13.12.2013, nave Artigliere ammaina la bandiera

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

ezio-pancrazio-vinciguerra-www-lavocedelmarinaio-com_10Era venerdì 13 dicembre 2013, quando alle ore 11:30, presso il Molo Sottoflutto del porto di Castellammare di Stabia (Napoli), hai celebrato il tuo ultimo “ammaina bandiera”, quello che purtroppo ne ha sancito il tuo disarmo definitivo.
Sono certo che i marinai di una volta continueranno a coccolarti e non si dimenticheranno di te nel giorno della tua dipartita. Hai vissuto una storia tormentata a causa dell’embargo della “Prima guerra del Golfo” e dei successivi lavori infiniti per adeguarti agli standard NATO.
Quanti marinai hai “cullato” fra i flutti e quanti nei hai forgiato con la forza del tuo motto “Primi Velitum”.

addio-nave-artigliere-f582-www-lavocedelmarinaio-com

Purtroppo oggi si usano parole esotiche per non dire le cose come effettivamente stanno, nella fattispecie “Spending review” e, con la tua radiazione al termine della tua gloriosa vita operativa, ti stanno seguendo, in questa lenta agonia, 51 delle 60 attuali navi in servizio della ridimensionata Marina Militare.
L’arsenale e i cantieri di Castellammare di Stabia con i loro addetti sono pronti per il rilancio della cantieristica italiana, sono pronti a far ripartire l’economia, invitano Governo ed Armatori ad investire su nuove unità navali… ripartiamo dal Sud ma non a parole e slogan!

13-12-2013-ripartiamo-da-qui-www-lavocedelmarinaio-com

A CASTELLAMMARE DI STABIA C’ERA UNA VOLTA UN ARSENALE CHE COSTRUIVA NAVI, E ADESSO?

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *