Attualità,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Racconti,  Recensioni

Il fantasma inglese della M.O.C. 1203

di Carlo Gaetani
foto Claudio Zuttioni

…riceviamo e con immenso piacere pubblichiamo.
Con il permesso del gent.mo Ezio,

Ex inglesi L.C.T. (Landing Craft Tank), poi mercantili italiani Sandalia e Cagliari, acquistati nel 1950 dalla Marina Militare e trasformati in Moto Officina Costiera (M.O.C.).
Dall’arsenale di La Spezia. Il Fantasma dell’Inglese…
Dunque la M.O.C. 1203 era di base in Ancona e ovviamente oltre all’equipaggio aveva a bordo gli operai civili (come fosse un Marinarsen) e ho sentito raccontare da alcuni di loro di questo fantasma.

MOC 1203 (f.p.g.c. a www.lavocedelmarinaio.com

Quelli che alloggiavano a bordo confermavano e dicevano di ricevere visite notturne alquanto scomode…
Il suddetto fantasma “operaio” si accaniva contro i militari dell’equipaggio perché sembra che, mentre l’unità era ancora in “mano” inglese, ai lavori, terminata la pitturazione in una cala, si addormentò al cessa lavori. Essendo venerdì la cala fu chiusa e il malcapitato fu ritrovato morto al suo interno a causa delle esalazioni delle vernici.
Il lunedì successivo, da lì in poi, fu storia…
Un Saluto al Gruppo e a Ezio.

modello della M.O.C. 1203 di Claudio Zuttioni f.p.g.c. a www.lavocedelmarinaio.com

46 commenti

  • Nereo Ambrosio

    MOC 1203…40 anni fa….esercitazione Folaga 4…molo trapezoidale del porto di Ancona.Io su Nave Sparviero di passaggio per Ancona….Conobbi da quelle parti una ragazza…e dopo 40 anni siamo ancora insieme 😉

  • Domenico Garrisi

    La sulla nave M. O. C. di base a Taranto si facevano i panini con la carne al sugo mmmmmm che bei ricordi

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao carissimo e stimatissimo Claudio Zuttioni complimenti per il modellino. Un abbraccio a te e ai tuoi grande come il mare ma anche come il tuo cuore di marinaio per sempre. Grazie!
    P.s. chissà poi se riposa in pace

  • EZIO VINCIGUERRA

    🙂 grazie Carlo Gaetani per questa storia … non c’è da scherzare!
    Chissà se è riuscito poi a riposare in pace?

  • Roberto Laganaro

    questa MOC 1203 me la ricordo benissimo ..l’ho vista l’ultima volta durante un passaggio da Ancona ,li ormeggiata ,anno 1985…come ricordo la 1205 e 1202 a Marinarsen Taranto …anni fa.

  • Antonio Grassi

    I miei primi 6 anni io sul rimorchiatore affiancato alla M.O.C. nel porto di Ancona

  • EZIO VINCIGUERRA

    se ne raccontano tante che ormai non sai più a chi credere…
    meglio così almeno diamo “voce” anche ai fantasmi

  • Claudio Zuttioni

    abbiamo il modello in scala 1/100 della MOC 1203 costruito da un nostro socio che era motorista a bordo negli anni ’50

  • Claudio Zuttioni

    vi ringrazio per quanto avete scritto. Sono i ” muli tutto fare” della M.M.I. di cui di solito nessuno parla

  • Alessandro Achille Burla

    Congratulazioni Nereo! Vedi che la Marina in tutto e per tutto provvede anche alle nostre vite private?

  • Nereo Ambrosio

    Eh si caro Ezio per fortuna ho beccato l’onda giusta…se ancora ci sto assieme dopo tutto questo tempo

  • Alessandro Aiello

    Io su una moc avevo la mensa quando ho fatto il militare, brutti ricordi, ho finito il militare che ero pelle e ossa

  • Carlo Di Nitto

    Anche sull’Incrociatore Montecuccoli si raccontava che si aggirasse il fantasma del condottiero modenese. Però si dice che fosse pure un’entità benefica: faceva forse paura a qualcuno, ma voleva bene ai suoi Marinai e li proteggeva. <3 Nella foto il suo ritratto, già conservato nel quadrato ufficiali con, in alto a sinistra, lo stemma e il motto tagliato da una scheggia nemica durante un combattimento. La scheggia eliminò una O per cui da "Centum oculi" divenne "Centum _culi" ! Ciò portò fortuna all'unità:(forse per merito del fantasma?). 😀

  • Alessandro Achille Burla

    Verissima la storia della scheggia! Infatti nelle medaglie e nel crest della nave vi è riportata la “O” con un sbarra trasversale a cancellarla…

  • Carlo Gaetani

    Vedo che il mio racconto della MOC in Ancona è piaciuto. .. è quello che sentivo raccontare. .. un saluto Ezio

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Carlo carissimo è piaciuto anche a me e non mi apsettavo sinceramente tutti quei commenti. Congratulazioni e un abbraccio grande come il mare.

  • Rodolfo Costa

    ricordo che negli anni 71 72 73 a Taranto spesso avevamo vicino la M.O.C. non so se possa essere la stessa……io ero sulla Carlo Bergamini F593 ed a bordo c’era un cuoco civile che per arrotondare la giornata di mattina vendeva panini la parte di poppa è quella la ricordo bene la cucina era lì.
    buonanotte a tutti i frà.

  • Massimo Martizzi

    Sono stato imbarcato 15 anni su nave moc 1203 dal 1985 fino al disarmo mai avvertita presenza di fantasmi!!

  • Tommaso esposito

    salve , sono un ex MARO’ della M.O.C.1203 10°-89 ed ho fatto servizio ad Ancona sulla M.O.C. , nessuno sa dove sia andata in disarmo o se sia ancora in circolazione sotto altre mansioni???? GRAZIE

  • Carmelo Nunnari

    Trasferita il 18 giugno 2002 alla Marina albanese dove svolge compiti di nave officina

  • Balestra Claudio Vallebona (IM)

    sono stato della leva 4° 42 1962. dopo car e corso elettricsta imbarcato moc 1203 si trovava bacino La spezia (sost. motori) quindi poi di base La maddalena, ho foto del trasferimento e bagno in mare pasqua 1963 a giugno trasferito su Montecuccoli per periplo Africa.Non ho mai visto fantasmi,però ho patito la fame causa di un sarto trasformato in cuoco dopo 30 gg di scuola!!! (una decina di anni fà sul notiziaro della Marina casualmente ho letto un’articolo che la MOC 1203 era stata regalata alla romania per ostacolare l’immigrazione clandestina.
    saluti a tutti. sc.alett. Balestra Claudio

  • Gianluca Giannotti

    Ho fatto il sevizio militare su Nave Moc ad Ancona da giugno 1988 a maggio 1989
    Mai visto o sentito fantasmi ma mi piacerebbe ricontattare alcuni commilitoni

  • Nicola Palma

    Sono stato imbarcato sulla MOC 1203 per circa 20 mesi, fantasmi non ne ho mai visti, ma fa piacere sentire parlare della MOC 1203, bei ricordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *