Un commento

  • Bruno Stupari

    il R.C.T. Pantera si autoaffondò non nell’agosto del 1941 bensì nella notte fra il 3 e il 4 aprile dello stesso anno in Mar Rosso nei pressi di Someina – costa araba/yemenita.
    Mio padre, Antonio, vi era imbarcato quale S.T.V. C°.
    Lo attendevano due anni di prigionia nel campo d’internamento sullo scoglio di Abu Saad nei pressi di Gedda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *