12.5.1912, Edoardo De Martino

di Antonio Cimmino

Nacque a Meta (Napoli) il 29.3.1838. Dopo aver frequentato a Napoli l’Accademia di Marina del Regno delle Due Sicilie, all’atto dell’incorporazione della flotta napoletana nella Regia Marina divenne, nel 1863, pilota di II classe e l’anno successivo Sottotenente di vascello.
Quale ufficiale di rotta della regia pirocorvetta Ercole, durante la navigazione nel Rio della Plata, fu incolpato immeritatamente di un incidente accorso all’unità.

Lasciò nel 1868 la Regia Marina e si mise a dipingere. Dipinse soprattutto navi da guerra e scene di battaglia. Fu pittore di corte dell’imperatore del Brasile Dom Pedro II che lo inviò come pittore ufficiale sul fronte della guerra con il Paraguay. Si trasferì successivamente in Inghilterra dove divenne pittore ufficiale della Regina Vittoria cioè “Marine Painter Ordinary to the Queen”, carica che in seguito non fu più attribuita a nessun altro artista. Fu anche nominato Membro dell’Ordine della Regina Vittoria (M.V.O.).

Amico del Kaiser Guglielmo II, eccelse in tutti i campi dell’arte pittorica, dal guazzo all’acquarello al pastello all’olio, e si calcola che abbia prodotto, in circa quarant’anni di attività, non meno di 2.500 quadri a olio.
La sua fama nel mondo è attestata dal suo figurare in tutti i più celebri repertori di pittori di mare del Regno Unito e di altri Paesi (non fu preso in considerazione nella sua terra).
Le sue opere, disegni e olii, sono accolti in vari musei del mondo.
Morì il 12.5.1912 a Londra lontano dalla sua Italia.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

15 risposte a 12.5.1912, Edoardo De Martino

  1. Giovanni Linardon dice:

    R.I.P.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    RIPOSA IN PACE, NOI NON TI ABBIAMO DIMENTICATO …

  3. Marinaio di Lago dice:

    RIPOSA IN PACE

  4. Carlo Palumbo dice:

    Da Ufficiale di Marina a Pittore di Corte prima presso l’Imperatore del Brasile, poi presso la Regina Vittoria a Londra. Perché non ricordarlo a Meta con una lapide commemorativa presso la sua casa natia?

  5. Carlo Palumbo dice:

    Perché non assumono l’iniziativa i metesi che possono?

  6. Giuseppe Carlo Gino dice:

    R I P MARINAIO

  7. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Carlo Palumbo carissimo e stimatissimo, ne voglio parlare di persona con Antonio Cimmino, perchè ne parli con il combattivo comandante Antonino Migliaccio

  8. Franco Vetturini dice:

    R.I.P.

  9. Sergio Biffi dice:

    R.I.P.

  10. Raimondo Restivo dice:

    R.I.P.

  11. Marisella Virdis dice:

    R I P

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera ammiraglio carissimo e stimatissimo … stiamo facendo di tutto (con gli associati marinai di Meta e, soprattuto con i Marittimi, per tributare a Meta qualcosa di concreto a questo loro illustre concittadino …morto lontano e dimenticato.

  13. Pio Forlani dice:

    Ho comperato il libro dall’Ufficio Storico qualche anno fa. Bellissimo.

  14. Michele Ottolino dice:

    R.I.P.

  15. Egidio Alberti dice:

    R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *