolendo. Il fratello, mio padre, ha ormai 93 anni e il grande rammarico di non avere avuto mai una tomba dove piangere il fratello. Solo qualche anno addietro, tramite Onorcaduti e la nostra ambasciata all’allora Berlino Est, siamo riusciti a ricostruire gli eventi.

Per quanto riguarda mio padre, classe 1924, ci sarebbe sa scrivere un libro anche per lui…
L’armistizio lo sorprese distaccato a Venezia, in gruppo si  unirono, dopo poco tempo, alla Brigata partigiana Garibaldi e combatterono i nazi-fascisti sul nostro appennino ligure. Ma lui ce l’ha fatta e ci ha potuto raccontare tutto.
Grazie Ezio,
La fratellanza è degli uomini di mare, sappiamo cosa vuol dire la parola condividere e gli affetti sacrificati sull’altare della Patria e dell’Onore. Nei secoli fedele.
Ezio, ho sentito la mancanza delle tue perle proprio nei giorni che ricorrevano la perdita del mio povero zio marò Leandro Melli. Per il fratello ancora in vita, mio padre, ex marinaio anche lui, puoi per caso ricordarlo? Perdonami.
Tuo amico, Leandro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *