19.7.1940, Nicola Manzo e Pietro Turi due  Marinai del regio incrociatore Colleoni

di Antonio Cimmino

… era il 19 luglio del 1940. Per non dimenticare, mai.

19.7.1940 affondamento regia nave Colleoni - www.lavocedelmarinaio.com

Nicola Manzo era nato a San Sebastiano al Vesuvio (Napoli), era imbarcato sul Regio Incrociatore Colleoni dove fu ferito durante il combattimento e con un braccio asportato dalle esplosione.

19.7.1940 Marinaio Nicola Manzo della regia nave Colleoni - www.lavocedelmarinaio.com
Pietro Turi era nato a Castellammare di Stabia (Napoli), naufrago e successivamente prigioniero in India e Inghilterra.
L’incrociatore fu affondato dal cacciatorpediniere inglese Ilex e Havock nella battaglia di Capo Spada (Creta) del 19 luglio 1940.
Nella battaglia morirono 129 marinai mentre i 525 naufraghi furono raccolti dalla squadra navale inglese ed avviati alla prigionia.

19.7.1940 Marinaio Pietro Turi della regia nave Colleoni - www.lavocedelmrinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

10 risposte a 19.7.1940, Nicola Manzo e Pietro Turi due  Marinai del regio incrociatore Colleoni

  1. Bruno V. Bardelli dice:

    Grazie Ezio …ma la maggiorparte sono marinai e quindi persone sveglie. Grazie Fratello di mare e di vita un abbraccio

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Banca della Memoria: chissà se riposano in pace?

  3. Lucio Campana dice:

    Ezio puoi sapere dove erano imbarcati

  4. Lucio Campana dice:

    Scusa ho visto ora il link, te l’ho chiedevo perchè io ho perso uno zio appena diciottenne sul R.C.T. “AVIERE” la notte del 17-12-1942.

  5. Virginia Federico dice:

    R,IPP

  6. Roberto Tento dice:

    ADESSO RIPOSANO IN PACE

  7. Lupo Alberto dice:

    r.i.p.

  8. Gennaro Ciccaglione dice:

    CRISTI SEPOLTI…..

  9. Antonio Manzo dice:

    salve io sono il figlio di Nicola Manzo, volevo solo precisare che è nato a San Sebastiano al Vesuvio e no come riportato erroneamente a San Giuseppe Vesuviano. grazie e scusate per la precisazione

  10. ezio dice:

    Buonasera signor Antonio Manzo, grazie per la precisazione.
    Abbiamo provveduto a correggere l’articolo informando anche il firmatario e
    la locale associazione Marinai.
    Ci perdoni per l’inesattezza, speriamo di essere compresi nella nostra navigazione
    della “banca della memoria” per non dimenticare mai chi come suo Padre Nicola ha
    servito con dedizione e onore il nostro Paese.
    Riceva e gradisca un abbraccio grande come il mare, grande come il cuore dei Marinai per sempre
    e grande anche come il suo amorevole cuore di figlio.
    Ezio Vinciguerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *