Che cos'è la Marina Militare?,  Marinai,  Marinai di una volta,  Recensioni,  Storia

Quel tragico 3 marzo 1977 del corso Invicti


di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra



Anche quest’anno si svolgerà la cerimonia sul Monte Serra per ricordare e celebrare i 44 ragazzi che quel tragico 3 marzo 1977 perirono a causa dello schianto a bordo del quadrimotore da trasporto Lockheed C 130  “Herkules” della 46^ Aerobrigata.

I funerali si svolsero il 5 marzo in forma solenne nel Piazzale del Brigantino all’interno dell’Accademia Navale di Livorno alla presenza dell’allora Presidente della Repubblica Giovanni Leone. In quel funesto giorno, trentotto allievi dell’Accademia Navale di Livorno appartenenti al corpo dello Stato Maggiore della Prima Classe, accompagnati dal sottotenente di vascello Emilio Attramini, cessarono il sogno di proseguire una carriera di marinai. Al giuramento della nuova prima classe, il corso Invicti defilò lasciando nei ranghi i posti che i loro compagni avrebbero dovuto idealmente occupare in quell’occasione, facendoli così in qualche modo ritornare in mezzo a loro. Era il 4 dicembre 1977.


Anche i commilitoni degli allievi scomparsi nell’estate del 1977, al termine della Campagna Addestrativa a bordo della Nave Scuola Amerigo Vespucci, per ricordare la tragedia che aveva colpito il loro Corso, strapparono il lembo inferiore della loro bandiera e scelsero, come nome del loro corso quello di Invicti.

Qualche anno fa alcuni vandali, ma sarebbe meglio definirli bastardi sciacalli, spaccarono un vetro e forzarono la teca per rubare una sciabola appartenente a uno dei cadetti periti nel tragico incidente, profanando così il mausoleo dedicato ai 38 cadetti e ai 6 membri dell’equipaggio.
Sappiano, questi bastardi, che il ricordo dei cari estinti lo portiamo nel cuore e i ricordi sono patrimonio di chi li serba.
Noi marinai ricordi come questi li custodiamo gelosamente affinché non diventino oblio. Siamo legati fra di noi, con una cima non materiale ma di ideali che, pur se non visibile ai più, è sicuramente molto più salda e forte di tante altre. Loro sono e saranno sempre con noi e vorrei ricordarli uno per uno tutti, i 44 ragazzi chiamandoli singolarmente affinché ognuno di loro senta la nostra considerazione e si senta in mezzo a noi.
Un popolo che non arrossisce più per la vergogna è un popolo destinato a scomparire.

I caduti dell’incidente
Equipaggio: Massimo Proietti, Simone Murri, Paolo Casella, Antonio Semplici, Silvio Pieretti.
Passeggeri: Emilio Attramini, Salvatore Caputo, Giuseppe D’Alì, Sandro De Angelis, Antonio Giallonardi, Vincenzo Gaglio, Giovanni Castaldi, Claudio Giordano Lorano Gnata, Paolo Lamina, Maurizio Lucibello, Stefano Maranci, Massimo Marchiano, Fedele Marrano, Giorgio Marzocchi, Silvio Massaccesi, Carlo Mastrocinque, Giovanni Memoli, Miguel Angel Mekinez, Giuseppe Minelli, Alessio Musolino, Luca Nassi, Alessandro Perazzolo, Giancarlo Poddighe, Alberto Pispero, Michele Portoghese, Vittorio Pozzi, Luca Quattrini, Massimo Raffa, Sergio Rigoni, Roberto Rossi, Adolfo Russo, Emanuele Salvadori, Domenico Savoldi, Giampiero Scialanga, Matteo Stramacchia, Davide Tomatis, Corrado Verdone, Guido Verna.

84 commenti

  • NICOLA CHIEPPA

    Carissimo Vincenzo, il 29 settembre 1972 al cancello S. Jacopo a Livorno, la prima persona della MM che ho conosciuto è stato Capo Attramini che faceva servizio al varco, ed era molto fiero che suo figlio aveva ricevuto la nomina a GM dello SM e ci augurava ogni bene.
    Purtroppo Emilio non c’è più e mi immedesimo al dolore che provarono in famiglia a cominciare dal padre. Vorrei inviare per il tuo tramite un caloroso saluto ai familiari del Sig. Attramini e ai parenti di tutti i “PIVOLI”

  • Francesco Carriglio

    Ero imbarcato su Nave Todaro quando il STV. Emilio Attramini è sbarcato da tale nave con destinazione Accademia Navale Livorno, il matrimonio, un po’ di tranquilità, ma la sorte gli è stata avversa. Mi ricorderò sempre di te, Ufficiale gentiluomo. R.I.P.

  • Profilo fb EZIO VINCIGUERRA

    Raffaele Anatilopan RR.II.PP.
    Elio Vadacca che riposino in pace. Avevo 13 anni non mi ricordo di questo episodio
    Marco Ximenes R.I.P.
    Roberto Tento R.I.P
    Carmine Polese In quel tragico incidente ha perso la vita anche il Guardiamarina Carlo Mastocinque a cui è intitolato il Gruppo A.N.M.I. di Benevento che riposino in pace
    Girolamo Trombetta Riposa In Pace Lorano Gnata di Schio e tutti gli altri Meravigliosi Giovani. Il gruppo ANMI di Piovene Rocchette è intitolato al GM Lorano Gnata.
    Angelo Zaccagno Requiem aeternam dona eis, Domine, et lux perpetua luceat eis. Requiescant in pace. Amen.
    Antonio Ferragamo R.I.P. ⚓ ONORI⚓
    Mikele Tocci riposate in pace
    Civetta Valerio RR.II.PP.
    Luigi Agneto Che riposino in pace. Onori !!!!
    Francesco Ruggieri R.I.P
    Francesco Vescio R.I.P
    Adriano Polese Ricordo bene quell’episodio (purtoppo)…dovevo andare in licenza ma fu bloccata.Il giorno dopo sapemmo purtroppo il motivo. R.I.P.
    Fernando Antonio Dimichele R.I.P.
    Rocco Ettore Onori r.i.p. ricordo benissimo l’ allievo 1^ classe pispero alberto di lucugnano lecce
    Tore Masia Onore a loro…r.i.p
    Ciro Scala ONORI R I P ⚓CHE IL SIGNORE DEGLI ANGELI VI ACCOMPAGNA IN PARADISO ⚓
    Raffaele Anatilopan Riposa in pace con i tuoi camerati e con tutto l’Equipaggio allievo Stramacchia
    Antonio Damiano Coletta Io, con i genitori aspettavamo il ritorno del figlio. R.I.P. onori e condoglianze alla famiglia.
    Amedeo Pedicini R.I.P.
    Sergio Biffi R.I.P.
    Vincenzo Campese Onori ai marinai, sempre vivi nei nostri cuori.

  • Pino Bellossi

    Giovedì 3 marzo 1977, alle ore 15.05, decollò dall’aeroporto di Pisa-San Giusto il C-130H Hercules nominativo radio Vega 10. Il velivolo trasportava 38 allievi della prima classe dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno, a bordo per una attività di ambientamento al volo, un ufficiale accompagnatore e 5 membri d’equipaggio.

  • PAGINA Fb LA VOCE DEL MARINAIO

    Mimmo Russo Grazie Ezio per il tuo, come sempre, tempestivo intervento per delucidazioni. Ciao
    Corrado G. Pisani R.I.P.
    Vincenzo Grasso R.I.P.
    Ezio Pancrazio Vinciguerra – Amministratore del gruppo Ripoate in pace fra i flutti dell’Altissimo
    Cinzia Mirella Giovannetti Riposate in pace ragazzi!
    Pietro Monfreda Riposate in pace giovani marinai per l’eternità
    Vincenzo Curulli Onori ai caduti RIP
    Mimmo Russo Ma non è quello che cadde? Se ricordo bene. Nel caso RR.II.PP.
    Salvatore Chiaramida R. I. P.
    Corrado G. Pisani R.I.P.
    Carlo Antonucci Il mio pensiero ogni anno a Loro .
    Pio Forlani Non potrò mai dimenticare quella notte e quei giorni. Rimarranno sempre nel mio cuore.
    Bruno Filippo Ciufo R.I.P.
    Attilio De Gregorio ONORI
    Elio Vadacca non ricordo questa storiaccia, avevo 13 anni. Riposino in pace
    Gianni Draghi Riposino in pace cari figlioli

  • Bastianelli Maurizio

    Quel giorno di 41 anni fa a 18 anni ho capito che tragedie possono essere provocate dalla superficialita’ e dalla scarsa professionalita’, cosa che ho cercato di tenere ben presente in tutto il resto della mia vita professionale e non. Tra di loro c’erano delle potenzialita’ umane straordinarie ed il paese e le famiglie di questi ragazzi hanno perso in una solo unico evento tragico facilmente evitabile un patrimonio umano insostituibile e tutti siamo diventati piu poveri……..
    RIP amici miei.

  • Giovanni Torresi

    Stavo frequentando il Corso Superiore ed abbiamo dato assistenza ai familiari. Straziante. R.I.P.

  • Francesco Frezza

    li conoscevo tutti.Uno x uno.Tre di loro erano figli di tre colleghi Sottufficiali.L’Ufficiale Emilio Attramini era anche il marito della figlia del mio collega Capo Infermiere Piras..Purtroppi dovetti partecipare anche al recupero delle salme..Avevo già vissuto la precedente esperienza nel 71 della tragedia dell’Aereo peecipitato al laego della Meloria con paracatutisti a bordo.

  • Egidio Alberti

    Caro Ezio, io quella sera ero destinato a Maridipart Taranto come Sottocapo di Stato Maggiore alle Operazioni e dovetti dare la triste notizia alla famiglia dell’ Allievo Stramacchia ed organizzare un servizio di pullman per portare a Livorno le famiglie degli Allievi Pugliesi…..RR.II.PP. ..che triste esperienza !

  • Claudio Mostacci

    La sera del 3 marzo partecipai ad un sopralluogo su Monte Serra ed il giorno dei funerali ero Ufficiale Superiore di Servizio. Ricordo bene tutto!

  • Manu Chip

    Un’incidente che si sarebbe potuto prevenire se non si fosse chiuso un occhio se certe vicende.

  • Paolo Zolesi

    Quando ero allievo partecipai alla messa di suffragio sul monte serra con il plotone d’onore

  • Nicola Chieppa

    quel giro l’ho fatto anch’io nel 1973 e quel tipo di velivolo era chiamato
    “bare volanti” il che significa che il rischio
    era elevato. Purtroppo 44 futuri ufficiali della MM hanno trovato la morte
    su Monte SERRA. Una preghiera per tutti

  • Italo Monsellato

    Oggi 3.3.2018 a Calci (Pisa) si è svolta, come tutti gli anni, la solenne cerimonia commemorativa della TRAGEDIA DEL MONTE SERRA dove giovedì 3.3.1977 alle ore 15,10 un C-130-HERCULES della 46^Brigata Aerea di Pisa che trasportava per un volo di addestramento abituale n° 38 Allievi dell’Accademia Navale di Livorno + 1 Ufficiale accompagnatore + 5 Avieri, improvvisamente dopo 5 minuti esatti dal decollo di Pisa al termine di una virata a sin. si impatto’ alle pendici del Monte Serra. NESSUN SOPRAVVISSUTO, 44 GIOVANI ANIME SONO VOLATE IN CIELO. 2 Commissioni di inchiesta immediatamente aperte non hanno MAI fatto luce sulla terribile sciagura. Oggi son passati 41 anni.

  • Enzo Turco

    A TUTTI I MARINAI E I MILITARI IN QUESTO ISTANTE SU Fb UN MINUTO DI RACCOGLIMENTO.
    41 anni fa alle 15.10 circa un C 130 decolla da Pisa San Giusto con a bordo 38 allievi della prima classe dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno, un ufficiale accompagnatore e 5 membri d’equipaggio. Dopo circa cinque minuti di volo in fase di virata a Sn, per cause mai accertate, perde quota impattando contro Monte Serra: MUOIONO TUTTI! RICORDIAMOLI SEMPRE!

  • Augusta-Framcamo

    Tragico 3 Marzo 1977.
    Noi marinai ricordi come questi li custodiamo gelosamente affinché non diventino oblio. Siamo legati fra di noi, con una cima non materiale ma di ideali che, pur se non visibile ai più, è sicuramente molto più salda e forte di tante altre. Loro sono e saranno sempre con noi e vorrei ricordarli uno per uno tutti, i 44 ragazzi chiamandoli singolarmente affinché ognuno di loro senta la nostra considerazione e si senta in mezzo a noi.

  • Profilo fb EZIO VINCIGUERRA

    Michele Fiorentino Wurpless A Giovinazzo lo scorso anno abbiamo inaugurato una stele all’allievo Fedele Marrano alla presenza di tutti i colleghi del suo corso.
    Raimondo Restivo R.I.P.
    FP Disegni Onori e sempre nei ostri cuori … RR.I.P.
    Franco Vetturini R.I.P.
    Giuseppe De Cillis R.I.P
    MARINAI.
    Luigi Spatuzzi R.i.p.

  • Michele Parente

    In quel triste evento perse la vita un cadetto nostro concittadino, Claudio Giordano e amico di comitiva, . Il caso volle che all epoca ero anche io allievo e fui inviato alle esequie, nel picchetto d onore, celebratesi a Trani nella nostra cattedrale.

  • Aberto Fiorentino

    Un grazie sentito per il ricordo che ogni anno, da 41 anni, riunisce il ns corso.

  • Pagina Fb MARINA MILITARE ITALIANA (Non Ufficiale)

    Francesco Fezza Io li conoscevo tutti.Uno x uno.Tre di loro erano figli di tre colleghi Sottufficiali.L’Ufficiale Emilio Attramini era anche il marito della figlia del mio collega Capo Infermiere Piras..Purtroppi dovetti partecipare anche al recupero delle salme..Avevo già vissuto la precedente esperienza nel 71 della tragedia dell’Aereo peecipitato al laego della Meloria con paracatutisti a bordo.
    Fabio De Chiara R.I.P.Ragazzi
    Salvatore Loiacono riposate in pace
    Michele Carbonara ONORE. R.I.P.
    Ormisda Silverio Scarogni R.I.P.RAGAZZI AMEN
    Ciro Casapulla Una tragedia Incredibile, R.I.P.
    Sandro Saccheri ONORI
    Salvatpre Placenti ONORE….R.I.P.
    Giulio Meloni R.I.P. RAGAZZI
    Michelangelo D’Amicis R.i.p.
    Ennio Principi R.I.P.
    Hector Ghelfi R.I.P.
    Giuseppe Paratore RIP
    Franco Vetturini R.I.P.
    Giuseppe Zaami R.i.p.

  • Roberto Sera

    Io sono stato al funerale di questi poveri allievi della marina in quanto facevo parte del picchetto armato quindi di tappresentanza sera r.

  • Marcello Latte

    Per me è un dolore atroce. Diversi allievi periti provenivano dallo stesso corso del Collegio Navale F. Morosini di Venezia che ho frequentato. Uno di questi è sepolto al cimitero Flaminio di Roma e ogni volta che vado a far visita ai miei genitori mi soffermo davanti alla sua tomba e mi assale la tristezza e la malinconia.

  • Marcello Bartali

    ome ho già avuto occasione di dire, quel giorno ero sottufficiale d’ispezione in galleria allievi….

  • Belcari Valter

    VEGA 10 – Il velivolo – con il nominativo radio Vega 10 – era decollato, per un’attività di ambientamento al volo per i giovani cadetti di Marina, alle 15.05 del 3 marzo 1977 dall’aeroporto di Pisa-San Giusto. Dopo appena cinque minuti, alle 15.10, l’impatto sulle pendici del monte Serra durante una virata a bassa quota e in condizioni di scarsa visibilità. Due giorni dopo, il 5 marzo, i solenni funerali presso l’Accademia Navale a Livorno dove intervenne il Presidente della Repubblica.

  • Belcari Valter

    Maurizio Lucibello…mio compagno di classe all’Istituto Tecnico Nautico di Livorno….Riposa in pace con i tuoi amici-colleghi.

  • Antonio Bernardini

    Oggi ero alla commemorazione nella Pieve di Calci,ai piedi del monte Serra. Bellissima e toccante cerimonia.

  • Gnan Gianfranco

    Onori ora e sempre!!! un inchino davanti ai caduti e una preghiera in suffragio

  • A.N.M.I. PISA

    Grazie per non aver dimenticato e per le condivisioni su facebook. Adesso riposano in pace

  • Nicola Chieppa

    quel giro l’ho fatto anch’io nel 1973 e quel tipo di velivolo era chiamato
    “bare volanti” il che significa che il rischio
    era elevato. Purtroppo 44 futuri ufficiali della MM hanno trovato la morte
    su Monte SERRA. Una preghiera per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *