Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

16.11.1943, in ricordo di Eugenio Avalos

di Antonio Cimmino

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

16 novembre 1943 in ricordo di Eugenio Avalos e gli Eroi dimenticati dell’isola di Lero.

antonio-cimmino-per-www-lavocedelmarinaio-com_1Sottocapo radiotelegrafista imbarcato sul regio cacciatorpediniere Procione, fu destinato, dopo l’armistizio, quando l’isola era ancora occupata da forze tedesche, nell’isola di Lero quale responsabile di stazione.

regia-nave-procione-www-lavocedelmarinaio-com

In servizio ricevette un Encomio Solenne con la seguente motivazione:
“Imbarcato su torpediniera di scorta a convoglio, colpita da aereo che provocava incendi ed avarie, rimaneva al suo posto, partecipando alle operazioni per salvare la nave, rimanendo al suo posto finché il comandante non ne ordinava l’abbandono pochi istanti prima dell’affondamento” (Mediterraneo Orientale notte 4 settembre 1942).
Per le sue qualità militari ricevette la Croce di Guerra con la seguente motivazione:
mappa-dellisola-di-lero-www-lavocedelmarinaio-comQuale responsabile di stazione R.T. a Lero, conservava un apparecchio da campo con il quale riusciva a trasmettere, clandestinamente, importanti notizie, dimostrando serenità ed elevato sentimento del dovere” (Lero, 16.11.1943).
Encomio Solenne con la seguente motivazione:
“Operatore di Stazione della Marina dislocata in isola oltremare caduta sotto controllo nemico, riusciva a mezzo di apparato ausiliario occultato, a mantenere per circa un mese il contatto radiotelegrafico col Comitato operativo del settore, recando valido ausilio informativo alle operazioni” (9 settembre – 16 novembre 1943).

avalos-eugenio-www-lavocedelmarinaio-com

AVVISO AI NAVIGANTI
Cerchiamo ulteriori notizie e foto di Eugenio Avalos per inserirlo nella banca della memoria di internet.

Un commento

  • Ruocco Bruno

    La foto ritrae il POLLUCE PC, torpediniera classe Spica. Il PROCIONE PR, classe Orsa, era un avviso scorta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *