Attualità,  Che cos'è la Marina Militare?,  Marinai,  Per Grazia Ricevuta,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà

Cornelio Scialdone Maresciallo di Marina con la vocazione del “salvamento”

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

massaggio cardiacoLo scorso 16 giugno a Vitulazio un uomo mentre faceva jogging è stato improvvisamente colto da malore.
Le urla dei vicini hanno attirato l’attenzione del Maresciallo della Marina Militare Cornelio Scialdone che si precipitava sull’accaduto e, dopo aver eseguito le prime e dovute procedure, realizzava che si trattava di un arresto cardio circolatorio. Il maresciallo si prodigava subito per la rianimazione cardio polmonare, in attesa dei soccorsi. Sul posto accorreva anche la moglie Teresa Natale con il defibrillatore e il signor Salvatore Vigliucci.
Eseguendo le procedure lo sportivo M.A. è stato defibrillato per ben due volte prima che il suo cuore desse segni di ripresa. Tutto è durato una ventina di minuti mentre poco M.A veniva trasportato presso l’ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere.
Oggi M.A. è a casa, circondato dall’affetto dei suoi familiari, senza aver riportato nessun danno collaterale.

Onorificenza a Cornelio Scialdone

Di seguito il commento rilasciato dal Dottor Nave:
incredibilmente rianimato con successo in mezzo alla strada dal M.llo Scialdone, che oltre ad evidenziare una estrema perizia conoscenza delle tecniche di rianimazione cardio polmonare, si adopera nella comunità in cui vive per diffondere e sensibilizzare cittadini ed istituzioni al problema della morte improvvisa cardiaca.
La soluzione a questo importante flagello consiste nel diffondere nei luoghi pubblici dei semplici e poco costosi apparecchi chiamati DAE (defibrillatori semiautomatici esterni) e addestrare al loro uso e alla rianimazione quante più persone possibili”.
E appena il caso di sottolineare che la redazione del blog è fiero di te Cornelio, di Teresa e di Salvatore ma anche della tua associazione che, con consolidata perseveranza, opera per il bene comune del territorio.

Cornelio Scialdone per www.lavocedelmarinaio.com

49 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    fieri di te Scialdone Cornelio, di tua moglie Teresa e di Salvatore ma anche della tua associazione che, con consolidata perseveranza, opera per il bene comune del territorio.

  • Virginia Federico

    Buongiorno per tutto il giorno a Voi della Marina Militare Italiana e ai questo fantastico Gruppo. Che ci sia buon vento per tutti ..Colgo l’occasione per AugurarVi un buon giovedì con un abbraccio ed un bacio….Virginia

  • Fabio Bione

    Standing Ovation per Scialdone Cornelio
    non puoi che essere orgoglioso di far parte di un gruppo di persone come lui che si dedicano agli altri, che invece di stare sul divano o farsi una partita di calcetto, usano il loro poco tempo libero per insegnare a salvare delle vite!
    Hai la mia massima stima!!!
    nr.1!!!

  • Danilo De Mattia

    Ed ecco la chiave di lettura di quello che intendiamo con cultura di primo soccorso, quello che porta a spenderci quotidianamente per divulgarla. Eccezionalità e normalità che si traducono in una vita umana salvata. Normalità perché QUESTA deve diventare la strada da seguire, perché QUESTO ci aspettiamo dal mondo. Eccezionalità perché è grazie alla coscienza civica ed alla preparazione di queste persone e di quello che fanno tutti i giorni, oggi si racconta un lieto finale. Complimenti a Cornelio, Teresa e Salvatore… E GRAZIE.. perché so cosa significa avere un familiare salvato da persone che hanno fatto lo stesso vostro gesto.

  • Cristiana Raspanti

    Complimenti Teresa Natale, Scialdone Cornelio e Salvatore Vigliucci, avete fatto la differenza

  • Pace Stefano

    Carissimo Elio Cornelio, orgoglioso di conoscerti! Continua così…non fermarti mai e ovviamente un sincero GRAZIE per quello che fai e per quello in cui credi!
    Ovviamente grazie anche a voi Teresa e Salvatore.

  • Spagna Giovanni

    Grande intervento del mio tutore e insegnante di
    (rcp nonché bls-d) Cornelio Scialdone,non potevo essere più fortunato di così…

  • Giosuè Perna

    Il nostro Formatore Cornelio Scialdone e Teresa Natale hanno saputo fare la differenza.

  • Giovannantonio Carusone

    La formazione, sopratutto del personale laico, risulta essere essenziale affinché casi come questo (leggi articolo) abbiano un lieto fine!
    La diffusione capillare dei defibrillatori dovrebbe essere intrinseca nella cultura di tutti! Invece in Italia aspettiamo la Legge… Per non rispettarla!

  • Alberto

    Il Sig.Salvatore Vigliucci è un valido istruttore BLSD SALVAMENTO ACADEMY nonché anch’egli un sottufficiale dell’esercito Italiano ….giusto per parconditio …. Complimenti a tutti

  • Michele

    Ciao Cornelio, sono Michele Capobianco un tuo frà Fr, ti ricordo con affetto perchè quando eravamo in sezione emergevi nettamente. Bravo e complimenti.
    Una abbraccio

    PS. Bravio anche Pancrazio

  • Umberto Maglione

    Salvare una vita non è da tutti e quindi complimenti per quanto hai fatto ed aggiungo che i complimenti per te valgono doppio perché da quanto ho letto a tuo riguardo oltre alla competenza dimostrata nella occasione è anche riportato che ti dedichi a coinvolgere anche altri persone affinché siano pronte a fare quanto da voi (la Signora) fatto e questo è molto importante.

  • Raffaele Lino Marra

    Grande non solo di statura ma anche di cuore …piacere di averlo conosciuto nel lontano 1985/1986 insieme a Piero Palagiano Pietro….

  • Massimiliano Moggia

    Davvero complimenti! Queste sono notizie che devono avere la massima diffusione per sensibilizzare sull’argomento del primo soccorso. Per esempio, sul lungomare a Le Grazie (Portovenere), sono presenti due colonnine dotate di defibrillatore con relative istruzioni d’uso.

  • Francesco Lupo

    Grazie, Ezio.
    Per Taranto, questione, vecchia, io mi sono battuto per questo, qui e` gestito da civili, ed io co I componenti del raduno di qualche anno fa`, essendo di sabato e domenica, anche a costo di pagare noi lo straordinario, nn e` stato possibile, visitarlo.
    Ho fatto presente questo al Direttore dellArsenale, che siccome la gente e` libera solo nel fine settimana pertanto solo in questi due giorni potrebbero visitare il museo
    Ma I custodi essendo civili non lavorano, allora a che serve
    Questo museo? Cmq volendo il problema sarebbe risolvibile, dando la custodia ai militari, punto

  • Cornelio

    Salve a tutti Voi, Vi ringrazio di cuore leggervi e un grande piacere e non vi nego che leggere alcuni di Voi mi avete commosso, ricordi di anni di servizio e tanto altro, un Onore per me, vi vorrei stringere la mano e offrire un caffè per vedervi e ricordare i bei tempi. Quello che ho fatto lo rifarei altre mille volte, ora vedere un papà che sta con i propri bambini (due figli) la moglie, 35 anni stare li a terra in Arresto Cardio Circolatorio infarto miocardico, morte certa, non ho mollato un attimo ho creduto in quello che ho fatto ho rianimato per 24 minuti e scaricato 2 volte con il defibrillatore. Ringrazio il Signore e mia moglie che mi e stata vicina – e grazie anche a voi per le belle parole che mi avete lasciato – Cornelio Scialdone mi piacerebbe avere la vostra amicizia anche su Facebook chi ha voglia mi cerchi. Buona Serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *