Che cos'è la Marina Militare?,  Curiosità,  Marinai,  Navi,  Racconti,  Recensioni

Quando varcai quel cancello

di Giosuè Palpati

La prima volta che varcai il cancello delle Scuole C.E.M.M. di Taranto fu su una 1100 FIAT blu targata M.M. Era il 1955 e io avevo 9 anni. Mio padre era un tecnico dell’arsenale specializzato nella riparazione degli apparati rice-trasmettitori della forza armata. Quel giorno lo vennero a prendere da casa perché c’era una avaria ed io non avevo scuola e mio padre mi portò con sé. Mi sembrò di entrare in un’altra città. Mi piacque molto. Mi colpì il fatto che i marinai si spostavano tutti insieme…
Mentre mio padre cercava di individuare l’avaria in un grosso apparato alto come un armadio e pieno di grosse valvole, ci raggiunse un ufficiale superiore, che si sorprese nel vedermi lì. Ricevute le spiegazioni da mio padre, l’ufficiale mi disse:
– “Bravo! Diventerai un Tecnico!” Poco ci mancò che non aggiungesse:
– E girerai il mondo!
Quell’affermazione fu profetica, perché da lì a qualche anno sarei entrato nel mondo delle telecomunicazioni, ma dalla porta di servizio: Stelmilit Chiavari.

Scuole C.E.M.M. Lorenzo Bezzi Taranto giuramento corso 1970- 1971 - www.lavocedelmarinaio.com

100 commenti

  • Gianni Manca

    Pietro puo’ darsi che le benedizioni………….. che glia abbiamo dato hanno creato effetto contrario.

  • Marcello Bartali

    A c° Castriota, gli facevano di tutto, gli bucavano la bici e una volta, gli hanno rubato il berretto… Ma chi si ricorda di “PIZZOFERRO”?

  • Gabriele Comentale

    Capo Castriota lo sceriffo delle scuole cemm, il temerario e chi se lo scorda? Rimarrà nella leggenda dei marinai del cemm! dell’epoca!

  • Giuseppe De Cillis

    E capo Saliocca chi se lo ricorda? Nel lontano 1967 faceva parte di Maricentart. E ai suoi TA/MA ci teneva tanto e il suo dire era NON SIA MAI DETTO CHE UN. MA.VADA A COPRIRE LE ELICHE DI UNA NAVE USAVA QUESTO DIRE CI TENEVA ALLA SUA CATEGORIA COME GLI ALTRI CI TENEVONO ALLA LORO CHE RICORDI ALLE SCUOLE C.E.M.M.
    E chi ricorda del sottotenente di vascello sig. LOI? ERA BRAVO MA NON VOLEVA ESSERE PRESO X I FONDELLI SE NO ERONO GUAI (CONEGNATI) E GIRI DI CAMPO.

  • angelo

    Classe 1944 ero presente a maggio 1964 camerone 29 che bei tempi.poi sono imbarcato sulla luigi rizzo

  • ferdinando del pezzo

    Corso 69vo. Quanti ricordi:la sera all’assemblea venivo spesso punito a fare giri di campo perché il trombettire quando dava l’attendi sbagliava sempre la nota e a me scappava da ridere.Io ero della scuola Sparta il mio capo servizio era il T.V. Zanchi, quando andavo a rapporto manco mi faceva entrare a conferire alzava la mano destra aperta e indicava 5 giorni di c.p.s.mentre con la mano sinistra si lisciava il pizzetto di barba sotto al mento.Un’altro ricordo bello di allora il M.llo De Matteis, istruttore M.A. nonché inquadratore nelle parate,ho ancora nelle orecchie la sua voce roca che diceva:tacchi, tacchi, voglio sentire i tacchi a terra.Oppure in aula quando noi napoletani rientravamo dalla licenza ci chiedeva chi mi da una americana in cambio di una delle mie (nazionali senza filtro.)Allora li chiamavamo cost’azzurre per il righino azzurro che c’era a fine sigaretta.Dopo questo bel tuffo nel passato saluto tutti quelli che mi hanno conosciuto e spero di sentire qualcuno.

  • Ferdinando Del Pezzo

    Rispondo a Marcello Bartali, ricordo bene Pizzoferro. Quando alla mensa c’era il polpettone alla messicana preferivo andare a farmi un paninozzo da Pizzoferro.Era l’unica alternativa a certe gamellate. Ricordo quando ci mettevano di servizio (vivere in cucina.)Oggi che modestamente so cucinare,penso agli obbrobri che facevano allora in quella mega cucina.Comunque è stata una scuola di vita e sono fiero di averla vissuta. Un abbraccio a tutti gli ex allievi del corso 69VO.MA e scuola Sparta.

  • Lo Re Lucio

    Ciao a tutti:Ho varcato quel cancello il 20/10/1969 (corso Em). Quanti ricordi.Fila per mangiare,pulizia nei bagni,guardie notturne con molto freddo,e la sera all’appello per qualcuno piu’ spiritoso si andava a letto tardi e tanto tanto altro.Sono imbarcato su nave Aquila il 20/06/1970 ben ”foggiato”fino al 20/08/1971 . – Messina- classe 5°/49

  • Mancini Giseppe

    Sono anchio un ex marinaio Matricola 70VO315T ancora adesso quando guardo i giuramenti sento la nostalgia della Marina Militare.

  • Pietro

    Anch’io ero alle scuole CEMM nel 1969 nella categoria elettromeccanici con matricola 69VO367T. Ora rimangono le foto e tanti bei ricordi degli amici e compagni uniti da uno spirito comune, ricordo anche i cps o cpr con nostalgia, poi imbarcato su nave Impavido sempre a Taranto ormeggiato affianco al glorioso incrociatore Garibaldi che di li a poco sarebbe stato messo in congedo.
    Un caro saluto a tutti i marinai.

  • Francesco Mazza

    Anno 71 scuole cemmTaranto corso rtl in primavera dopo mi hanno mandato alla Maddalena
    Che vita ragazzi non c’era un attimo di respiro

  • Maiore Antonio

    scuole C.E.M.M. Lorenzo Bezzi – San Vito Taranto – al 3 piano c’erano i cameroni della Scuola S.P.A.R.T 1967.Con capo Pavano,mi chiamo Antonio Maiore,vorrei rivedere qualcuno di quel corso;in particolare Franco Pipan Toscano,se i ricordate scrivetemi su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *