Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

21 agosto 1889, inaugurazione dell’arsenale di Taranto

di Pancrazio “Ezio Vinciguerra”

Ezio Pancrazio  Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)La costruzione dell’Arsenale di Taranto fu decretata dal Parlamento con la legge n. 833 del 29 giugno 1882 che stanziava l’allora somma di lire 9.300.000. I lavori iniziarono nel settembre 1883 con la costruzione di:
-un canale di comunicazione, fra la rada (mar Grande) ed il mar Piccolo;
-un muro di cinta (lato est);
-un bacino di raddobbo, il Principe di Napoli, capace di ricevere le più grandi navi da guerra;
-uno scalo di costruzione;
– le officine occorrenti per il bacino e lo scalo;
– un magazzino per i viveri e due grandi cisterne d’acqua;
– una gru idraulica da 160 t.

Arsenale di Taranto ieri - www.lavocedelmarinaio.com
Il 21 agosto 1889 l’arsenale fu inaugurato alla presenza di Re Umberto I.
La Direzione Generale fu realizzata a livello della città nuova al termine di quello che sarebbe diventato l’asse centrale dello sviluppo urbanistico di Taranto (via D’Aquino – via Di Palma).
L’Arsenale Militare Marittimo, progettato anche per la costruzione di navi, vede impostare il 14 marzo 1894 la sua prima unità da guerra, l’Ariete-torpediniere Puglia, varata il 22 settembre 1898 alla presenza dei Principi di Napoli.

la locandina per la celebrazione del centenario dell'arsenale di Taranto - www.lavocedelmarinaio.com
Seguiranno la costruzione del bacino galleggiante GO 9, del rimorchiatore S. Andrea, del ferry-boat Messina per le FF.SS., dei rimorchiatori Sperone, Capo Circeo e Capo Rizzuto, delle motocannoniere Lampo e Baleno ed infine dell’unità da sbarco Quarto varata il 18 marzo 1967, anno in cui la Marina Militare decise di abbandonare le nuove costruzioni per dedicare le proprie risorse ai soli compiti di supporto e mantenimento in efficienza della flotta.
arsenale di Taranto oggi - www.lavocedelmarinaio.com

53 commenti

  • Mikele Tocci

    Ciao Ezio io quel cancello l’ho varcato per tre anni dal 1969 al 1972 sia a piedi che in macchina! Buon pomeriggio ,un abbraccio

  • Franco Abbatemaggio

    domanda che ai marinai e a quelli che vivono a taranto suona in maniera opaca

  • Carlo Casagrande

    Come non condividere un’immagine di tanta bellezza e spettacolarità…rifatevi gli occhi Marinai..!!!

  • Fdanco Iaccarino

    Io ho trascorso tutta la moa gioventù in via Di Palma in vista di quell’edificio che sttraversavo per andare a prendere il pallone,ed ascoltere la sirena di ingresso delle maestranze e la banda delle Marina che suonava la ritirata.

  • Alessandro Antonelli

    o passavo sempre dalla parte dove c’era una sbarra con una garitta di guardia vicino alla banchina torpediniere che era di legno.

  • Anna Maria Barbaglia

    quanti miei parenti hanno lavorato all’arsenale di Taranto!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Bianchini Claudio

    marinai SOTTUFFICIALI E UFFICIALI imbarcati su incrociatore “INDOMITO” negli anni 68/71

  • giuseppe orlando

    Nella foto – il cancello d’ingresso dell’Arsenale M.M. di Taranto e in bella vista la direzione dell’arsenale.Dal 21 Agosto 1889 data dell’Inaugurazione a tutt’oggi – il solo pensare dei tantissimi centinaia di migliaia di giovani marinai che in ogni tempo hanno transitato quel cancello – il pensarci non può che suscitare grande emozione – nel vedere quella cancellata – soprattutto i ricordi della gioventù- -le guerre- le tragedie di navi affondate in seno ai due mari – la fanfara della M.M. che tutte le sere suonando la ritirata attraversando Via d’Aquino e Via Di Palma con dietro tutti i Marinai cappesso , formando un fiume di solini Blù raggiungevano l’ingresso dell’arsenale- il ricordo di una moltitudine di persone militari e civili che ogni giorno per più di un secolo si sono succeduti nell’entrare e uscire da quel cancello – credo non basterebbe una vita scrivere la storia di questi ricordi – Ringraziamo Ezio Vinciguerra che con i suoi post ci sprona a farci ricordare cose preziosi che altrimenti andrebbero nel dimenticatoio – Grazie Ezio

  • Luigi Ranieri

    Sperando in un futuro migliore x il nostro arsenale. Unico e grandioso X la manutenzione del naviglio della nostra Marina militare italiana.

  • Emilio Patrassi

    quella che dici tu e porta carraia sulla foto è la porta principale il palazzo di fronte e la direzione

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buongiorno a voi carissimi, sono certo che arriveranno tempi migliori per la città di Taranto con il rilancio dell’arsenale e della marineria e, speriamo, anche per l’Italia tutta

  • Pasquale Iossa

    Dal primo imbarco su NAVE GENIERE 1973 al corso I.G.P. 1979 ritorno 1982 al 1991 trasferito al C.R.E.S.AM. di PISA .

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buongiorno a tutti e grazie per i commenti e le condivisioni in rete che sono veramente tante per un articolo di anniversario.
    Mi auguro con tutto il cuore che sia l’arsenale che la città di Taranto superi questo difficile momento che stiamo purtroppo vivendo.
    Un abbraccio a tutti e grazie anche per la compagnia

  • Pietro Rossi

    caro Ezio è meglio che ricordiamo come era ai nostri tempi………qualche anno fa, in occasione del raduno del primo equipaggio del Duilio, ho fatto un giro a piedi …………una grande delusione, uno scoramento che non ti dico: circolo marinaio, limoncello con catena arrugginita, stesso dicasi per questo cancello d’ingresso in arsenale……….in due giorni in giro per Taranto ho incontrato un solo marinaio……….meglio tenersi i nostri ricordi………….buona serata a tutti!!!!!!!!

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao stimatissimo capo Pietro Rossi penso di comprendere il tuo sfogo…L’articolo, come i miei commenti, vogliono spronare chi di competenza a non lasciarsi andare (so per certo di essere letto, controllato e osannato/criticato…). Quelli come noi, e ancor prima i Marinai di una volta come voi, siamo cresciuti a “pennello e pittura carriera sicura”. Sostituisci il pennello e la pittura con gli aggettivi che oggi vanno per la maggiore … 🙂

  • Pietro Rossi

    Ezio sostituire quegli aggettivi………………mi farei nemico mezza marina………ho provato a commentare le lamentele di uno che non aveva la connessione stando sotto coperta…………è successo di tutto ed hanno cancellato i commenti…………..buona e santa Domenica amico Ezio..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *