Sogni di marinaio ed illusioni di primavera

di Giovanni Brandano
https://www.facebook.com/giovanni.brandano.7

www.lavocedelmarinaio.comStanotte ho sognato un altro ritorno alla fanciullezza, fiero, con le ginocchia tremanti e corrose dal contendere in segreto le mura fugaci di fronte alla mia soleggiata stanza. Le saltavo come da giovin mi piacque, per andare a vagar tra le banchine del porto e le vecchie case della cala, alla ricerca di una gentile bellezza della mia giovinezza. Camminavo con intorno il cielo, il mare e l’ombra delle viuzze del borgo, ove abitavan silenti vecchietti seduti come in processione sotto il manto dell’ombra.
sogni di marinaio ed illusione di primavera - www.lavocedelmarinaio.comVagavo con lo sguardo rivolto sui vetri socchiusi di quelle remote stanze e alla ricerca dei suoi occhi tra ormai tarlate mobilia e arredi obsoleti, d’antica usanza . Osservo una vecchietta che sonnecchia forse in attesa della sua umil sveglia; camminando ancora per bui anditi adornati di fiori e di rami verdi, che a primavera crescevano come toccati da esperti dita di donne pazienti. Un’antica specchiera intravista da una  porta socchiusa tra il sole, e dai riflessi dei vetri di ogni altra finestra, con il fascino di quel borgo marinaro arroccato in un’ansa, in un tripudio di luci e colori tra un digradarsi di fila di case basse, mostrò l’immagine diretta di una ragazza dal volto conosciuto e ancora assonnato nel suo pallore mattutino. Era lei, che muoveva i primi passi verso di me dopo il torpor della notte.
Sogni di marinaio ed illusioni di primavera - www.lavocedelmarinaio.comUn dubbio di timidezza e un profondo sospiro quasi infantile per entrambi; un battito nel cuore, come il pulsare di un pendolo e come il volo degli uccelli nell’aria benedì il mio petto mentre contemplavo di fronte a me la sua solare e gentil bellezza. O alata illusione di primavera, perché offri proprio a me, ormai taciturno e stanco il richiamo triste nel sogno, come a tratti quello dei più garruli ricordi d’amore della mia gioventù?

La signora Brandano f.p.g.c. Giovanni Brandano a www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Racconti, Recensioni. Permalink.

7 risposte a Sogni di marinaio ed illusioni di primavera

  1. Luciani Rosa dice:

    buon giorno

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Bellissimo racconto pieno di ricordi,profumi,sapori ecc. ecc. della primavera. Si ringrazia Giovanni Brandano per il racconto, per le non casuali foto e per il sostegno a questo favoloso gruppo di navigazione.

  3. MICHELE DI LIBERTO dice:

    BUONGIORNO EZIO E TUTTI I FRA

  4. Diana Pagano dice:

    mi piace

  5. Roberto Tento dice:

    mi piace

  6. Mariantonietta Belvisi dice:

    Racconto di profumi di sogni ricordi

  7. Luciani Rosa dice:

    Grazie……. buongiorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *