Attualità,  Che cos'è la Marina Militare?,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

22.10.1928, l’incendio sul regio sommergibile H2

a cura Antonio Cimmino

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

A Francesco Paolo Di Somma, Stefano Farina e Donato Ceci.

2capo-francesco-paolo-di-somma-sommegibile-h2-www-lavocedelmarinaio-comFrancesco Paolo di Somma, marinaio di Castellammare di Stabia (Napoli), morì assieme ai colleghi Donato Ceci e Stefano Farina mentre tentavano di spegnere un incendio sviluppatosi in apparato motore del regio sommergibile H.2 ormeggiato nella base navale di Napoli. Era il 22 dicembre 1928…per non dimenticare, mai.

NON SIAMO IN POSSESSO DI FOTO E NOTIZIE DEI MARINAI DONATO CECI E STEFANO FARINA. AIUTATECI A NON DIMENTICARLI.

sommergibile-h2-www-lavocedelmarinaio-com

4 commenti

  • Stefano Farina

    Buongiorno,

    sono il nipote di Stefano Farina Capo Torpediniere perito nell’incendio ed esplosione del Sommergibile H2

    Ringrazio del ricordo di quell’infausto evento per il quale tre giovani vite furono spezzate nel tentativo di salvare l’unità.

    Comunque, per dover di cronaca, evidenzio che si trattava del Dicembre 1928 e non del 1920

    Distinti saluti
    Stefano Farina

  • Ezio Vinciguerra

    Buonasera signor Stefano Farina,
    onori al Capo torpediniere suo parente e a Lei che porta lo stesso nome e cognome.
    Ci scusiamo per il refuso.
    Speriamo di essere compresi e perdonati.
    Qualora gradisse farci pervenire un breve scritto, magari accompagnato da foto del suo parente,
    non esiteremo un istante a pubblicarlo.
    Un abbraccio grande come il mare e grande come il suo cuore misericordioso.
    eziovinciguerra@gmail.com

  • Stefano Farina

    Buonasera,

    Sarà piacere ed onore inviarle una foto di mio Nonno e qualche documento relativo alla tragedia del Sommergibile H2.

    Cordiali saluti
    Stefano Farina

  • Ezio Vinciguerra

    Buonasera Stefano,
    son molto piacere (per Lei c’è sempre una pagina da riempire).
    In trepidante attesa gradisca un abbraccio grande come il mare della
    Misericordia.
    Ezio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *