Attualità,  Che cos'è la Marina Militare?,  Curiosità,  Il mare nelle canzoni,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Raduno Veterani Sommergibilisti – Rimini 24/27 settembre 2015

di Lgt(r) Italo Monsellato – Lorenzo Gasparetto



A V V I S O   A I   N A V I G A N T I

Cari amici, colleghi, veterani sommergibilisti, è con immenso piacere che annunciamo il nostro raduno che si celebrerà  a Rimini dal 24 al 27 settembre 2015.
Ulteriori notizie si possono trovare sulla pagina facebook:
https://www.facebook.com/groups/1591913751020286/?fref=ts

24-27.9.2015 a Rimini raduno veterani sommergibisti - www.lavocedelmarinaio.com
Inno dei sommergibili - www.lavocedelmarinaio.comla canzone dei sommergibili 1 - www.lavocedelmarinaio.comla canzone dei sommergibili 2 - www-lavocedelmarinaio.comla canzone dei sommergibili 3- la vocedelmarinaio.com

Vino del Sommergibilista - www.lavocedelmarinaio.com

30 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    Un abbraccio a tutti i partecipanti il raduno e uno in particolare a Gasparetto e Italo Monsellato

  • Enzo Arena

    Ormai è da qualche anno che sono in pensione ma pare che, a detta dei miei, io continui ad avere a casa quel comportamento che secondo loro, avevo quando ero in servizio.
    La deformazione professionale.
    E’ mi succede ormai da qualche tempo,
    la deformazione un po’ professionale,
    che torno a casa e avanzo le pretese.
    Voglio il controllo di tutto il personale!
    La moglie le figlie ed i nipoti
    mi guardano perplessi e frastornati,
    ma a me sembra normale controllare
    se sul “registro di casa” son smarcati.
    Dice mia moglie che giro per controlli.
    Conto le stanze, il bagno, il lavandino,
    scendo in cantina, controllo il lavatoio,
    e sul terrazzo i panni allo stendino.
    Ogni mattino alle otto ho l’assemblea.
    Non sopporto ritardi o le lunghe attese.
    Metto a rapporto ma come sempre accade,
    mi mandano puntuali a quel paese.

  • Salvatore Rizzo

    Enzo, se questo può consolarti, non sei il solo ad essere mandato a quel paese. Un abbraccio

  • Mauro Giammello

    Anch”io voglio fare i migliori auguri a tutti e sono avvilito di non poter rivedere tanti amici ma in contemporanea si svolge il 40ennale del mio corso in accademia. Un saluto ed un abbraccio e non lesinate le foto

  • Tore Sechi

    Ciao Ezio Pancrazio Vinciguerra, sto partendo a prendere la nave per Livorno , domani direzione Rimini.

  • Enzo Arena

    Sto pensando al prossimo Raduno dei Sommergibilisti.
    Raduno Sommergibilisti.
    Mancano giorni
    al tempo tanto atteso.
    Tanti fratelli
    dello stesso mare.
    Nella mia mente
    affiorano i ricordi…
    Per qualche giorno
    il tempo può sostare.
    Leggeri i cavi,
    siam pronti a ripartire!
    Caldi i motori
    e libera la prora.
    Da tanto tempo manca
    il nostro abbraccio.
    Siamo fratelli
    e il palpito c’è ancora.
    Lo zaino è pronto.
    E’ pieno di emozioni.
    C’è dentro il petto,
    un delfino ed un battello.
    C’è tutto un mare,
    c’è un cuore palpitante.
    C’è anche stavolta,
    purtroppo, un fiocco giallo.

  • Enzo Arena

    Cari amici, è ovvio che anch’io ringrazio tutti.
    Ringrazio tutti gli amici intervenuti e quelli che non hanno potuto essere con noi (so che per loro è stata dura non poterci riabbracciare…li abbracceremo alla prima occasione che si presenterà).
    Ringrazio gli organizzatori che hanno faticato tantissimo perché noi potessimo riabbracciarci, ma sento anche il bisogno di ringraziare particolarmente chi, qualche anno addietro, accorgendosi che stavamo sparsi per il mondo ma non ci incontravamo mai e, percependo il desiderio che avevamo tutti di incontrarci ancora, ha dato l’avvio a questi nostri inconti che ormai sono diventati annuali.
    Grazie perché, senza tanti clamori, è sempre con noi ed è un grande punto di riferimento.
    Il facente funzioni di Decano.
    Ha chiuso i battenti
    il Gran Raduno
    e mesto mesto a casa
    son rientrato.
    Non scompongo
    la mia sacca perchè è piena.
    Molto più piena
    di quando son partito.
    Di emozioni, di affetti
    e caldi abbracci.
    Di ricordi vissuti
    e mai sopiti.
    Di uomini esperti,
    pieni di salsedine.
    Di sentimenti
    sempre più attecchiti.
    Bianchi gabbiani
    liberi nel cielo,
    e nel contempo delfini
    in mezzo al mare.
    Prima fratelli,
    sparsi per il mondo,
    ma anche gregge
    in cerca di un pastore.
    Ci ha cercati
    e raccolti ad uno ad uno.
    Ci ha aiutati
    a riprenderci per mano.
    C’era di mezzo
    il cuore e… lo ha capito
    il “facente funzioni”
    di Decano.

  • Raimondo Restivo

    Ragazzi a febbraio 2016 vado in pensione se ho la salute partecipero’ ai prossimi raduni dei Duilini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *