Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Recensioni,  Storia

14 novembre 1917, in ricordo di Raffaele Damato

di Antonio Cimmino

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

antonio-cimmino-per-www-lavocedelmarinaio-com_1Il Sottocapo cannoniere della Brigata Marina Raffaele Damato nasce a Barletta il 18.1.1880. Si arruola nella Regia Marina e nel 1901 è destinato in Cina per reprimere la “Rivolta dei Boxers”, una società segreta cinese (pugni di giustizia e concordia) sorta contro gli stranieri a seguito della cosiddetta “Guerra dell’oppio”. La società nacque e si sviluppò rapidamente nel 1898 con massacri di stranieri e cristiani cinesi e attacchi alle legazioni straniere a Pechino (Giappone, Gran Bretagna, Russia, U.S.A., Francia, Italia e Germania). Queste nazioni inviarono flotta e truppe per la repressione.
Raffaele Damato muore il 14.11.1917 a Venezia.

raffaele-damato-secondo-a-destra-e-alcuni-marinai-a-tiensin-www-lavocedelmarinaio-comRaffaele Damato (secondo a destra) e alcuni Marinai a Tiensin

Il Battello su cui era imbarcato Raffaele Damato respinse un attacco di alcuni barconi armati austriaci, affondandone uno e mettendo in fuga gli altri.
Il Sottocapo in quell’occasione venne ferito gravemente. Portato all’ospedale muore il giorno dopo.
Fu decorato con Medaglia di Bronzo al Valor Militare con la seguente motivazione:
Volontariamente offertosi a seguire la compagnia in linea, poi volontario in servizio di pattuglia, scovati gruppi nemici li fugava e li inseguiva rimanendo gravemente ferito. Bello esempio di audacia e fermezza d’animo” (Fornaci di Brazza – Cortellazzo – Basso Sile, 14 novembre 1917).

raffaele-damato-www-lavocedelmarinaio-com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *