5 commenti

  • Antonello Goi

    Sommergibile Pullino al comando del tenente di vascello Degli Uberti, con il compito di attaccare le rotte nemiche passanti nel golfo del Quarnaro; faceva parte dell’equipaggio, in qualità di pilota, anche il tenente di vascello Nazario Sauro, istriano, noto irredentista, al suo primo imbarco su questa unità, ma che era stato pilota di molte altre navi e sommergibili italiani in guerra.

  • Romano Sauro

    Fecero lo stesso tragitto qualche giorno prima, il 4 luglio, da Venezia a Fiume passando tra Galiola e isola Unie. Entrarono a Fiume alla guida di Sauro, silurarono un piroscafo militare austriaco, il San Marco, e fecero ritorno a Venezia navigando di notte. Quella doveva essere una navigazione di “addestramento” e di ricognizione per una più ampia missione in quei mari e a Fiume, dove però, nella seconda missione, non sarebbero mai giunti.

  • Antonello Goi

    Oh! Mio padre era su F17, in precedenza a Fiume (16 anni scappato da casa) XII reparto d’assalto “Irriducibile”. Era il nipote di Cesare Battisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *