Navi,  Recensioni

4 aprile 1928, nel cantiere navale di Castellammare di Stabia veniva varata la regia nave scuola Cristoforo Colombo

a cura A.N.M.I. Stabia

…a Castellammare di Stabia c’era un arsenale che costruiva navi, e adesso?

4.4.1928 varo regia nave Colombo - www.lavocedelmarinaio.com

16 commenti

  • Maritino Valiante

    mi sembra che se la presero i russi come risarcimento di gurra menomale che non videro la vespucci altimenti…….

  • Gianluca Bracali

    qualcuno insinuò che al momento della cessione ai russi gli italiani avessero barato e scambiato le due navi gemelle

  • Nicola Alessi

    terribile destino per quella fantastica nave …, ceduta ai russi … gli vennero tagliati gli alberi e venne utilizzata come nave da trasporto per legname e carbone su e giù per il volga fino alla sua fine, a causa di un’incendio …

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Sergio a te e a tutti …come un buon modellista non ti sfuggono i particolari. Un abbraccio a tutti e speriamo in tempi migliori per la nostra marineria

  • EZIO VINCIGUERRA

    C’era una volta un arsenale che costruiva navi e c’era anche qualcuno che si ricordava degli eventi più gloriosi da celebrare o ricordare, e adesso?

  • Filippo Bassanelli

    Grazie ad Antonio Cimmino e agli amici stabiesi che, come noi, non dimenticano

  • Luigi Agneto

    C’ ERA UNA VOLTA UN’ARSENALE CHE CI INVIDIAVA IL MONDO INTERO. DA LI’ SONO USCITE LE PIU’ BELLE NAVI DELLA MARINA MILITARE MA ERANO ALTRI TEMPI.LA CONTINUA RINCORSA AL RISPARMIO HA FATTO DECADERE AL MASSIMO QUEL CANTIERE MA LA COLPA LA DAREI ALLE INDISCRIMINATE DECISIONI DEI VARI GOVERNI A FAVORIRE SEMPRE PIU’ I CANTIERI DEL NORD RISPETTO A QUELLI DEL SUD.

  • Giuseppe Amarante

    Cmq la colombo e la Vespucci furono imitate dal vascello monarca nave costruita a Castellammare dedicata a re Ferdinando 2 un vero capolavoro di primato prima nave a propulsione a elica a motore. Purtroppo il popolo stabiese non sa niente perché condizionato dalla italidiodità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *