5.8.1852, inaugurazione del primo bacino di raddobbo

di Antonio Cimmino

… e lo stato in cui versa oggi lo stesso bacino!

Napoli 5 agosto 1852 Castellammare - Copiabacino di raddobbo Cantiere di Castellammare di stabia (agosto 2013) - www.lavocedelmarinaio.combacino1 bacino 2

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Curiosità, Marinai, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

4 risposte a 5.8.1852, inaugurazione del primo bacino di raddobbo

  1. Mario Raggi dice:

    Che degrado , lo stesso avviene nell’Ex arsenale , nessuna istituzione é capace Di realizzare una zona cosi Importante e Strategica per Molte cose !!!!Si potrebbero creare Molte attività e dare DEI nuovi posti Di lavoro!!!

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Mario Raggi è da anni che con gli amici stabiesi ma anche partenopei cerchiamo di farci ascoltare.
    Con molte buone probabilità non considerano prioritario il rilancio della marittima in Italia, almeno in questo momento.
    Chissà se in un futuro prossimo non mettano mano anche alla riorganizzazione territoriale e totale della materia.
    Secondo me ci sono troppi attori (ministeri) e pochi imprenditori che, nella maggior parte dei casi assemblano e preferiscono investire fuori territorio europeo.

  3. Mario Raggi dice:

    A Genova nel Porto antico, sono riusciti a rivalutarlo , con diverse Opere , vedi acquario, il Magazino del Cotone Boutique Bar museo navale , ristoranti ecc … Perché noi no? Siamo anche ricchi Di Idee

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    si è stato molto rivalutato il porto di Genova (a parte la torre VTS) anche in relazione del Salone Nautico (il secondo per importanza d’Europa)…speriamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *