Attualità,  Che cos'è la Marina Militare?,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà

Il degrado del monumento al marinaio di Taranto

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Ezio-Pancrazio-Vinciguerra-www.lavocedelmarinaio.com_10L’opera, donata alla Città dei due mari dall’ammiraglio Iachino prima della sua dipartita, versa in pessime condizioni.
La cancellatura della dedica, operata da ignoti con picconate o altro arnese (a prima vista sembrerebbe pittura, ma non lo è), richiede un intervento di livellamento della superficie per riportare la scritta alle sue origini.
Già nel 2011 ci furono segnalazioni al Comune, al Comando Marina Sud (ex Maridipart Taranto che tra l’altro dista a circa 50 metri) che documentavano lo sfregio e lo stato in cui versava e versa questo monumento tanto caro a generazioni di Marinai ma anche ai rassegnati cittadini tarantini.

Il monumento del Marinaio a Taranto - www.lavocedelmarinaio.com

Non si cercano colpevoli a cui additare questo e altri scempi (si legga anche il monumento di Luigi Rizzo a Milazzo oppure la cancellazione e re-intitolazione della ex via Nazario Sauro a Corato (Bari), il monumento Nazionale ai Marinai di Brindisi, la fontana del Bernini o la Navicella di Roma, ecc. ecc.), come i cittadini di buona volontà soffriamo per la “dignità persa” di una nazione e siamo stufi di sentirci ripetere sempre la stessa tiritera “non ci sono soldi…”
Il menefreghismo è legittimare colui o coloro che hanno voluto questi sfregi, il menefreghismo nostro è legittimare l’ipocrisia delle autorità (civili, militari e religiose) che nelle ricorrenze solenni portano una corona ai monumenti o, ancor peggio, benedicono in nome di Dio facendo finta di nulla.
La dignità di una nazione non è manna piovuta dal deserto e neanche una astratta emozione. La dignità di una nazione è quella che il popolo, sovrano per sancita Costituzione, deve avere in una conclamata democrazia, e non vi è scusa, no, non vi è ragione per affidarla a dei puttanieri, ladri e peccatori.

La base vilipesa del monumento al Marinaio di Taranto - www.lavocedelmarinaio.com
A Taranto e nell’Italia, soffia il vento inquinato e tempestoso della bugia.
La dignità di una nazione non può essere affidata a questi “pirati”, la dignità non può e deve essere vilipesa dalla decadenza di una casta ormai agonizzante che trova interesse solo per le grandi opere pubbliche e non vede, nella quotidiana ordinarietà, la sofferenza della gente di buona volontà e l’insofferenza di altri soggetti…
Spero che i germogli di queste mie esternazioni giungano a chi ha ancora “dignità” e che rendano innocui i mentitori di professione.
Un popolo che non ha “dignità”, che non riconosce la sua storia e che non arrossisce alla vergogna è un popolo destinato a soccombere.

88 commenti

  • Carlo Casagrande

    L’ho visto, ultimamente, durante un giro in bici da quelle parti e sono rimasto male vedendo lo scarso rispetto per un’opera che simboleggia una parte considerevole della vita di questa città, i Marinai…inoltre a quel monumento mi sento particolarmente legato, il giorno dell’inaugurazione, 4 novembre 1973, ero sul Veneto,con tutta la squadra, alla fonda in mar grande, con un tempo da lupi, tanto che la sera, avemmo seri problemi per tornare a bordo.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Siamo diventati un popolo che non arrossisce alla vergogna e per questo siamo destinati a soccombere perché l’unica cosa in cui crediamo è il profitto personale

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie Edoardo Medini a te a chi sta commentando e condividendo in rete questo scempio. Un abbraccio a tutti grande come il mare

  • Pier Alberto Possati

    A chi spetta ripristinarlo , faccia in fretta . Un appello a Gioventù Nazionale Taranto .

  • Michele Dammicco

    ….ma oltre al monumento al Marinaio sono centinaia i Monumenti ai caduti in stato di abbandono…scritte dei caduti illeggibili e m oinumenti sporchi…..e ricordo anche che a CORATO hanno cancellato il nome di NAZARIO SAURO da una via cittadina!

  • Adriano Parabita

    Dato che i soliti vandali continuano a vandalizzare la Nostra Nazione…. e dato che le Forze Armate sono state ridotte per creare da Nullafacenti la Protezione Civile per far sparire soldi. Essendo di Taranto e vivo a Roma… Pensò che c’è un UNICO sistema… Prendere tutte le Persone che fanno parte dei blackbloc, dei centri Sociali , e tutti le Persone che vivono ai margini della legge… Delinquenti.. Si mettono in catene con la palla al piede e si fanno lavorare e recuperare i danni nelle città; così capiranno cosa significa tenere pulita una città, dimenticavo è colpa di ognuno di Noi che il degrado…. Perché si inquina con industrie non a norma, con il fumare, con riscaldamento acceso, con buttare tutto quello che si a per le mani che non serve per terra. Quindi la colpa è di tutti anche chi dice le competenza aspettano a tizio a Caio….

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buongiorno carissimi, prima di pubblicare ci ho pensato e ripensato.
    Credetemi, ho impiegato tantissimo tempo a “smussare” le parole per cercare di non offendere nessuno ma per scuotere le coscienze ed i cuori di molti che come noi credono in qualcosa o qualcuno…
    Già da ieri sera mi sono pervenute richieste di apprezzamento ma anche di “vessazioni”.
    Torno a ripetere che non si cercano colpevoli a cui additare questo e altri scempi (si legga anche il monumento di Luigi Rizzo a Milazzo oppure la cancellazione e re-intitolazione della ex via Nazario Sauro a Corato (Bari), il monumento Nazionale ai Marinai di Brindisi, la fontana del Bernini o la Navicella di Roma, ecc. ecc.).
    Noi, come i cittadini di buona volontà, soffriamo per la “dignità persa” di una nazione e siamo stufi di sentirci ripetere sempre la stessa tiritera “non ci sono soldi…”
    A Taranto e nell’Italia, soffia il vento inquinato e tempestoso della bugia.
    Ripeto e sottoscrivo:
    “Spero che i germogli di queste mie esternazioni giungano a chi ha ancora “dignità” e che rendano innocui i mentitori di professione”.
    Al momento sono stati informati dal sottoscritto i vertici della Marina ma il monumento è stato donato all’Amministrazione Comunale di Taranto e mi auguro che non sia sotto tutela delle cosiddette “belle arti” perché i tempi della burocrazia chissà per quanto tempo si allungherebbero ancora.
    L’ARTICOLO E’ STATO PUBBLICATO VOLUTAMENTE IN QUESTO PERIODO DI NATALE E DI QUEST’ANNO “MISERICORDIOSO” PER RISVEGLIARE IL CUORE E L’ANIMA DAI TORPORI DI QUESTO LETARGO CHE COME UN “VIRUS” STA CORRODENDO LE FONDAMENTI DEL NOSTRO ESSERE UN POPOLO DI SANTI, POETI E NAVIGATORI.

  • Adriano Parabita

    Sono D’accordo! Nel 1976 ho lottato attivamente contro il mostro dell’inquinamento di Taranto … ( Ilva + Governo+ Vista). Che funzionava a tutta birra. mare e cielo neri. Ma tutti pensavano a riempirsi le tasche; lasciando le campagne e le piccole attività per costruire case ed accumulare soldi con doppi turni di lavoro. Poi passato gli anni Taranto cadde nel degrado più assoluto ..in tutti i sensi poi venne CITO e ristabilì l’ordine e un aspetto decoroso alla città… Il famoso mostro passato ai privati… Ha diminuito al minimo la produzione… Vendendo la produzione attiva ad altri paese come il Giappone, Brasile, Cina, Cile ectect.. Il mare è il cielo è ritornato limpido… Poi sono arrivati gli ecologici per far sparire i soldi parlando di fantascienza come hanno fatto in altre città.. Tutto fumo e niente arrosto. Il Giappone venne negli anni 70 osservarono e costruirono le acciaierie nel loro paese con sopra i giardini e prati per portare a passeggio i bambini… Niente smog! Se realmente si voleva il bene del MONDO chi tira i fili poteva non usare prodotti nocivi ed applicare l’elettromagnetismo .. Però Nessuno a mosso un dito. A Taranto i Ben Pensanti hanno solo fatto DANNI con la collaborazione di TUTTI i CITTADINI..compresi coloro che hanno firmato decreti per agevolare l’industrializzazione e costruire senza nessun controllo… La Politica e i loro sudditi hanno Rovinato il Mondo intero per il proprio egoismo e sete di POTERE… A Tutti i cittadini ONESTI come Te …Auguro un Felice e Sereno Natale a Tutti gli altri che hanno remato contro… Gli dico di affogarsi in mar piccolo per dar da mangiare alle cozze… Dimenticavo visto che è Natale… Le navi Militari sono state tolte dal Mar Piccolo… perché qualcuno voleva far diventare un portò per le Navi COSTA. Con l’aiuto del governo ( questo nome ritorna)…. Quindi per concludere NATALE per ME è TUTTO l’anno …. Nei giorni di Festività… Pensò ai danni della ipocrisia degli esseri Umani…

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buongiorno Alessandro Achille Burla è stata proprio ridenominata la via già intitolata a Nazario Sauro. In attesa di ricevere documentazione da Michele Dammicco e di altri soggetti / Enti per un probabile prossimo articolo sono certo che lo stesso potrà dirti come si chiama adesso la via.
    Viviamo nell’indiferrenza e nell’unico credo del profitto il resto non conto niente…

  • Alessandro Burla

    Che schifo..uno dei più grandi e puri eroi della Grande Guerra e quindi del Risorgimento tolto tra l’indifferenza generale. Ma del resto noi a Spezia abbiamo vie intitolate a carneadi cani e porci ed a Guglielmo Marconi abbiamo intitolato una buia ed abbandonata via della zona collinare. Purtroppo siamo una nazione che ha smarrito il proprio orgoglio. Ci meritiamo di essere presi a calci…

  • Antonio Zottola

    scusa per essermi entrato nel tuo profilo e si Marinai per la vita e io che posso ora dire e parlare voglio un po’ di rispetto per la divisa che portavo e della vita che ora sto facendo..

  • Silvia Lucia

    Buon giorno e buona festa. Per me lavorativa, come molte ormai. Nelle pause mi godo un pò delle vecchie glorie della notra M.M. che pubblica nella sua pagina e nella Voce del Marinaio; mi aiuta a ricordare che, se non possiamo essere orgogliosi degli Italiani di oggi, siamo pur sempre figli di grandi ITALIANI. Visto che spariremo come popolo, soffocati dal meticciato, queste pagine assumono un valore ancora maggiore.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buongiorno Silvia, grazie per i complimenti che spero di meritarmi.
    In verità quando inizia questa esperienza sul web non mi aspettavo tante condivisioni. Hai ragione da vendere quando affermi che non ci ricordiamo più della nostra storia e del nostro passato.
    E’ anche vero che con la caduta del muro di Berlino prima e la cosiddetta globalizzazione viviamo una fase di assestamento geo politico che non sappiamo dove ci farà approdare…
    Grazie ancora e un abbraccio grande come il mare.

  • Domenico Cicco

    Caro Pancrazio,
    ho avuto modo di apprezzare l’amore e l’impegno che quotidianamente stai dedicando alla vita della Marina (uomini e mezzi) di ieri e di oggi . Dovrebbe essere lo Stato Maggiore fare propria questa pagina.

  • Roberto Tento

    Doveva succedere prima o dopo, l’amore dei tarantini verso la Marina e’ fatto di amore e odio…la Marina non esiste piu.esempio il monumento e non solo..

  • Italo Monsellato

    Incredibile caro Ezio Pancrazio Vinciguerra che esista gente capace di fare cose simili……..

  • Antonio Pascale

    ma il sindaco è stato assolto, portava la pistola si ma ad una riunione privata… che in realtà era pubblica.

  • Vincenzo Lo Iacono

    Ezio Caro: Oramai in Italia è Tutto un Degrado!! Hanno profanato Ogni cosa senza neppure provare rimorso per l’ignobile agire!! Ritornare ai passati Splendori Economici, Sociali, Umani e Morali sarà un compito MOLTO ARDUO!! Buon natale e Buon Anno a Te e Famiglia!!!

  • Sebastiano Terracciano

    …credo non interessi moltissimo neppure a chi invece dovrebbe essere preposto a far si che un tale degrado non possa eesere messo in atto impunemente…

  • Franco Scardino

    Non a caso siamo la terzultima città vivibile, per qualche imbecille, questa e l’immagine che diamo alla nostra città.

  • Giorgio Cuccu

    Se il comune non fa niente siano almeno gli amici Marinai Tarantini a fare qualcosa… del resto è il loro monumento

  • Andrea Paleologo

    Anche se li prendono non gli fanno niente. C’è sempre qualche giudice pronto a capirli e considerarli artisti.

  • Iachino Portelli

    Ormai non mi meraviglio di nulla… nranche del fatto che Maridipart o come hanno deciso di chiamarlo adesso… ignori l’accaduto pur vedendolo tutti i santi giorni…

  • Pasquale Biancospino

    possibile che si siano perse tutte le telecamere di sto mondo?Comunque, chi opera certi sfregi è impotente, fallito, ricchione e figlio di gran puttana…

  • Amleto Gabellone

    Restaurare, recintare e puntare una telecamera. Arrestare e punire i primi che trasgrediscono e rendere pubblica la notizia. I vandali pecoroni tarantini andranno a sfogarsi su un altro bene pubblico. Ed il ciclo continua…

  • Roberto Tento

    No Comment..fra’ Ezio Pancrazio Vinciguerra…l’ho visto purtroppo…penso che con i problemi attuali di Taranto e’ il minimo che possa succedere..

  • Raffaele Napolitana

    Caro Ezio, se ricordi. Ti parlai del nostro Medagliere. Ed è quello che sta succedendo anche al nostro Monumento. Non si tratta di Rossi, bianchi e neri (tendenze politiche) si tratta solo di un VERO E PROPRIO MENEFREGHISMO POLITICO E MILITARE.

  • Giuseppe Esposito

    mi dispiace. L’anno scorso sono stato in “pellegrinaggio” a Taranto, (quest’anno sarà la volta di La Spezia) ove ho visto lo stato in cui è ridotta la mia Marina e potei notare lo scempio di questo monumento. Non sono i soldi a mancare, bensì la volontà da parte della autorità civili e militari. So che a Taranto proprio la Marina, con proprio personale prese in custodia il Castello apportandovi degli interessanti nonchè molto apprezzati lavori di restauro. Per il Monumento, niente?

  • Raffaele Napolitana

    Gentile Giuseppe, noi del Gruppo ANMI di TARANTO eravamo e siamo a conoscenza del degrado al Monumento ai nostri Marinai. Purtroppo le nostre avvisaglie non sono servite a nulla. Questo argomento verrà discusso in una nostra riunione chr terremo subito dopo le festività.colgo l’occasione x porgere i miei auguri di Buon Natale a tutti voi del clan

  • Giuseppe Esposito

    non era mia intenzione muovere alcun appunto al Gruppo Anmi di Taranto. Semmai, contattate chi sta a capo dei restauratori del Castello, giusto semmai potesse dare qualche consiglio. Ringrazio per gli auguri e spero che in una prossima mia venuta di vedere il monumento rifiorito a nuova vita.

  • Raffaele Napolitana

    Io invece la devo ringraziare dell’ ottimo consiglio. La persona da lei proposta potrebbe darci una mano . È vero quello che si dice di noi Marinai (promesse di Marinaio) ma faremo del nostro meglio .

  • Giuseppe Esposito

    Se doveste vederla quella persona, vogliate porgergli i miei più cari saluti da parte di Capo Esposito.

  • Giuseppe Orlando

    Penso che sia arrivato il momento per dire basta ad una certa politica scellerata – menefreghista – egoistica e opportunistica – si è tartassati e umiliati non vediamo nulla di promettente- ne per il presente ne per il futuro – – Il monumento al Marinaio di Taranto è un simbolo importantissimo – per altro donato da Un Signore dei mari l’Ammiraglio Jachino che la guerra l’ha vissuta sulla sua pelle da protagonista – ricorda i tantissimi giovani Marinai che sono morti durante la 2^ guerra mondiale -Oggi con il Suo degrado è palese che non c’è alcun rispetto – VERGOGNA .

  • Raffaele Napolitana

    Condivido perfettamente quanto da lei descritto. Noi del Gruppo ANMI faremo il possibile affinché il Monumento a ricordo dei nostri Marinai venga ripristinato come quando ci venne Donato dal grande AMM . IACHINO Colgo l’occasione x P orgerle gli auguri di Buon Natale

  • Giuseppe Esposito

    ..a mio parere,….se si vuole prendere la questione di petto, sarebbe opportuno che qualcuno del settore facesse un preventivo circa i lavori da effettuare. si dovrebbe interessare la presidenza e quindi, poichè il monumento è di tutti i marinai e quindi di tutta Italia, si potrebbe indire una sottoscrizione facoltativa con il ricavato della quale dar via ai lavori di restauro. Tutto ciò con la massima trasparenza. Intanto sarebbe opportuno un incontro col Santo Protettore del Castello

  • Raffaele Napolitana

    Mi farò carico della sua geniosa idea. Ho già informato il mio Presidente il quale mi ha rassicurato che dopo le festività l’ argomento verrà discusso in riunione .Non ho il potere assoluto , ma le posso assicurare che il.mio Gruppo e’ così coeso da ottenere una positiva risoluzione al restauro del Monumento a ricordo dei nostri Marinai

  • Giuseppe Esposito

    …assolutamente niente di genioso, sicuro della riuscita dell’impresa, rinnovo auguri buone feste e…… diamoci del tu.

  • Sergio Forte

    e pensare che la marina da da mangiare a questi animali ma purtroppo l’ignoranza non ha limiti …

  • Raffaele Napolitana

    e pensare che la marina da da mangiare a questi animali ma purtroppo l’ignoranza non ha limiti …

  • Rosa Fiorillo

    Solo degli scellerati Possono deturpare certi valori importanti x il nostro paese e l´orgoglio della Marina…..Tolleranza zero x certi vigliacchi!!!

  • Egidio Alberti

    Caro Ezio, come è tuo stile hai fatto un eccellente lavoro su una notizia che mi era stata anticipata per telefono dall’ amico Giuseppe Orlando. Condivido pienamente quanto scritto da te e dai numerosi lettori che hanno commentato in maniera esauriente lo scempio fatto al monumento al Marinaio di Taranto. Se fossi ancora a Taranto, anche se in pensione da 23 anni, mi sarei attivato per creare una squadra di volontari per la la soluzione “concreta” del problema, come è sempre stato nel passato il mio stile di vita. Il mio CREDO, in cui cercavo di coinvolgere collaboratori e dipendenti, era: “Non esistono problemi senza soluzione se c’ è la volontà di risolverli. I problemi vanno risolti con i mezzi a disposizione senza trincerarsi dietro messaggi inviati al Ministero o agli Arsenali, che comunque vanno tenuti informati. Se avessi tempo di scrivere le mie memorie potrei citare centinaia di casi a bordo (25 anni di imbarco) o a terra nelle varie destinazioni a Taranto-Roma-Brindisi- Sardegna conclusIsi sempre in maniera positiva , senza “rimproveri” dalle SS.AA. ma anzi con lusinghieri apprezzamenti di cui sono orgoglioso. Cito ad esempio la bella dedica fattami sulla foto con lo stemma del corso dagli Allievi del corso SJO.HOKAR. con cui ho fatto la prima crociera addestrativa al comando di Nave DUILIO (1980): “Abbiamo imparato che dove non arrivano gli strumenti e le macchine arrivano la forza e la determinazione di un uomo. f.to SJO. HOKAR.”…Bravo Ezio, sei encomiabile, cerca di navigare sempre con il vento in poppa.

  • Raffaele Napolitana

    X il Monumento sono certo che lo stesso verrà ripristinato come dalle sue origini volute dal Grande Amm. JACHINO. Noi del Gruppo ANMI faremo sentire Le nostre e di tutti gli Italiani Le proteste a chi DI competenze.

  • Lorenzo Abbruzzi

    Lavoro a 30 metri dal monumento, precisamente a Marina Sud. Ho letto il post pubblicato dall’Ammiraglio Egidio Alberti su Facebook inerente questo articolo, e questa mattina al mio rientro al Comando ho chiesto lumi per capire a quale organo compete la manutenzione del monumento, mi è stato risposto il Comune. Premetto che noi che gestiamo il canale navigabile le uniche azioni che possiamo purtroppo intraprendere, sono solo quelle eventualmente, di sostituire eventuali lampade non funzionanti, cosa che abbiamo peraltro fatto più volte.

  • Luigi Agneto

    E’ IL MONUMENTO CHE CI SALUTAVA AD OGNI ENTRATA E USCITA DALLA NOSTRA BASE DI TARANTO. PECCATO CHE CIO’ NON AVVENGA PIU’.

  • Francesco Ortega

    e una vergogna ma abbiamo i capi che ci meritiamo ! siamo morti e ancora non lo sappiamo

  • Michele Di Liberto

    IL MONUMENTO VA AI SOCI FARE MANUTENZIONE SE IL MONUMENTO E STATO DONATO ALLA CITTA’ E IL COMUNE CHE DEVE FARE MANUTENZIONE

  • Capelli Bruno

    Sul discorso della manutenzione siamo d’accordo ma è l’ inciviltà che incalza che fa paura. Ciao a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *