Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Ubaldo Diciotti (23.12.1878 – 4.6.1963)

a cura Antonio Cimmino

Nasce a Lucca il 23.12.1878, Maggiore generale del Corpo delle Capitanerie di Porto fu insignito di Medaglia d’Argento al Valor Militare, due Croci al Merito di Guerra, Grande Ufficiale Ordine Corona d’Italia e Ordine dei santi Maurizio e Lazzaro, Commendatore dell’Ordine Coloniale della Stella d’Italia.
E’ deceduto il 4 giugno 1963.

Il 15 luglio 2013 presso i cantieri navali di Castellammare di Stabia è stato varato un pattugliatore in suo onore. Si riporta, di seguito, l’articolo del varo della nave, già pubblicato in data 6.5.2013.

… Sullo scalo di costruzione del cantiere navale di Castellammare di Stabia, si erge il secondo pattugliatore costruito per la Guardia Costiera. Il primo, Luigi Dattilo (CP 940) è stato varato nel mese di dicembre dello scorso anno. Queste unità di 3600 tonnellate di dislocamenti, lunghe 94 metri e larghe 16, possono navigare fino a 18 nodi. 35 nodi, invece,  è la velocità dei quattro gommini a chiglia rigida imbarcati. Il ponte di volo è in grado di ospitare elicotteri tipo AB12 o AW139. L’equipaggio ammonta a 38 uomini con possibilità di imbarcare altre 12 tecnici e 60 eventuali naufraghi. Le due unità sono state progettate per operare in condizioni di mare avverse per ricerche e prestare soccorso, nonché per compiti antinquinamento, antincendio e controllo dell’immigrazione clandestina. L’innovazione tecnologica riguarda anche l’apparato motore. Le navi posseggono motori ausiliari diesel-elettrici per le basse velocità che affiancano i quattro motori diesel Isotta Fraschini V176TMSD collegati, ciascuno, ad ognuna delle quattro eliche a passo variabile. Trasversalmente, inoltre, è sistemata un’elica di manovra.

La seconda unità, intitolata al Maggior Generale di Porto Ubaldo Diciotti, sarà varata nei primi giorni del prossimo mese di luglio. È la seconda nave a possedere questo nome. La prima fu varata a Muggiano e consegnata nel luglio dello scorso anno. Ma, per un accordo stipulato con Panama nel 2010, è stata consegnata – assieme ad altri pattugliatori – al paese centroamericano per combattere il narcotraffico e contrastare la criminalità organizzata. Ma chi era Ubaldo Diciotti?
Nato a Lucca nel 1878, trascorse tutta la sua lunga carriera in numerose Capitanerie di Porto. Allo scoppio del secondo conflitto mondiale fu assegnato, come Commissario Straordinario e Comandante del porto di Tripoli; qui si adoperò, sotto gli intensi bombardamenti aerei inglesi, a rendere efficienti i porti della Tripolitania, essenziali per il rifornimento alle truppe del nord Africa, meritandosi una Medaglia d’Argento al Valor Militare. La motivazione dell’onorificenza è la seguente:

In periodo di eccezionale difficoltà reggeva i servizi del porto di Tripoli con grande perizia e con piena rispondenza alle imponenti necessità della guerra. In occasione di attacchi aerei nemici dirigeva con prontezza, con decisione e con competenza, durante le stesse azioni di bombardamento, le opere di soccorso ed in particolare a bordo lo spegnimento di una nave incendiata con carico di tritolo e munizioni, dimostrando alto spirito del dovere e sereno sprezzo del pericolo”. (Tripoli, 12 marzo 1941).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *