Attualità,  Recensioni

Diario di una moglie tradita (Palma Lavecchia)

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

“Diario di una moglie tradita” è l’ultimo libro pubblicato da Palma Lavecchia (*) dove la protagonista Delia, 52 anni, lavora come interprete per il Tribunale, ed è sposata con Giorgio, stimato avvocato penalista. Hanno due figli:  Dorotea, di 26 anni, laureata in giurisprudenza e già inserita nello studio del padre, e Amedeo, che di anni ne ha 19, e prima di intraprendere il percorso universitario vorrebbe tentare un’esperienza all’estero.
Ma improvvisamente l’apparente serenità in cui è calato l’intero mondo di Delia, donna elegante e mite, viene squassata dalla scoperta di una verità devastante: nella vita di Giorgio c’è un’altra donna.
Delia, nonostante sia sconvolta ed amareggiata, inizialmente decide di fingere di non sapere e riportare suo marito accanto a sé per amore della famiglia; ma i suoi piani saranno destinati a fallire.
Intanto, è al Diario che Delia affida ogni più intima confidenza, ogni emozione, e ne da un discreto testimone di scelte, consapevolezze, colpi di scena e sentimenti inediti, che terranno il lettore legato fino all’ultima pagina.

(*) Palma Lavecchia è nata a Barletta nel 1974, figlia di Marinaio.
Dopo la laurea in Restauro architettonico conseguita a Roma, ha intrapreso la carriera militare ed è attualmente Capitano dei Carabinieri in servizio.
Sposata, è madre di due figli.
Ha pubblicato: Parliamone ancora, La Madonna che piange, Benvenuti in Paradiso (Youcanprint); Mi chiamo Beba e Il principe Anselmo (Infinito Edizioni).
Per contattare l’autrice:
www.palmalavecchia.it
palma@palmalavecchia.it
Pagina Facebook: @palmalavecchiawriter

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *