Attualità,  C'era una volta un arsenale che costruiva navi,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà,  Storia

28 settembre1943 affondamento della regia nave Giulio Germanico

a cura di Antonio Cimmino e Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

A SALVATORE GIRONE, MASSIMILIANO LATORRE E A TUTTI I LEONCINI DEL SAN MARCO

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com
Giorni di sequestro …infiniti.

Noi al fianco dei nostri Fucilieri di Marina
.
Per mare , Per terram … intelligenti pauca!

C’è chi costruisce, chi distrugge, chi recupera e preserva, chi crede e chi decide di non decidere.

28.9.1943 incrociatore Giulio Germanico - www,lavocedelmarinaio.com copia
Il 28 settembre 1943 venne affondato dai tedeschi nel cantiere navale di Castellammare di Stabia (Napoli) il regio incrociatore Giulio Germanico.
Tra il 1950 e il 1956 l’unità fu recuperata e venne ricostruita interamente come cacciatorpediniere.
Venne chiamato SAN MARCO e fu radiato definitivamente nel 1971.

28.9.1943 varo del regio incrociatore Giulio Germanico - www.lavocedelmarinaio.com

8 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    A SALVATORE GIRONE, MASSIMILIANO LATORRE E A TUTTI I LEONCINI DEL SAN MARCOGiorni di sequestro …infiniti.
    Noi al fianco dei nostri Fucilieri di MarinaPer mare , Per terram … intelligenti pauca!
    C’è chi costruisce, chi distrugge, chi recupera e preserva, chi crede e chi decide di non decidere.
    Il 28 settembre 1943 venne affondato dai tedeschi nel cantiere navale di Castellammare di Stabia (Napoli) il regio incrociatore Giulio Germanico.Tra il 1950 e il 1956 l’unità fu recuperata e venne ricostruita interamente come cacciatorpediniere.Venne chiamato SAN MARCO e fu radiato definitivamente nel 1971.

  • Antonio Bressan

    Caro Ezio, è grazie a te e ad altri Marinai, me compreso, che riusciamo a tenere viva la storia e le gesta di chi ci ha preceduto. Il nostro Medagliere è pieno di M.O.V.M e di M.A.V.M. personaggi che col loro sacrificio anno reso onore e grandezza alla nostra Nazione e alla nostra Marina, senza dimenticare tutti i Marinai che dormono un sonno tranquillo in fondo al mare,ONORI. ONORI ai nostri Maro’ che col loro sacrificio stanno dimostrando al mondo intero di che pasta siamo fatti noi MARINAI D’ITALIA. Mi fermo qui. sono certo se no, che andrei a polemizzare contro chi ha grosse responsabilità al riguardo. Un abbraccio a tutti i miei fratelli e sempre buon vento in poppa.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Antonio Bressan, grazie per queste bellissime tue parole che arrivano dritte, dritte al cuore. Mi scuso per il ritardo nella risposta (spero di essere compreso e perdonato … siamo in tantissimi).
    Sono certissimo che un abbraccio grande come il mare ed il cuore dei marinai di una volta come noi se non altro aiuta a lenire le sofferenze dei nostri due fratelli leoncini unitamente ai parenti di coloro che a vario titolo hanno servito questo grande Paese.

  • Francesco Ortega

    come sempre le colpe dei padri ricadono sui figli e questo sempre anche nelle famiglie normali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *