Attualità,  Marinai,  Racconti,  Recensioni,  Velieri

E’ il Vespucci

di Roberta – ammiraglia88
www.mondovespucci.com
www.ammiraglia88.it

… riceviamo e pubblichiamo (con notevole ritardo nell’augurio di essere compresi e perdonati dall’autrice) questa bellissima dichiarazione d’amore alla nave più bella del mondo!
P.s. Grazie Roberta per la cartolina e per la compagnia.

Roberta-Ammiraglia88-per-www.lavocedelmarinaio.com-Copia
Venezia è sempre Venezia: peculiare, stupenda!
Visto che il Vespucci ha ripreso la navigazione dovevo incontrarlo ed ho colto l’occasione per andare due giorni in quel porto e realizzare così anche un sogno: trascorrere una notte a Venezia! Quella città è talmente particolare che deve essere vissuta in ogni stagione, in ogni momento ha sempre qualcosa di diverso da offrire.
Il gruppetto iniziale era fatto di 7 amiche: Venezia – Vespucci, un abbinamento da non perdere!
Con l’approssimarsi della gita purtroppo due si sono dovute arrendere. Siamo perciò partite solo in cinque.
La prima destinazione era Riva San Biagio, dove era ormeggiata la Signora dei Mari. Le visite iniziavano alle 14.30, perciò … pranzo con “vista nave”!
Alle 12 c’erano già persone in fila!

la polena di nave Vespucci in ormeggio a Venezia

Quando abbiamo visto che aumentava ci siamo messe in coda. Nel giro di poco i visitatori in attesa sono aumentati enormemente … un’onda umana che iniziava dal ponte nei pressi del veliero e arrivava all’altro ponte. Era proprio come un’onda, perché non era “fila per uno”, ma era composta in media da tre o quattro persone che, come noi, per parlarsi erano affiancate. Mentre attendevamo è passato un ufficiale e, mano a mano, ci salutava e ci dava il benvenuto.
In proposito avevo scritto tempo fa “la cortesia degli equipaggi”. La cortesia che contraddistingue l’equipaggio è incredibile, c’è sempre una grande attenzione verso i cittadini e, come dico io, “ce ne vuole di pazienza a trascorrere intere giornate con tutta quella gente” con personalità diverse e spesso impazienti. Con file di quel tipo è un attimo che qualche animo si scaldi un po’, ma i nostri marinai a terra erano molto attenti anche a questo.
A bordo il consueto ordine, pulizia, ottoni lucidi. Dopo aver visto certe foto dei lavori, temevo di non poterla rivedere smagliante come prima! Invece è perfetta e non dimostra i suoi 85 anni! Anche in coperta ho potuto appurare l’attenzione verso i visitatori. Io, in particolare, avevo chiesto una informazione ad un “marinaio”; lui, e poi anche un suo collega, si sono preoccupati subito di aiutarmi. Grazie!

saluti da Venezia a www.lavocedelmarinaio.com

Quando siamo scese abbiamo potuto constatare che la fila, che avanzava costante, comunque si continuava a ricreare sempre oltrepassando quel secondo ponte.
La nave quella sera sarebbe stata visitabile al pubblico fino alle 21.30. Non c’erano dubbi che dovevo tornare a fare un giro in serata, anche per fare qualche foto notturna. Dopo cena, ormai “distrutte”, ci siamo dirette verso l’Arsenale, con la speranza che non ci fosse fila.
Mi sbagliavo! Alle 22 ce n’era ancora!
Il fascino di quel veliero è indiscutibile. Mi sono tornate in mente le parole del pomeriggio, quando a bordo avevo fatto una domanda (immaginavo già la risposta) ad un ufficiale: “Questa sera torno a fare qualche foto notturna, pensa che ci sarà meno fila?”
La sua risposta, che credo non dimenticherò mai, è stata questa: una espressione del viso molto esaustiva, seguita da un sorriso e quattro, solo quattro parole: “Eeeeh! … E’ il Vespucci!”
E io … concordo!

nave Vespucci in notturna - www.lavocelmarinaio.com

12 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *