5 commenti

  • Gruppo fb LA VOCE DEL MARINAIO

    Egidio Alberti ONORI AI 12 CADUTI MOLESI……RR.II.PP.
    Michele Ottolino Onori
    Ezio Vinciguerra ONORI

  • Claudio 53

    Il titolo del manifesto non appare corretto. Non è vero che i nominativi dei 12 molesi non è mensionato negli elenchi ufficiali. L’elenco ufficale è l’Albo d’Oro di ONORCADUTI ed i 12 molesi sono tutti presenti. Il problema è che quasi tutti i comuni presero in considerazione, purtroppo, solo i “residenti” e non i “nati”. Nell’Albo d’Oro i caduti nati a Mola di Bari risultano 180 di cui 135 risultano morti e 46 i dispersi. I caduti erano 153 del Regio Esercito e 27 della Regia Marina. Ben 49 sono deceduti per malattia. 7 sono morti a seguito di GAS asfissianti di cui ben 6 nel primo attacco sul fronte italiano con GAS da parte degli austro-ungarici su Monte San Michele il 26 giugno 1916. 12 dei caduti erano in prigionia. Non risultano molesi caduti nell’Albo d’Oro della Marina Mercantile nella Grande Guerra.
    Mola di Bari subì 3 bombardamenti aerei. In totale fu accertato il lancio di 20 bombe e ci furono 2 morti ed 8 feriti nella popolazione civile. Non furono segnalati danni per i beni immobili/mobili, mentre furono valutati in 140.000 lire i danni per le vittime civili.

  • Claudio 53

    A conferma di quanto scritto in precedenza, sulle due lapidi del Comune sono riportati 201 nominativi di cui alcuni sono nati in altre città ed altri non sono nell’elenco di ONORCADUTI o perché il cognome o nome sono errati (comunque non sono nati a Mola di Bari)oppure erano tra i “traditori” di Caporetto o tra i condannati o semplicemente saltati/dimenticati.

  • Nicola Aversa

    Per trovare i nomi dei 18 Caduti Molesi non onorati sulle Lapidi del Monumento ai Caduti di Mola di Bari in Piazza degli Eroi ci son voluti 3 anni di lavoro. Ho esaminato i cognomi di 620mila caduti italiani della Prima Guerra Mondiale. Non interessa chi si prenderà il merito. Interessa che la nuova lapide dopo 83 anni della posa della prima avrà i 18 nuovi cognomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *