C'era una volta un arsenale che costruiva navi,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

23.2.1880, Garibaldi lettera da Caprera ed altre curiosità sulla regia corazzata Caio Duilio

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Ezio Pancrazio  Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)Questo ricordo è dedicato all’ammiraglio Egidio Alberti, “primo comandante della nave scuola Caio Duilio” che ha avuto sempre a cuore e sostenuto il suo equipaggio anche in momenti di estrema difficoltà. Agli amici Duiliani, Maddalenini  e della Sardegna, ai Stabiesi (militari e dell’indotto) un ringraziamento per tutto il bene che mi hanno fatto sostenendomi in questa navigazione sin dai tempi non sospetti…
Grazie. Se vi dico che vi voglio bene, mi credete?

Lettera di Garibaldi ai Cantieri di Castellammare di Stabia - www.lavocedelmarinaio.com
Il 23 febbraio del 1880 Giuseppe Garibaldi così scrisse all’Ispettore del Genio Navale Felice Mattei:
Illustre Mattei,
La stupenda riuscita del Duilio onora grandemente voi ed i valorosi collaboratori, sul concetto e nell’attuazione. Io considero la nascita dei quattro colossi della nostra Marina militare, come un vero risorgimento nazionale, che ci porterà al livello delle grandi potenze marittime.
Accogliete un cenno di ben meritata lode e tenetemi per la vita vostro”.
G. Garibaldi

regia corazzata Caio Duilio varata a Castellammare di Stabial'8.5.1876 - www.lavocedelmarinaio.com
Dati tecnici regia corazzata (nave da battaglia) Caio Duilio
– Varata 8 maggio 1876;
– Completata il 6 gennaio 1880;
– Radiata il 27 giugno 1909;
– Dislocamento a pieno carico: tonn 12.267;
– Dimensioni: 109,2 metri x 19,7 x 8,8;
– Apparato motore: 8 caldaie ovali; 2 motrici verticali a doppia espansione per una potenza di 7.710 cavalli;
– Velocità: 15 nodi;
. Artiglieria: 4 cannoni da 450 mm ( i più grossi del mondo); 3 cannoni da 120 mm; 2 cannoni da 75 mm; 8 cannoni da 57 mm; 22 cannoni da 37mm; 3 tubi lanciasiluri; 1 torpediniere alloggiata in un vano a poppa;
– Equipaggio: 26 ufficiali + 397 sottufficiali, graduati e comuni.

Cantiere di Castellammae di Stabia (1876) stampa per il varo della regia nave Caio Duilio - www.lavocedelmarinaio.com
Notizie e curiosità
In considerazione della stazza, quando la regia nave Caio Duilio scese in mare, lo scetticismo caratterizzato dalla frase “non riusciranno nemmeno a vararla”, si trasformò in entusiasmo. L’ammiraglio inglese Robinson dichiarò:
l’Italia la l sua antica squadra corazzata composta di navi di second’ordine, ma ne ha due ultrapotenti, il Duilio e il Dandolo. Nella relazione al bilancio della marina francese del 1879 si legge:” L’Italia ha ultimato la Duilio che è la più forte macchina da guerra che l’arte navale abbia creato”. Il senatore americano Bonjean ammonì il Senato USA dicendo:” La sola Duilio della marina italiana potrebbe distruggere tutta la nostra flotta”.
Umberto I e tutta la corte partecipò al varo unitamente ad ambasciatori ed ingegneri navali anche stranieri, molti dei quali abbastanza scettici della riuscita del varo. Si racconta che l’ambasciatore cinese, vestito tradizionalmente, al momento del varo si gettò bocconi a terra. Gli chiesero se si fosse sentito male e questi rispose, con le lacrime agli occhi:
Ho ringraziato Budda per avermi chiamato ad assistere ad uno spettacolo così commovente e grandioso”.

Nave Duilio (1980) www.lavocedelmarinaio.com

44 commenti

  • Enzo Turco

    Ciao Ezio siamo…marinai per sempre è un piacere averti come amico ed esplorare il tuo sito dove trovo sempre articoli interessanti. Dopo 35 anni da marinaio con le stellette ho continuato a farle anche senza dedicandomi ai miei hobby pesca vela e soprattutto libri. Sempre e comunque disponibile per approfondire la nostra conoscenza ti saluto caramente con un grande abbraccio… marinaro.

  • Giovanni Spano

    Ezio, abbiamo passato un bel periodo insieme a Brindisi. Io attualmente vivo a Patù piccolo paese del salento, dove mando avanti un ristorante , albergo struttura di famiglia, ho anche io due figli. Spero di incontrarci presto.

  • Gianni Miccoli

    Ciao Ezio,l’onore e tutto mio, seguo le attività del tuo sito
    e mi ricordo di quel periodo in Marina a che durò dal 67 al 69,fu una bellissima esperienza di vita, aver richiesto anticipo di leva mio desiderio era di andare a vivere in Australia,poi mi scontrai con l’amore della mia vita,e tutto a seguito un percorso diverso,pieno di tantissime soddisfazioni.Buon vento alla prossima

  • Filippo Marino

    Ciao Ezio, felice di consolidare la nostra amicizia. Ormai sono pensionato, sposato e nonno di due gemelle.Amo il mare e l’ estate e naturalmente nave Duilio. Ciao

  • Salvatore Atzori

    Grazie Ezio. Quando parli di Egidio Alberti Comandante del Duilio, parli del Duilio degli anni 60/80? L’Ammiraglio di Marisardegna fine anni 80inizio anni 90 si chiamava (e spero si chiami ancora) Egidio Alberti….

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Salvatore Atzori è proprio lui l’ammiraglio Egidio Alberti. Vive felicemente in quel di Cagliari con l’affetto dei familiari e dei suo marinai che non lo hanno dimenticato. Un abbraccio a te e grazie per la compagnia.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Scriverò presto di Lui e di quel suo amore per la Marina e i suoi marinai, per la Sardegna e…per La Maddalena/Caprera

  • Giovanni Brandano

    Grazie, Ezio! Se la “Voce del Marinaio”, fosse in grado di rintracciare il “libro” (10 anni in comando), redatto a Marisardegna dal nostro amatissimo Egidio ALBERTI [Ammiraglio di Squadra (r ], allora sarei portato a pensare che tutte le nostre pagine del Social, compresa quella riservata al dio Nettuno, avvertirebbero ancor più la fluenza del mare nei vasti quartieri delle nostre memorie, perche’ quelle di don Egidio, colà trascritte, sono esempi progressivi di piccoli modelli di stile, di etica e di vita marinara portati in giro per il mondo.-

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Giovanni Brandano ne sono parzialmente in possesso perché donatemi proprio dall’ammiraglio Egidio Alberti …ci vorrà del tempo per pubblicarle e se il buon Dio lo permetterà, porto dopo porto, attraccheremo la nostra barca al porto della solidarietà. Un abbraccio a voi Signori dei mari e d’altri tempi.

  • EZIO VINCIGUERRA

    🙂 i vostri commenti e la vostra preziosa compagnia valgono 100 volte tanto gli encomi che si tributano perché vengono dal cuore dei Marinai e Signori di una volta e quindi per sempre. Grazie.

  • Egidio Alberti

    Caro Ezio, ti ringrazio di questa preziosa dedica. Bellissimi gli aneddoti citati nell’articolo!

  • EZIO VINCIGUERRA

    grazie ammiraglio Egidio Alberti signore dei mari e d’altri tempi…è venuto il momento di dirLe che sono del corso 83/A in pratica quell’allievo che il signor Lopasso e il Professor Manigrasso mi presentarono a Lei per farle leggere la tesina (che Lei apprezzò tantissimo)! Quella stretta di mano e quel sorriso valgono più di 100 encomi.

  • Cettina Rapisarda

    ezio grazie grazie di cuore sono daccordo con te , io ho meravigliosi ricordi ti abbraccio un bacione ai tuoi

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie Azzurra Crotonese per l’affetto e per la compagnia. Un abbraccio grande come il mare

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Annino Castelluccio, la cosa è reciproca. Grazie per l’affetto e la compagnia. Un abbraccio

  • Enzo Turco

    Dopo aver letto il tuo articolo molto interessante, inserisco (se mi riesce visto la mia non perfetta conoscenza del mezzo tecnologico) il verbale della Cerimonia di consegna della Bandiera di Combattimento al Primo Duilio dedicandolo a te, all’Amm. Alberti con cui mi sono più volte incrociato nel corso della mia vita in Marina ed alla splendida Nave Duilio dove sono stato a più riprese imbarcato.

  • Francesco Rini

    Egregio Amm. Alberti, non siamo stati imbarcati insieme ma tanto tempo a Maricentadd. Bei ricordi. Colgo l’occasione dell’intervento del Com.te Turco che saluto caramente per inviarle un caloroso e affettuoso saluto……sbattendo i tacchi.

  • Giovanni Brandano

    Un momento caro Ammiraglio….la riguarda, e da vicino: “Grazie, Ezio! Se la “Voce del Marinaio”, fosse in grado di rintracciare il “libro” (10 anni in comando), redatto a Marisardegna dal nostro amatissimo Egidio ALBERTI [Ammiraglio di Squadra (r) ], allora sarei portato a pensare che tutte le nostre pagine del Social, compresa quella riservata al dio Nettuno, avvertirebbero ancor più la fluenza del mare nei vasti quartieri delle nostre memorie, perche’ quelle di don Egidio, colà trascritte, sono esempi progressivi di piccoli modelli di stile, di etica e di vita marinara portati in giro per il mondo”. Un affettuoso abbraccio, da chi Le vuole bene.-

  • Egidio Alberti

    Caro Giovanni, Ezio è autorizzato a pubblicare le mie testimonianze di 10 anni di comando che gli ho recentemente spedito. Ti ringrazio infinitamente per l’affetto e stima che mi stai dimostrando. Cari saluti

  • Egidio Alberti

    Ringrazio anche Francesco Rini per il bel ricordo che conserva di me e del periodo trascorso insieme a Maricentadd

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buonasera Enzo Turco e grazie per l’inserimento di questo articolo così come ringrazio per le parole d’affetto e per la compagnia tutti voi che mi sostenete in questa navigazione “virtuale”. Mi auguro, quanto prima, di poter pubblicare il material donatomi dall’ammiraglio Egidio Alberti e tutte le storie che quotidianamente ricevo e che mi fanno perseverare, qualora ce ne fosse ancora di bisogno, nell’affermare: Marinai di una volta, Marinai per sempre!

  • C° 1 CL. CAF/ FN ANTONELLI TOMMASO (IN PENSIONE )

    Ho avuto il piacere di essere alle dipendenze dell’Ammiraglio Egidio Alberti, quando aveva il comando del Comando Militare Marittimo Autonomo in Sardegna a La Maddalena , grande Ammiraglio,umano con il personale.Mi fa tanto piacere rivederlo in ottima forma a La Maddalena quando viene a trascorrere le ferie estive .

  • Pietro Rossi

    Ezio il “CAIO DUILIO 554” era una nave “armata dalla Patria”. ha sempre portato in alto il nome dell’Italia e si è fatta onore nei mari dove ha navigato………. che poi, dopo, fosse stata adibita a nave crocierista è altra cosa……..io mi ricordo dell’amm. Alberti come D.T…………. buon giorno

  • Vito Verde

    Caro Pietro Rossi, anche da nave scuola, o “crocierista” come preferisci, la nostra meravigliosa NAVE ha fatto parlare il mondo … ha portato la nostra Patria per tutti i mari ove ha navigato. .. certo, ; ognuno ne ha un ricordo diverso, ma non per questo meno indelebile degli altri !!! Quello che conta è averne fatto parte ! Un abbraccio da un marinaio di Nave DUILIO meno anziano di Te, ma che non meno di Te si commuove al suo ricordo !!!!

  • Cosimo Damiano Errico

    IO HO FATTO PARTE DEL PRIMO EQUIPAGGIO DI NAVE DUILIO E IL MIO COMANDANTE ERA IL C.V. MARIO BINI ANNO 1965 CROCIERA ATLANTICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *