Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

10.10.1972, Alcide Baldi

di Antonio Cimmino

Nasce a Castellammare di Stabia il 3 ottobre 1907.
Ha raggiunto il grado di Ammiraglio di Squadra.
Sommergibilista, nel corso della sua lungimirante carriera, è stato imbarcato sui regi sommergibili Settembrini, Mameli, Vettor Pisani e Marcantonio Colonna e sulle navi Andrea Doria, Vespucci, Colombo, Italia Duca degli Abruzzi. Tra gli incarichi principali vanta l’assunzione di Capo di Stato Maggiore 2^ Divisione Navale, Capo Reparto Servizio Informazioni, Capo di stato Maggiore della Squadra Navale, Comando 3^ Divisione Navale, Comando di Marisicilia e Vic Presidente della Lega Navale Italiana.
Fu decorato Medaglia d’Argento al Valor Militare “sul campo” con la seguente motivazione:
Comandante di sommergibile, sosteneva stando in superficie in prossimità di base nemica, ripetuti combattimenti a distanza ravvicinata, contro unità cacciasommergibili, riuscendo sempre a fugare il nemico, colpendolo ripetutamente con le mitragliatrici.
Attaccava con siluro una sezione di cacciatorpediniere e, fatto segno a violenta caccia, riusciva abilmente a disimpegnarsi.
Successivamente effettuava altro attacco contro una nave cisterna che mandava a picco” (Mediterraneo Centrale, 13 luglio 1941).

Medaglia d’Argento al Valor Militare “sul campo” II concessione con la seguente motivazione:
Al comando di sommergibili, ha effettuato con tenace volontà, animo combattivo ed elevato spirito, più missioni lunghe e dure. Spesso in circostanze particolarmente ardue, ha tenuto con slancio l’agguato ed ha portato la minaccia con sereno coraggio anche dove era più forte la vigilanza nemica”.
(Luglio 1940 – luglio 1941).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *