Marinai,  Marinai di una volta,  Recensioni,  Un mare di amici

17.3.2017, Luigi Diana

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Ciao Luigi,
nel percorso della nostra vita talvolta si è costretti a dover affrontare momenti che hanno la parvenza di essere tristi quando una persona a noi cara sembra allontanarsi.
“Amico” è qualcosa di solito riservato a quelle persone a cui piace interagire con il prossimo e chi ha avuto l’onore ed il piacere di conoscerti sa che è stato un cardine del tuo credo, come del resto per altre persone di buona volontà.
Tu hai utilizzato anche il mezzo della comunicazione per farti volere bene, e ci sei riuscito benissimo.
Utilizzare i doni di Dio, come i mezzi di comunicazione, per primo la parola, e quindi il dialogo interpersonale, contribuisce nel sociale, specie nell’associazionismo marinaro, a fare stare bene, senza mai chiedere nulla in cambio.
Come tutti i marinai di una volta, hai sicuramente vissuta la vita intensamente e fuori dal comune, una vita straordinaria accanto ai tuoi affetti familiari, agli amici e fratelli di A.N.M.I. Sora e quelli internauti.

(15 agosto 1947 – 17 marzo 2017)

Ciao Luigi e grazie per la quotidiana compagnia che non hai fatto mai mancare ai lettori del nostro diario di bordo e, anche se molti non ti conoscevano personalmente, mi sento di dire a nome di tutta la grande famiglia dei marinai, che occuperai per sempre un posto speciale nei nostri cuori.
Adesso che sei salpato per l’ultima missione, risposa in pace, nel grande mare di Nostro Signore.
Messa di suffragio si celebrerà  a Veroli nella Chiesa della frazione Giglio.

24 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *