Attualità,  Che cos'è la Marina Militare?,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Storia

Ma quando sarà dedicata una nave a Gino Birindelli?

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Birindelli Gino Ammiraglio e Signore dei mari www.lavocedelmarinaio.comMi sono sempre chiesto e chiedo anche a Voi che leggete: perché a Gino Birindelli non è stata mai dedicata una nave della flotta della nostra Marina Militare?
Chissà se risponderete e, soprattutto, se risponderanno i responsabili dello Stato Maggiore Marina a questo quesito…

A molti di noi marinai piacerebbe leggere il nome “Birindelli” sul fianco della nave, Lui è fra i Marinai leggendari che non può e non deve essere sottaciuto per le sue eroiche imprese, per l’intensa attività svolta, per la  volontà, per la dedizione e l’attaccamento alla Patria (anche dopo la sua collocazione a riposo) e non per ultimo per la ricostruzione della Marina stessa dopo la Seconda Guerra Mondiale.
Fregata-FREMMMolti altri eroi Marinai (pluridecorati e non) sono stati onorati con la titolazione della  nave per esempio Luigi Rizzo con una fregata rimasta storica per essere stata la prima ad imbarcare un nucleo elicotteri e quindi dando la nascita all’aviazione di marina e gli stessi  Durand de la Penne, Mimbelli, Martellotta, Rossetti e Paolucci hanno avuto titolato unità navali che riportano rispettivamente i loro nomi.
Nave Birindelli perché no?

A Gino Birindelli - Ezio Pancrazio Vinciguerra per www.lavocedelmarinaio.com

86 commenti

  • Pietro

    non è mai stato legato al carro del vincitore……. marinaio che pensava ai suoi uomini ed era di esempio……..non faceva parte delle zecche…………..

  • Marino Miccoli

    Ricordo che anche mio Padre ne parvava con stima dell’ammiraglio Birindelli, definendolo “Un vero Uomo di mare, valido combattente, serio e con gli attributi” e condivido l’opinione di Ezio sul fatto che meriti l’intitolazione di una prestigiosa Unità della nostra Marina.

  • Corrado Pomato

    risposta ovvia….!!!!!!!!!!!!!!!!! idee politiche leggermente diverse dal marciume attuale…!!!!!!!!!!!! hanno intitolato navi a garibaldi, cavour etc. assolutamente indegni di tali riconoscimenti mentre per l’AMMIRAGLIO BIRINDELLI nulla….!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Corrado Pomato

    sarebbe il caso di rileggere un pochino la VERA STORIA, non quella insegnata a scuola….!!!, del famigerato LADRO DI CAVALLI…….!!!! alias il mercenario ladro peppino garibaldi!!!!

  • Pasquale D'Errico

    Ce ne fossero oggi di gente come lui oggi sai quanti politici andrebbero a casa ? Una volta i ladri di cavalli boh ! Oggi i stupratori di minorenni i raccontaballe di illusioni i tipi che vogliono dividere cio’ che lui ha unito…..e chi piu’ ne ha piu’ ne mette

  • Pietro Mauro

    azz,fa più storia unnome di una nave che una vera lotta di riportare i due leone a casa ……………..mi fa piacere che pensate la storia è non al presente………w l’italia

  • Concettina Viturale

    era il superiore di mio marito negli anni 60/70……ed anche di mio papà era un eroe…

  • Emiliano Buralli

    È mancato nel 2008
    Quindi pochi anni fa e di navi più che armare la marina ne disarma
    Poi uno stato è un governo comunista non credo abbiano il desiderio di battezzare una nave con un nome così immenso
    Comunque prima di nominare l’Ammiraglio in molti sciacquatevi la bocca
    Lo faccio anch’io
    E scattare su gli attenti!!!

  • Gianfranco Sechi

    CHI SI LODA SI IMBRODA un pò di umiltà sono milioni di operai che per €. 1150 lavorano come matti per campare una famiglia e non chiedono medaglie LEGGI NAVI E POLTRONE e poi mi fai sapere grazie

  • Emiliano Buralli

    Sechi se ti riferisci al mio commento, e spero di no, mi dici che c’entra il tuo?
    Diversamente mi scuso

  • Edoardo Gilmour

    certamente l’Amm. Birindelli era un grande marinaio….e certamente sono moltissimi quelli che lavorano senza chiedere nulla se non il lavoro e anche questi sono grandi e normali persone…quello che non riesco a capire è perchè ci siano persone come Gianfranco Sechi che ancora oggi tirano in ballo un libro che se aveva un a motivazione negli anni immediatamente dopo la guerra, oggi non più senso, perchè da 30 anni abbiamo la risoluzione dei allora validi e inquietanti interrogativi che il libro poneva.

  • Emiliano Buralli

    Ma che c’azzecca la marina, le navi e l’Ammiraglio col fatto che ci sono lavoratori che guadagnano 1200 euro al mese
    Andate a chiederlo a quei comunisti che ci governano e comunque a me i dipendenti che guadagnano 1300 euro costano 3200 al mese

  • Pasquale D'Errico

    Ragazzi chiedo scusa ma mi sono perso…avete cambiato rotta e non mi sono accorto…….

  • Ferdinando Napoletano

    Gino era di destra, mica di sinistra e la carriera dei nostri vertici militari è agevolata dalla corrente politica che ci governa.

  • Ferdinando Napoletano

    Purtroppo caro Don Gino Delogu sono riusciti a tenere sotto il loro controllo tutti i vertici , dalla magistratura alla finanza, militare etcc.

  • Don Gino Delogu

    Quando non si è grandi uomini, si è omminichi e gli ominicchi si sa, calano le braghe.

  • Antonio D'Errico

    Scusate chi di voi ha conosciuto di persona l’Amm. Birindelli? sono un garibalidino anni 1967-1970-

  • Nicola Sallustio

    Io lo ho conosciuto da Ammiraglio di divisione su nave Impetuoso e da Ammiraglio di squadra sul Garibaldi

  • Concettina Viturale

    mio papà era del 14 sommergibilista come l’Ammiraglio, ho tanto sentito parlare di lui che è come l’avessi conosciuto…..

  • Moreno Ceppatelli

    Per le nuove navi invece di mettere nomi già avuti da diverse unità navali potevano usare gli eroi inediti degli ultimi tempi, tra questi anche Birindelli!

  • Gianfranco Sechi

    Quello che voglio dire e che le gratificazioni non si pretendondono,o molta stima per tanti ufficiali, ma bisogna servire il paese, non i comunisti e nemmeno i fascisti ma TUTTO il PAESE, ce un bagnino stagionale che l’inverno tira a campare e a salvato tante VITE UMANE, se avesse addosso un divisa sarebbe almeno Gaspare Amato

  • Gianfranco Sechi

    scusate la mia incapacità volevo dire commendatore non gasparre amato ma il programma non mi fa corregere. te Comunque chiedo scusa a chi si sente offeso

  • Antonio Piccolo

    buona sera ,forse perche’ non ci siamo mai sforzati credendoci veramente e andando in fondo al discorso con lo stato maggiore della marina militare italiana ,come la stessa discussione sui nostri fra”’ salvo e max ancora prigionieri in india ,il problema e che siamo circondati da buonisti e perbenisti che penano di vincere le battagli con fiaccolate !

  • Francesco Carriglio

    Io sarei contentissimo se ad una Unità della nostra Marina dessero il nome dell’Ammiraglio Gino Birindelli perché era un grande organizzatore, un esemplare conduttore di uomini e di mezzi, Medaglia d’argento nella II^ Guerra Mondiale, un uomo vero e un marinaio nell’animo. La domanda che io vorrei porre ai responsabili dello Stato Maggiore della Marina è perché danno sempre gli stessi nomi alle navi, d’accordo che sono nomi eccellenti della nostra Marina, sicuramente da ricordare e trarne esempio, ma la Nave, secondo il mio parere, ha una nascita e un suo percorso di vita che termina con la demolizione.

  • Pietro Rossi

    quando i marinai sapranno comportarsi, affossando le zecche e grideranno Patria ed Onore

  • Mikele Tocci

    Ezio, il motivo è che quando io ero in marina Gino Birindelli si presento alle elezioni nelle liste del MSI lascio a te il resto

  • Roberto Tento

    Cerchero’ di trovare qualche perche’ fra’ Ezio ma dubito di trovarne….Ecco un grande errore della nostra mamma Marina..

  • Massimo Pastore

    Birindelli, seppur MOVM, non è mai stato gradito ai piani alti del Palazzo. La sua “rivolta” contro la Commissione Difesa, con relativa rimozione da CINCNAV e esilio a Malta, il suo schieramento con il MSI di Almirante non sono mai stati digeriti. Il trattamento che gli riservò La Rosa e il suo staff al Giuramento Solenne in A.N. nel 1997 (mi sembra!?!) ebbe del clamoroso e soltanto due anni dopo Lertora riuscì a sanare il torto. Nel mio piccolo, grazie anche all’allora CSM di MARIDIPART SP, Amm. Forgiarini, riuscii a farlo accettare come Padrino dei Giurandi dell’ultimo contigente reclute di MARICENTRO SP, prima della sua chiusura ……. Questi sono i fatti, per cui a meno di stravolgimenti impensabili Birindelli una Nave non la avrà mai!

  • Gaetano Lione

    Non avevo dubbi Comandante Massimo Pastore. La vicenda di Cagliari nel 70, portò beneficio al personale, ma come dice lei, Giu costò cara. Mi sfugge l’episodio del 97. Vole ricordarmelo? Saluti e ancora Buon Anno.

  • Sergio Gazzola

    Comandante Massimo Pastore . Grazie per le precisazioni . Alla prossima occasione in cui ci vedremo mi piacerebbe sentirla questa storia sull’ Ammiraglio Birindelli . A presto Sergio

  • Massimo Pastore

    Semplicemente nel 1997, al Giuramento Solenne in Accademia Navale, l’Amm. Birindelli, nonostante la sua MOVM, fu posizionato in tribuna in un posto assolutamente non all’altezza del rango. Ricordo che il suo Ufficiale “francobollo” era l’amico Vittorio Guillot che si ritrovo a sua insaputa coinvolto in uno scontro fra titani. Infatti Birindelli costatata la mancanza di rispetto, si alzo e urlando cose inenarrabili abbandonò il Piazzale dicendo fra l’altro “in questo posto non metterò più piede!” inseguito dal Capo di Stato Maggiore della Marina e altri pluristellati che cercavano, invano, di rasserenarlo. Dopo due anni, con Lertora Ammiraglio Comandante, Birindelli fu invitato in Accademia per una visita di “pace” e, nonostante tutto accettò e fu sistemata la faccenda.

  • Gustavo Giammona

    Credo mai! non perchè non sia stato un valorosissimo marinaio ed un eccellente ammiraglio ma ci vorranno decenni pèer archiviare quel discorso che fece sul Garibaldi ed il trattamento che riservò ai politici a bordo delle navi della Squadra Navale di cui era CINC.

  • Claudio Rosafio

    Gino Birindelli era uno che aveva il vizio di dire la verità. In marina spesso la verità è scomoda..

  • Enea Remo

    io non bado alla militanza……..ma solo al suo essere un bravo ed intelligente militare ..

  • Cesare Giuseppe Catera

    Perche da Bravissimo Ammiraglio ha fatto il culo a tutti i leccaculo che abbiamo oggi come ammiragli in minuscolo

  • Marinaio Leccese

    avrebbero eretto anche dei monumenti, non solo navi…Condivido lo scritto di molti di voi..

  • Giuseppe Carriglio

    Io sarei contentissimo se ad una Unità della nostra Marina dessero il nome dell’Ammiraglio Gino Birindelli perché era un grande organizzatore, un esemplare conduttore di uomini e di mezzi, Medaglia d’argento nella II^ Guerra Mondiale, un uomo vero e un marinaio nell’animo. La domanda che io vorrei porre ai responsabili dello Stato Maggiore della Marina è perché danno sempre gli stessi nomi alle navi, d’accordo che sono nomi eccellenti della nostra Marina, sicuramente da ricordare e trarne esempio, ma la Nave, secondo il mio parere, ha una nascita e un suo percorso di vita che termina con la demolizione

  • Giacinto del Bianco

    Sono convinto che siamo in tanti , noi marinai che conosciamo la nostra storia, a desiderare che ciò avvenga. Facciamo una raccolta firma pro-evento e chiediamo a l nostro amico Ezio Pancrazio Vinciguerra di occuparsi della parte burocratica della faccenda??? Che ne dici Ezio. l’aamiraglio Birindelli ci ha lasciato qualcosa di concreto e di fama mondiale e penso proprio che meriti un tale riconoscimento:

  • Nicola Faino

    Ciao ezio, per quel poco che ho saputo da colleghi molto piu’ anziani del sottoscritto, e’ stato x il semplicissimo motivo che se aveva qualche cosa da dire (come nella conferenza di cagliari sul finire degli anni 60) non la mandava a dire, ma parlava direttamente e senza peli sulla lingua.

  • Francesco Rini

    Se non erro anche l’Ammiraglio Accame ha avuto dalla Marina lo stesso trattamento..sempre l’ideologia politica..

  • Francesco Rini

    Buongiorno a tutti e scusate il ritardo nella risposta (spero di essere compreso e perdonato).
    Per adesso abbiamo ottenuto che gli hanno dedicato la sala multimediale operativa di Cincnav. Ero presente perché invitato alla cerimonia a cui era presente anche la moglie.
    La politica e i politici/politicanti nella “laicità” sancita anche dalla Costituzione della Repubblica Italiana (credo, religione ecc. ecc.) dovrebbero metterla in atto questa “laicità”. I propositori (militari militanti) si guardano bene da proporre il Suo nome.
    Potrebbero ammettere che con l’Ammiraglio Straulino (e forse Della Targia …aiutatemi a ricordarne qualcun altro) sono veri Marinai di mare del Dopoguerra e non ammiragli di carta, come oggi ce ne sono tantissimi, troppi, nella pianta organica (sia in servizio che in quiescenza).
    P.s. Chissà se qualcuno degli ammiragli di carta avrà proposto il nome dell’ammiraglio Fulvio Martini per dedicare anche a Lui una nave o almeno un quadrato…

  • Ciro Guariglia

    la meriterebbe meglio molto più di tanti altri peccato che per prendere le difese nostre dei nostri stipendi all’epoca CINCNAV rischiò addirittura gli arresti forse dimenticate con la squadra navale alla fonda e il buon Birindelli in porto a cagliari convocò conferenza stampa e li si apri il mondo !!!

  • Guglielmo Evangelista

    Personalmente sono contrario a dare alle navi il nome di persone per due ragioni. In primo luogo col tempo diventano illustri sconosciuti (esempi del passato: Turr, Berta, Giovannini, Generale Pozzi) che in molti casi non trovi neanche nell’Enciclopedia. In secondo luogo facendo così si dimenticano le migliaia di marinai più umili. Preferisco nomi di fiori, fiumi, città o nomi astratti come Audace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *