Battaglia dei Convogli – Quelle rotte della morte

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra


Durante il 2° conflitto mondiale, la Regia Marina combatteva quotidianamente nel Mediterraneo a difesa delle proprie coste e degli interessi dell’Italia.
Nell’inverno del 1942-1943 le nostre unità navali, soprattutto per difendere la Patria e la protezione delle navi mercantili per il trasporto e rifornimento nei teatri operativi, sono state presenti nelle operazioni in Albania, Grecia e nella Libia e Tunisia.
Dai libri di storia, quelle rotte della morte,  vengono ricordate come “La Battaglia dei Convogli”.

La rotta della morte nella battaglia dei convogli - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

10 risposte a Battaglia dei Convogli – Quelle rotte della morte

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Riposate in pace

  2. Giuseppe Pisasale dice:

    R. I. P.

  3. Raffaee Napolitana dice:

    Riposate in Pace e Onori a tutti Voi.

  4. Renato Simonetta dice:

    condivido

  5. Augusta-Framacamo dice:

    Nell’inverno del 1942-1943 le nostre Unità Navali, per difendere la Patria e le Navi Mercantili per il trasporto…

  6. Sergio Biffi dice:

    R.I.P.

  7. Franco Vetturini dice:

    R.I.P.

  8. Francesco Scavran dice:

    Riposate in pace

  9. Gino Lanzara dice:

    condivido

  10. Virginio Trucco dice:

    Comunque la Regia Marina riuscì a far passare + del 90% degli uomini ed 87 % dei materiali affidatogli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *