Attualità,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

24.10.1940, affonda la regia nave Giasone I

di Carlo Di Nitto

Unità posacavi e salvataggio, dislocamento 1588 tonnellate. Costruita nei Cantieri Breda di Porto Marghera fu varata nel 1929 ed entrò in servizio nel 1930.
Il mattino del 24 ottobre 1940 era partita da Trapani diretta a Pantelleria dove doveva sbarcare materiale di artiglieria. Verso le ore 16, trovandosi a nord dell’isola, scarrocciò a causa di forte corrente, entrò in un campo minato ed affondò per urto contro una torpedine.
Non tutti sanno che, la notte dell’11 giugno 1940, questa Unità compì la prima azione di guerra sul mare della Regia Marina recidendo quattro dei sette cavi sottomarini che collegavano Londra alle sue basi mediterranee.

Il mattino del 24 ottobre 1940 era partita da Trapani diretta a Pantelleria per sbarcare materiale di artiglieria. Verso le ore 16, trovandosi a nord dell’isola, scarrocciò a causa di forte corrente, entrò in un campo minato ed affondò per urto contro una torpedine.
Nell’affondamento andarono dispersi due suoi Marinai.
E’ interessante sapere che nel 1940, fu subito impostata una seconda nave “Giasone”. Costruita sugli stessi piani della prima per rimpiazzarla, entrò in servizio il 28/8/1941. Era pressoché identica alla prima e si distingueva da questa per la posizione degli occhi di cubia, dove scorrono le catene delle ancore, e per il diverso numero degli oblò, posizionati diversamente a prua. All’armistizio fu catturata a Genova dai tedeschi; affondò, probabilmente nel mese di agosto 1944, nel porto di Marsiglia dove fu ritrovata alla fine della Guerra.
ONORE AI CADUTI !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *