22.9.1943, affondamento regia nave Quarnaro

di Carlo Di Nitto

Regia Nave QUARNARO (*) …

Nella mia costante ricerca di fotografie relative alla Regia Marina e alle sue Navi, ho trovato questa immagine della Regia Nave Officina QUARNARO, affondata a Gaeta dai tedeschi il 22 settembre 1943 e diventata simbolo della resistenza ai nazisti nella nostra Città. Non è di grandissima qualità ma è originale. Paradossalmente l’ho trovata e acquistata, pensate un po’, proprio da un venditore tedesco…

(*) Il nome assegnato all’unità navale è un vento che si forma sui monti del Quarnaro e una insenatura Istriana che sbocca sul mare adriatico e questo vento arriva da est/nord est.
E’ un vento estivo di forma alba e arriva in coste del Mar Adriatico sul golfo di Venezia –  Chioggia al mattino.  Smette di soffiare a mezzogiorno perché poi arriva la brezza dello Scirocco.
Questi venti girano d’estate e il Quarnaro porta molto caldo al pomeriggio.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

5 risposte a 22.9.1943, affondamento regia nave Quarnaro

  1. Sauro Signoretto dice:

    gli hanno dato un nome di un vento che si forma sui monti del Quarnaro e una insenatura Istriana che sbocca sul mare adriatico e questo vento arriva da est/nord est e un vento estivo di forma alba e arriva in coste del mar adriatico sul golfo di venezia Chioggia al mattino e smette di soffiare a mezzogiorno che poi arriva la brezza del scirocco questi venti girano d’estate e il Quarnaro porta molto caldo al pomeriggio.

  2. Roberto Orsini dice:

    Con gioia vedo la nave sulla quale era stato imbarcato il mio babbo classe 1910. Mi diceva sempre che copriva il ruolo di pennese del nostromo e ne era molto orgoglioso. Grazie Ezio!

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buongiorno Sauro Signoretto, grazie di questa “chicca” che ho annotato in calce all’articolo. Un abbraccio a te grande come il mare e grande come il tuo cuore di Marinaio per sempre

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao carissimo e stimatissimo Roberto Orsini, grazie per averci reso partecipe di questa intima testimonianza di affetto. Un abbraccio a te grande come il mare e grande come il tuo cuore misericordioso.

  5. Francesco Paolo Disegni dice:

    Sempre nel cuore di tutti i Marinai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *