Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà,  Storia,  Un mare di amici

28.10.2017 a La Spezia presentazione del libro “Navi di amianto di Lino Lava e Giuseppe Pietrobelli”

a cura A.F.E.A. Onlus

Il giorno 28 ottobre, alle ore 10,00, nella sala Dante di via Ugo Bassi a La Spezia, verrà presentato il libro
“NAVI DI AMIANTO”.
Interverranno:
– LINO LAVA – Scrittore
– GIUSEPPE PIETROBELLI – Scrittore
– PERACCHINI PIERLUIGI – Sindaco di La Spezia
– GIULIO GUERRI – Presidente del Consiglio Comunale SP
– PIETRO SERARCANGELI – Presidente AFEA Onlus

Ingresso libero e sostegno per questa iniziativa.

Una tragedia infinita, senza tempo. Questo non è un libro “settoriale” come si potrebbe pensare. Oltre a narrare la nostra vita a bordo in compagnia dell’assassino “amianto”, esso narra degli imbrogli organizzati sulla nostra pelle. Esso narra della sofferenza dei Colpiti, dei Deceduti e delle Loro Famiglie, di Figli che hanno pianto troppo presto i loro Padri…..di Nipoti che non conosceranno mai i loro Nonni. Una immane tragedia che ha provocato più morti in Italia di qualsiasi altra sventura dalla fine della II Guerra Mondiale. Con questo libro noi tutti Onoriamo i Nostri Caduti, le Nostre Vittime del Dovere che tutto hanno dato senza nulla chiedere, onorando in tal maniera, l’amata Uniforme della Marina. A noi il compito di mantenere viva la Loro Memoria, il Loro ricordo e di OnorarLi oggi e sempre. Grazie, infine, a Ezio che, con il Suo pregevole lavoro, ci aiuta a mantener fede ai nostri impegni. Che Dio Ti benedica caro Ezio.
Il tuo amico Pietro

13 commenti

  • Pietro Serarcangeli

    Una tragedia infinita, senza tempo. Questo non è un libro “settoriale” come si potrebbe pensare. Oltre a narrare la nostra vita a bordo in compagnia dell’assassino “amianto”, esso narra degli imbrogli organizzati sulla nostra pelle. Esso narra della sofferenza dei Colpiti, dei Deceduti e delle Loro Famiglie, di Figli che hanno pianto troppo presto i loro Padri…..di Nipoti che non conosceranno mai i loro Nonni. Una immane tragedia che ha provocato più morti in Italia di qualsiasi altra sventura dalla fine della II Guerra Mondiale. Con questo libro noi tutti Onoriamo i Nostri Caduti, le Nostre Vittime del Dovere che tutto hanno dato senza nulla chiedere, onorando in tal maniera, l’amata Uniforme della Marina. A noi il compito di mantenere viva la Loro Memoria, il Loro ricordo e di OnorarLi oggi e sempre. Grazie, infine, a Ezio che, con il Suo pregevole lavoro, ci aiuta a mantener fede ai nostri impegni. Che Dio Ti benedica caro Ezio. Il tuo amico Pietro

  • Giuseppe Di Lorenzo

    L’amiante,prima di essere considerato materiale cancerogeno, sulle Unità non di ultima generazione, risultava essere presente in modo significativo: coibentazione tubi, pannelli di varie dimensioni, tute antincendio. Quindi in tempi ritenuti non sospetti, si operava a stretto contatto. Intendo dire, noi marinai di una volta siamo stati i più esposti

  • Ferdinando Napoletano

    Contavo di partecipare e sarei interessato al libro, ma l’influenza che mi son preso mi blocca in casa.

  • Raimondo Restivo

    Lo sto leggendo viene il disgusto nei confronti di chi sapeva ed era nelle condizioni di opporsi ed informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *