Attualità,  Racconti,  Recensioni,  Un mare di amici

L’angolino del nonno

di Giovanni Presutti (*)

Antico giovanetto, classe 1899.
Quasi sbarbatello, eri al fronte nella prima guerra mondiale. Ora, sulle spalle le troppe primavere, siedi accanto al fuoco col gatto raggomitolato ai tuoi piedi.
In solitudine, t’abbandoni ai ricordi. Nelle orecchie hai ancora il crepitio della mitraglia e il sibilo delle pallottole.
Tante volte, ad un accenno sulla tua guerra, prendi il largo facilmente, ritrovi il vigore dei vent’anni e idealmente la ricombatti un’altra volta.
Spesso l’hai raccontato ai tuoi nipoti. Anch’essi continueranno a descriverla quando tu non potrai più farlo.
Ignorati i calendari di troppo, risvegli il giovincello che ancora alberga in te, ma i tuoi passi non sono più lesti. Complice il bel calduccio, t’abbandoni tra le braccia di Morfeo che, con i suoi papaveri, sfiora le tue palpebre donandoti realistiche illusioni.
Ti scuote leggermente una mano, sobbalzi:
– “cos’è, la cartolina precetto?”
– “Ma quale cartolina, nonno! …a tavola è pronto.”

(*) Per conoscere gli altri scritti dell’autore digita, sul motore di ricerca del blog, il suo nome e cognome.

Un commento

  • giovanni presutti

    Grazie carissimo Ezio Vinciguerra. Te ne sono molto grato. Un abbraccio grandissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *