Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Poesie,  Recensioni,  Un mare di amici

Autunno nel borgo di Enzo Arena

Autunno nel borgo
Enzo Arena

Una luce si accende a metà,
una foglia si stacca dal ramo;
c’è un pittore che attenua i colori,
c’è una nonna al telaio, al ricamo.

Una nuvola nera minaccia,
sento un tuono lontano e il fragore.
Laggiù il mare diventa nervoso,
qui la gente comincia a scappare.

Malinconico osservo il tramonto,
mentre fredda la pioggia mi bagna.
C’è un gattino che cerca riparo
e tremante il giaciglio guadagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *