Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Regio sommergibile Delfino, il primo

di Carlo Di Nitto e Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Il regio sommergibile “Delfino” fu il primo battello sommergibile italiano. Ideato e progettato dal generale del Genio Navale Giacinto Pullino, su indicazioni dell’allora Ministro della Marina Benedetto Brin allarmato dalle notizie che giungevano sulle prestazioni del sommergibile francese “Gymnote” (primo sommergibile al mondo operativo con moderne funzioni offensive), fu costruito in segreto fra il 1890 e il 1892 nell’arsenale di La Spezia. Dislocava 98 tonn. in emersione e 108 tonn. in immersione.
Nonostante la positività dei risultati ottenuti alle prove, il battello rimase accantonato per diversi anni a causa di una iniziale diffidenza verso l’arma subacquea.
Nel 1900 fu rimesso in servizio, radicalmente ricostruito e perfezionato; il dislocamento aumentò a 102/113 tonnellate con notevoli miglioramenti nell’armamento e nell’apparato di propulsione. Nonostante ciò il “Delfino” fu presto superato dalle nuove classi di sommergibili nel frattempo progettate.
Nel 1904 divenne operativo e durante la Grande Guerra svolse intensa attività bellica a difesa della laguna veneta. Dopo essere stato impiegato negli ultimi tempi come unità scuola per sommergibilisti, nel 1919 fu radiato e avviato alla demolizione.

Il-sommergibile-Delfino-foto-U.S.M.M. - www.lavocedelmarinaio.com
Dati tecnic
i
– lunghezza: di 23,3 metri;
– dislocamento in emersione di 98 t;
– un motore elettrico che sviluppava 65 hp.;
– anno di impostazione: 1890 (*);
– anno del varo: 1892;
– anno di radiazione 1919.
(*) Nel 1889, la data esatta non è nota perché il progetto del sommergibile Delfino era considerata, per ovvi motivi, segreta (si presume il 30 giugno). Il progetto venne completato da Giacinto Pullino. Impostato a La Spezia al regio sommergibile Delfino, nel corso della sua operatività, furono apportate alcuni varianti per migliorarlo nell’assetto, nel motore (fu aggiunto un diesel) e nei tubi lanciasiluri. Fu impiegato durante  la Prima Guerra Mondiale.

regio sommergibile delfino f.p.g.c. Carlo Di Nitto a www.lavocedelmarinaio.comNella foto, eseguita dopo il 1904, il “Delfino” è ripreso con lo scafo modificato dai lavori di ammodernamento.

Dello stesso argomento sul blog
https://www.lavocedelmarinaio.com/2014/07/delfino-il-primo-sommergibile-italiano/

25 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *