Attualità,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Recensioni,  Storia

A proposito di fazzoletto nero sulla divisa dei marinai

di Marino Miccoli

…ripubblichiamo, con perseveranza (lo facciamo ormai da quasi 5 anni), sicuri di non mettere fine a questa “diatriba storica” circa l’uso degli indumenti in uso nella Marina (Regia e Militare). Pancrazio “Ezio” Vinciguerra.

Marino Miccoli  (2014) per www.lavoce delmarinaio.comUna volta chiesi ad un anziano “cannoniere” quale fosse  la funzione o il significato del fazzoletto nero indossato sotto il solino, quello per intenderci che viene annodato sul camisaccio della divisa dei marinai.
Il compianto signor Luigi Scarciglia (classe 1910), così si chiamava, mi rispose che si trattava di un segno di lutto per la morte del conte Camillo Benso Conte di Cavour.
A detta dell’esperto Marinaio, l’allora neonata Regia Marina, ritenne opportuno celebrare lo statista Italiano che tanta parte ebbe nel realizzare l’Unità d’Italia.
Infatti nel 1861, allorquando era Presidente del Consiglio nonché Ministro della Marina, in un suo discorso in Parlamento ebbe a dire:

[…] Voglio delle navi tali da servire in tutto il Mediterraneo, capaci di portare le più potenti artiglierie , di possedere la massima velocità, di contenere una grande quantità di combustibile […] Consacrerò tutte le mie forze e la mia influenza parlamentare affinché l’organizzazione della nostra Marina Militare risponda alle esigenze del Paese.
Divisa storica franchigia estiva - www.lavocedelmarinaio.com

Sempre secondo quanto riferito dal mio amico cannoniere, il Conte, alla sua morte, elargì un cospicuo lascito proprio in favore dell’Armata di Mare.
Da qualche altre parte ricordo invece di aver letto che il fazzoletto nero era indossato in segno di lutto per la sconfitta di “Lissa”, ma c’è chi sostiene che fosse portato dai marinai anche precedentemente a quella funesta data.
In altri articoli pubblicati, sullo stesso argomento, ho avuto modo di apprendere che l’indumento servisse a nocchieri e cannonieri della Marina velica per pulirsi le mani dal grasso.
Chiunque abbia altre informazioni in merito al significato e alla funzione del “fazzoletto nero,  indossato ancor’oggi dai Marinai, può lasciare una traccia di commento a questo articolo.

Divisa storica franchigia invernale - www.lavocedelmarinaio.com
N.d.R.
…Ricevemmo e pubblicammo:

Ammiraglio Paolo PagnottellaCarissimo Vinciguerra,
il massimo esperto di queste cose, l’Ammiraglio Galuppini, scrittore e saggista, ricercatore e cultore delle storie e delle uniformi di mare, mi ha detto che il fazzoletto nero:

• erà già in dotazione nelle Marine Sarda e Borbonica (esistono quadri e litografie che ritraggono marinai di quelle Marine con un fazzoletto nero intorno al collo);
• deriva dall’usanza dei gabbieri, che salivano a riva per sbrogliare le vele, di avere a portata di mano un fazzoletto per riparare la gola, raccogliere i capelli (incatramati) e asciugarsi le mani durante le manovre.

Dunque un utensile di qualche colore che, dopo il proprio uso, diveniva scuro o nero per forza di cose. Fu definitivamente sancito che il fazzoletto della divisa di Sottocapi e Comuni fosse di colore già all’origine nero e dovesse essere indossato, così come ancora oggi, sulla divisa ordinaria (anziché su quelle da fatica, come per i gabbieri) nel primo riordino delle divise avvenuto proprio dopo le battaglie di Lissa. Ecco perché per noi marinai del “dopo – Lissa”, al fazzoletto nero è attribuita la memoria del lutto per i nostri morti in quelle battaglie ed ha preso la connotazione utilitaristica precedente.
Ovviamente, però, non possiamo dimenticare che è nato come un oggetto di utilità quando non esisteva ancora un’idea di uniformità.
Sono stato esauriente?
Cordialità e saluti a tutti gli amici del tuo blog, con affetto
Ammiraglio di Squadra
Paolo Pagnottella
Presidente Nazionale A.N.M.I.
https://www.lavocedelmarinaio.com/2012/03/il-fazzoletto-nero-dei-marinai/

Ezio Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)Si ringraziano tutti i marinai di una volta e di buona volontà non per apparire ma perché sentono di dover contribuire a salvaguardare la Memoria di chi non è più rientrato alla base o di chi ci ha lasciato per l’ultima missione.
“lavocedelmarinaio.com” non si appropria del lavoro o ricerca altrui ma rappresenta, con fierezza, uno degli ultimi baluardi contro l’indifferenza e l’oblio di uomini e navi della Marina (Regia e Militare, Mercantile) spesso dimenticati anche dalle Istituzioni.
Un abbraccio fraterno a tutti Voi e a tutti coloro che in questi anni hanno contribuito alla Memoria.
Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Marinai-Cannonieri-in-posa-...col-Fazzoletto-Nero-in-una-foto-depoca-collezione-Fam.-Miccoli - www.lavocedelmarinaio.com

Allo stesso argomento sul blog:
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/09/sul-fazzoletto-nero-nella-divisa-della-marina/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/11/la-divisa-da-marinaio-tra-curiosita-e-leggenda/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/11/la-divisa-del-marinaio/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2012/02/le-stringhe-e-il-capitano-tomba/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2014/01/la-mia-divisa-enzo-arena-ammiraglio/

48 commenti

  • giuseppe

    Un sincero grazie a Ezio – per il suo impegno e serietà nel condurre il Sito “Lavocedelmarinaio” – molto spesso con la storia-i fatti e i racconti dei protagonisti ci arricchisce sempre più di cose nuove.Un abbraccio grande quanto il mare a tutti gli amici.

  • Antonio Corsi

    Prendo nota e provvederò ad aggiornare la mia pagina per quanto concerne il fazzoletto nero. Sono, come sinora dimostrato, graditi i commenti/suggerimenti e altro.
    Speriamo di riuscire a fare un quadro completo della nostra vecchia divisa. Vecchia perchè vedo che sta quasi scomparendo………….. il progresso 🙂

  • Carlo Fiano

    Esatto e lutto per Cavour e vi è anche un altro ricordo la cucitura al canovaccio, quello all’altezza dello Steno, vi ricordate perche?

  • Maurizio Gallotti

    mi fate ricordare Maricentro La Spezia quando ci hanno insegnato a fare il fazzoletto ed il fiocco sulla pizza.Correva l’anno Novembre 1985

  • Di Benedetto Emanuele

    Se non ricordo male era e dovrebbe essere un segno di lutto il fazzoletto nero ….. Buon giorno e buon pranzo a tutti voi fratelli marinai

  • Enzo Gonnella

    caro EZIO se mi permetti vorrei quì ricordare mio suocero latanza cosimo imbarcato sulla classe navigatori unità DA RECCO combattante nella seconda guerra mondiale unica unità supersitite di dodici grazie

  • Giovanni Brandano

    Scusate, pe l’intrusione, ma la questione del fazzoletto nero, che fosse un fatto dovuto ad un evento luttuoso della nostra Storia, è già stato ampiamente ed esaustivamente spulciato e chiarito da esperti e studiosi di militaria marittima e marinara, in tempi assai piu’ lontani rispetto ad oggi….. E’ l’ecumenismo filantropico (non talune illogiche manifestazioni del pensiero di radio-prora), che fa della divisa del marinaio la propria autenticità e unicità, e per certi aspetti l’uguaglianza in tutte o quasi tutte le marine de mondo……….A riguardo del compianto Cap. (CEMM) TOMBA, spiace ricordarlo in tal modo, anche se evidentemente tralasciava il fatto che: – divisa bianca=nastrino o fettuccia bianca; – divisa di panno beu=nastrino o fettuccia nera……(PS..il figlio, e’ stato con me al SAN MARCO e proveniva dai Lagunari,,,,,,,,,,). Ciao Col.f (lag/par.) TOMBA, in amorevole memoria del tuo papà. –

  • De Marco Franco

    In effetti che io sappia….il fazzoletto nero sulla divisa della marina è dovuto ad un segno di lutto nei confronti di chi è caduto in mare…..pertanto c’è è dovrebbe rimanere……

  • Giovanni Brandano

    Se andiamo avanti cosi’, per la nostra Marina e…anche per quelli che come me la hanno servita per quasi mezzo secolo (ininterrotto), si delinea una crisi di identità….

  • Nicola Sibillano

    Assolutissimamente deve rimanere al suo posto .Sarebbe come il corpo umano senza scheletro la sua sparizione

  • Enea Remo

    il fazzoletto c’era prima della morte di Cavour …e lo tenevano legato al collo….poi diventò anche ricordo della sua morte……il solino iniz..iò ad usarsi per tenere pulita la divisa ….dai capelli lunghi……il cordone.. ricorda la tracolla …dove sulle navi a vela.. veniva attacato il fodero del coltellaccio

  • Di Benedetto Emanuele

    grazie alle nuove riforme all’amodernamento delle uniforme ecc ecc qui un pinko pallino si è alzato una na mattina non sapendo che c…. fare ha detto bè oggi cambiamo la divisa della marina………………………………………….. str……. se lo fanno

  • Enea Remo

    ……il Solino…..il fazzoletto….il cordone….non fanno parte della divisa…….SONO LA UNIFORME

  • Giovanni Brandano

    OK, ragazzi ognuno deve dire la sua, pero’ la fiera delle cazzate e’ in un altro sito, qui a fianco……….vicino al mattatoio!

  • Michele Di Liberto

    Il fazzoletto nero e il lutto di Cavour e il cordone bianco e un dono della regina Elisabetta di ingilterra

  • Zanotti Claudio

    esisteva già prima di Cavour ed esiste pure nella Marina statunitense e altre Marina che di Cavour non sanno niente, quindi è sicuramente giusta la versione dei marinai che portavano al collo un fazzoletto che se anche non era nero, lo diventava per forza usandolo per pulirsi le mani sporche di unto e di altro durante le manovre!

  • Giovanni Brandano

    ,,,pure fantasie! La divisa è nata cosi’ com’e’, nessun riferimento a nessi di casualità……..Cerchiamo di farla rimanere nella sua foggia piu’ tradizionale, e se possibile ripristiniamo il “vecchio” pantalone (quello con le patte)!

  • Antonio Damiano Coletta

    A parte il significato del colore nero ,ora lo sostituirei con l’azzurro come il solino.

  • Roberto Tento

    Il cordone bianco significa l’impiccagione dell’Ammiraglio Caracciolo…il fazzoletto nero, la morte di Cavour…La cucitura al livello del petto nel camisaccio era in onore dei marinai morti sulle vecchie navi all’altezza Battaiuola….parte bassa del ponte….C’e’ altro….i pantaloni per i bottoni..e la zampa di elefante…

  • Di Benedetto Emanuele

    ciao fra Roberto ottima spiegazione complimenti ricordavo qualcosa ma nn ricordavo i particolari…

  • Nicola Cav Sinigaglia

    A noi la raccontarono diversamente, il fazzoletto ed il cordone lutto per Cesare Battisti , 2 stellette sul solino 2 battaglie vinte e due righe 2 battaglie perse

  • Nicola Sibillano

    Ma da dove salta fuori questa idea balzana di eliminare il fazzoletto nero? Chi è che si è alzato una mattina ed ha partorito questa idea? Mio padre ha fatto 8 anni durante il periodo bellico dalle parti del “Corno d’Africa” e fu praticamente gratificato dal fatto che solo io dei figli dopo tanti anni, andasse in Marina.Imbarcato sul Vespucci poi…non se lo sarebbe mai immaginato che mi imbarcassero sull’Amerigo. Una soddisfazione unica per lui.La prima cosa che m’insegnò ,preparare e annodare il fazzoletto nero . E non dimentico la cura con la quale me lo insegnò.Adesso lo vogliono cassare.Roba da pazzi!!!!!!!

  • Enea Remo

    vicino a mè ,abita un ufficiale credo c.p. , quando lo vedo con quella specie di divisa da lavoro …. a me fa schifo ……è brutta come colore e come fattura , e come stoffa

  • Francesco Rini

    Io appartenente al glorioso Corso 58, sono a conoscenza della memoria per il CONTE DI CAVOUR….

  • Enea Remo

    quello che io ho scritto…..è quanto letto in un libricino nel-77…quando andai a fare i C /te di comp. 2°….dovendo spiegare alle reclute la divisa ….trovai in una specie di biblioteca nel Maricentro un manuale che riportava quanto io ho scritto…..e a quello mi sono attenuto.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buonasera a tutti e grazie per i vostri commenti e per la compagnia.
    Mi preme sottolineare che nessuno vuole cambiare la divisa col fazzoletto nero hanno solo completato la distribuzione di una nuovo equipaggiamento da lavoro sostituendo la kaki e qualche altro effetto di vestiario. Colgo l’occasione per ringraziare Giacomo Tulummello per l’inserimento della bellissima foto inviateci ed Enzo Gonnella per il ricordo del suocero Cosimo. Un abbraccio a tutti grande come il mare!

  • Marino Miccoli

    Sulla funzione non soltanto decorativa del cordone bianco ricordo due interessanti particolari che mi sono stati raccontati dal vecchio Marinaio Luigi Scarciglia della Regia e che desidero farvi conoscere: 1) che in caso di risse era usato per ammanettare gli arrestati; 2) idem ma per legare i polsi ai nemici fatti prigionieri in tempo di guerra.
    W LA GLORIOSA UNIFORME DELLA MARINA!!!

  • domenico cicco

    arruolato nel 1966 alle scuole CEMM della Maddalena, si diceva che il fazzoletto nero era il segno di lutto per Cavour, il cordone per legare il coltello nella Marina velica e il solino per proteggere il camisaccio dall’unto dei capelli che all’epoca erano lunghi. La foggia dei pantaloni era tale da essere facilmente sfilati in caso di caduta in acqua. Negli ultimi anni, ho lasciato il servizio attivo il 30/12/2010, era invalso l’uso di chiamare la divisa ordinaria da parte dei marinai “paperina” e ho sempre cercato di eliminare dal loro linguaggio questo termine.

  • Mariano Napolitano

    Più che giusto non sono singoli pezzi sono la divisa del marinaio. 4° 1950 Matr. 50 NA2706

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *