Attualità,  Curiosità,  Marinai,  Navi,  Storia

Arbitrato è la nuova parola che fa tendenza anche per i due Marò

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Ezio Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)Il sole si è rimesso in moto e l’estate è alle porte. Voglia di mare, di montagne, di relax, di libertà e anche di Mondiali e notti magiche. Tutto qui? No!
Il Paese non riesce a decollare, sembra un mare in tempesta per le tante teste che la pensano diversamente l’una dall’altra, e non c’è comunione d’intenti. Non rispettiamo le regole imposte dalla legge, dal buon senso e dalla fede, troviamo orpelli e cavilli dappertutto.
I nostri politicanti, dopo oltre due anni di prigionia dei due Fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, come nel Medioevo, si contendono quel che rimane dei loro feudi, piccoli padroni terrieri, umili servitori e lacchè dei detentori di capitali e di sudditi, militari compresi, che si adeguano. La Corte Suprema indiana non emette una sentenza (…chissà perché?).
Qualcuno, nello stesso giorno della manifestazione a Roma del 14 giugno 2014 per i due Marò, ha organizzato una visita a Palazzo per celebrare un fotografo e un concerto a Piazza di Spagna per celebrare la festa della Marina. Mi domando cosa avranno da festeggiare? Il trionfo del tutto e del contrario di tutto? La festa dell’autocelebrazione? Che cosa?
Sono passati oltre due anni “dall’affaire Marò” e poco più da quando il cittadino non si può esprimere con “libere” elezioni. Meglio rimandare, meglio rimandare tutto al 2018, meglio rimandare sempre…chi vivrà vedrà!
Intanto adesso qualcuno pensa di attuare la procedura dell’arbitrato e, per “l’affaire Marò”, si cerca uno Stato sovrano terzo che funga da arbitro. Che bello arrivano i Mondiali e arrivano anche gli arbitri internazionali! Ma i tribunali, le procure di tutto il mondo e in particolare quelle italiane e indiane non sono già arbitri di giustizia?
È inutile negarlo, preferiamo affidarci alle parole, a chi le racconta in maniera più convincente e oggi, l’italico suolo (ma sarebbe meglio ampliare il concetto all’Europa e al mondo cosiddetto globalizzato) è una “dettatura legalizzata” nel senso che ci dettano quello che dobbiamo fare e dire (politica – religione – economia). Ci obbligano a pensare con la testa degli altri e, ancor peggio, a secondo della latitudine o longitudine del globo terrestre, a ciascuno di noi è assegnato un valore economico anche in termine di vite umane, animale e vegetale.
Quando si è fortunati, ma sarebbe più appropriato in alcuni casi dire “indennizzati” (leggasi incidenti sul lavoro o per servizio, ecc.), siamo dettati da “incomprensibili norme e assicurazioni” e mai da “verità e rassicurazioni“.
Ed allora?
Con “l’arbitrato” e con le solite “rassicurazioni” salviamo capre e cavoli, praticamente un condono senza una sentenza, praticamente un rimandare senza mai estirpare il “cancro della disonestà”.
Ma prima di ogni condono o perdono bisogna “espiare” le colpe. Solo dopo si può parlare di condono e di perdono, e intanto il “cancro della disonestà” continua a proliferare!

Gli intoccabbili (Vignetta di Alfio Kransic)

70 commenti

  • Marinaio di Lago

    Buongiorno Ezio hai pubblicato la sacrosanta rappresentazione della verità.
    Un abbraccio

  • Tonino Pietrafusa

    Buongiorno Ezio.
    Sono onorato dalla tua Amicizia. È da molto tempo che ti leggo e ci si incrocia in commenti che lo scambiarsi la formale amicizia è quasi un atto dovuto. In questo momento sono riuscito a rubare pochi istanti al mio lavoro solo per poterti salutare ma mi riprometto di scambiare con te due chiacchiere appena possibile. Un abbraccio e a prestissimo

  • Simba

    Ciao Ezio. I complimenti che ho uso non sono una proforma ma il giusto tributo ad una delle Pagine più competenti e serie dell’intero arco marinaresco e la tua presenza al timone di questo Gruppo si sente eccome.

  • Antonio Cimmino

    Sono ormai da tempo membro di questo equipaggio ed ora finalmente ho il piacere di dividere con il Comandante di questo equipaggio questo pregevole e condivisibile pensiero.

  • Maria Marea

    Volevo chiederti se anche tu Sabato sarai in Piazza Bocca della Verità cosi magari ci si conosce di persona

  • EZIO VINCIGUERRA

    penso proprio di non poter essere presente…purtroppo!
    Sicuramente sarò presente virtualmente e con parole abbastanza dure come quelle di quest’articolo scritto di getto e col cuore i mano per i nostri due Frà Massimiliano e Salvatore e per le loro rispettive famiglia. Vogliono tentare, dopo tanto tempo…troppo, la via dell’arbitrato per scaricarsi le responsabilità sia italiane che indiane. Ti/Vi metto a conoscenza che sono in fase di recupero psico-fisico e l’ultima volta che ho partecipato alla manifestazione Ciro Laccetto mi ha praticamente sorretto per tutta la durata del percorso. E’ già una Via Crucis per i familiari dei due Frà e per tutti noi marinai di una volta e non vorrei aggiungere dolore su dolore ma gioia. Ti/Vi prego se vai di estendere i saluti a tutti gli amici e fratelli.

  • Tonino Pietrafusa

    Tranquillo Ezio che per quanto mi sarà possibile cercherò di salutarti sia Vania che Paola. Dispiace però che come la volta scorsa di novembre per la pioggia stavolta saremo flagellati dal sole cocente ma sono sacrifici che si fanno volentieri per questa causa sperando di cuore che possano servire a qualcosa!!

  • Alfredo Carulli

    Caro Ezio, ti ringrazio di cuore per il gentile e gradito pensiero ai fratelli. Un abbraccio, Alfredo

  • Antonio Doria

    Grazie Ezio marinai sempre! e che il nostro percorso che ci resta sia sempre con vento in poppa!

  • Gianluca Romani

    Carissimo Ezio, grazie del graditissimo pensiero: sei sempre caro. Un abbraccio, Gianluca

  • Orietta Iadarola

    Grazie infinite Ezio. sei sempre tanto finemente pungente ..apprezzo tantissimo il tuo interessamento per i due Marò.

  • Alessandro Epifani

    Ciao carissimo amico Ezio, grazie per l’articolo sempre molto originale, mi fà davvero piacere. Come hai detto tu anche esserci in silenzio può bastare. Io di certo ti porto sempre nel mio cuore, l’averti conosciuto per me è stato un ricordo indelebile che sempre custodirò nel mio cuore. Il mio pensiero adesso è concentrato sui due Frà… ti abbraccio piu forte che mai

  • Nino Mirenna

    Caro Ezio ti ringrazio per questopensiero e credimi guardo avanti con ottimismo…e mi sento marinaio fino al midollo un abbraccio affettuoso Nino mirenna

  • Umberto Micheli

    ciao ezio anche io sono rimasto marinaio nell’anima ,sono sposato e sono nonno di un bellissimo nipote di sei anni.la tua amicizia mi farebbe enormemente piacere come tutti i marinai ho illustrato a tutta la mia famiglia la vita fatta per 30 anni fino a sfinirli ma loro non possono capire……

  • Bruno Biriaco

    Carissimo Ezio ti ringrazio del pensiero e dell’affettuoso commento per i due Marinai. Un grande abbraccio, con la speranza di incontrarti presto ad un prossimo concerto.
    A presto, ciao!
    Bruno Biriaco

  • Edoardo Medini

    Non si possono accettare prese per i fondelli nel giorno della Festa della Marina Militare !!! Si continua con la politica delle mere dichiarazioni mantenendo la vicenda in surplace, mentre, a quanto pare, non è iniziata nemmeno la tanto pubblicizzata pratica per l’arbitrato …. e da nessun politico di peso si è sentito dire che ci sono evidenti prove di manipolazione dei fatti da parte indiana ed altrettano evidenti circostanze che fanno ritenere i due fucilieri completamente estranei alla vicenda che ha causato la morte dei due pescatori.
    Con queste dichiarazioni possono esultare solo italioti, traditori, spiattellatori…….e qualche ignobile personaggio.
    Dopo più di due anni l’India non ha ancora presentato alcun capo d’imputazione, nemmeno “UNA” prova a sostegno delle loro accuse……
    LA FARSA CONTINUA….LA VERGOGNA PURE.

  • Peppe Cicala

    Arbitrato… lasciamo decidere tutto ad un paese terzo. Tanto la sovranità popolare non c’è più, ma che fa se lo prevede la Costituzione. Come dire: il governo italiano non ha le….(e chi vuol capire….capisca)…

  • Roberto Tento

    Ci sarebbe da scrivere dei volumi di libri sugli errori fatti dai nostri Ministri…ma tutt’ora sono ancora li…chi in pensione …chi con altri incarichi…ma penalmente sono perseguibili?….Intanto mi interessa il ritorno a casa dei 2 Maro’…e’ scontato che dovrebbe essere la nostra lotta primaria…Ciaooo fra’ Nico..LIBERIIIIII SUBITOOOOO

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie a tutti voi che avete commentato e solidarizzato con questo petulante marinaio che si ostina a sostenere: Marinai per sempre

  • Silvana De Angelis

    Ciao Ezio, nono le emozioni a misurare la qualità di una giornata.
    Se qualcosa o qualcuno ci ha emozionato,
    allora è stata una grande giornata. GRAZIE…..

  • Carmine Nuzzolo

    Ezio, anche io la penso così, ai signori delle alte sfere, la parola “Onore”, è sconosciuta ahimè, un caro abbraccio

  • Francesco Montanariello

    Allora stiamo bene, abbiamo tanti soldi se ci permettiamo di fare certi regali. Italia, senti, fammi soltanto un piccolo regalo, un’isoletta per stare lontano da chi ti governa. Padre Pio, tu che per i miracoli sei diventato Santo, tu che anni fa hai detto che la monarchìa sarebbe ritornata in Italia, fammi la Grazia di togliermi davanti alle …… tutti questi mangiamangia di politici, ma tutti. Grazie e farai la garzia di SALVARE l’ITALIA.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *