3.2.1943, Salvatore Schettino marinaio fochista

a cura di Antonio Cimmino

– BANCA DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE MAI –

Marinaio-Salvatore-Schettino-www.lavocedelmarinaio.com_
Nato a Castellammare di Stabia (Napoli), scomparso in mare il 3.2.1943 unitamente a 169 marinai dell’equipaggio del regio cacciatorpediniere Saetta spezzatosi in due urtando una mina al largo di Biserta.
Per non dimenticare, mai.

Regia nave Saetta (foto www.trentoincina.it)

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

35 risposte a 3.2.1943, Salvatore Schettino marinaio fochista

  1. Roberto Tento dice:

    R.I.P.

  2. Roberto Tento dice:

    IL tramonto degli Eroi non vedrà mai sera

  3. Alberto Fiorino dice:

    Ma è parente del Comandante Schettino della Concordia??

  4. Francesco Di Somma dice:

    perchè??? essere parenti di schettino è un disonore????

  5. Angelo Tomaselli dice:

    riposa in pace

  6. MICHELE DI LIBERTO dice:

    R,I,P,

  7. Franco Vetturini dice:

    R.I.P.

  8. Carmine Polese dice:

    riposa in pace

  9. Pietro Rossi dice:

    R.I.P.

  10. Virginia Federico dice:

    RIPOSA IN PACE SALVATORE

  11. Giovanni Casillo dice:

    R.I.P.

  12. Nello Gaudino dice:

    R.I.P.

  13. Sergio Gazzola dice:

    R.I.P.

  14. Michele Dammicco dice:

    condivido

  15. Giancarlo Leandri dice:

    Michele, una preghiera per te.

  16. Mario Coccia dice:

    R I P

  17. Marinaio di Lago dice:

    Riposa in pace

  18. Moreno Ceppatelli dice:

    Un cugino di mio babbo era sul Saetta ed è rimasto tre giorni in mare su di un charley salvandosi. Onore a tutti quelli che non ce l’hanno fatta.

  19. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buongiorno signor Moreno Ceppatelli, sono storie tristi, lo sappiamo, ma che meritano di essere raccontate ai posteri per non dimenticare mai il sacrificio di chi non fece più rientro alla base e per chi come il suo parente ha vissuto una vita con quel ricordo.
    Ha ragione da vendere: Onore a Loro!

  20. Giuseppe Murgia dice:

    R.I.P.

  21. ANNINO CASTELLUCCIO dice:

    r.i.p.

  22. Fausto Ghisletti dice:

    Ricordiamolo

  23. Giorgio Castellano dice:

    R.i.p.

  24. Francesco Rini dice:

    ONORI PER TUTTO L’EQUIPAGGIO.

  25. Iacono Francesco dice:

    tutt’altro Schettino… grandi onori a lui giovane marinaio scomparso

  26. Claudio Rosafio dice:

    Riposi in Pace, povero ragazzo….

  27. Enzo Ciulla dice:

    R.I.P. ONORE A SALVATORE GIOVANE FIGLIO DELL’ITALIA E A TUTTO L’EQUIPAGGIO DEL CACCIATORPEDINIERE SAETTA .

  28. Giuseppe De Cillis dice:

    R.I.P. vivissime condoglianze alla famiglia.

  29. Osvaldo Monsellato dice:

    Riposino in pace tutti i nostri eroi che ci hanno preceduto nel nostro ormai ex mestiere ma mai ex……..

  30. Alberto Fiorino dice:

    No Francesco Di Somma era solo curiosità…..forse hai male interpretato la domanda……ciao!!

  31. Antonio Biamonte dice:

    R.I.P.

  32. Vincenzo Forgione dice:

    R.i.p.

  33. Raffaele Vilardo dice:

    Onore a questi eroici marinai, ma se si legge il libro di Gianni Rocca “Fuciliamo gli Ammiragli” capiamo che molti di questi ragazzi non hanno fatto rientro alle loro case per la superficialità dell’allora “Supermarina” (così veniva chiamato lo stato maggiore) e dell’incoscienza del regime di allora. Bisogna leggerlo e se il lettore ha fatto parte dell’Arma si comprendono meglio tutti gli errori/orrori commessi. Viva l’Italia

  34. Moreno Ceppatelli dice:

    Se si legge invece i libri in materia di Antonino Trizzino la realtà che ne viene fuori è molto più cruda e sconcertante.

  35. Mario Coccia dice:

    non tenete conto però che il nemico era in grado di decifrare i messaggi dei tedeschi e nostri criptati con la macchina ultra di origine tedesca, questo smentisce trizzino ed i suoi libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *