39 commenti

  • Carmela Picheca

    L’esperienza dovrebbe essere un faro che ci indica la rotta, non un ormeggio dove attraccare.

    Ron Fischer

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Presidente Carlo Di Nitto e buonasera a tutti i marinai di una volta.
    Adesso che abbiamo tante paia di scarpe da comprare perfino un mobile solo per loro, o come dice quella stupida pubblicità tutte da urlo…
    Come siamo ridotti? Come ci sentiamo? E soprattutto: quanto sacrificio di quei marinai di una volta che almeno credevano…

  • Meroni Diego

    Altri cuori….altra gente…altri tempi….solo la “solita” politica non è mai cambiata….

  • Arpaia Teresa

    buona serata ..bello e decisamente interessante tra storia e presente il blog scritto con passione ..complimenti Ezio Pancrazio Vinciguerra..

  • Salvatore Cagliari

    posto di lavaggio, tutte le mattine,noi usavamo gli stivali soprascarpe. allora forse non esistevano, per risparmiare le scarpe lo facevano scalzi.

  • Anna Di Cerbo

    Quei giovani erano “V E R I ” Uomini perchè sapevano affrontare le asperità ed i sacrifici della vita, con spiccato senso del DOVERE!In quanto poi alla mancanza delle scarpe,posso aggiungere che i nostri militari, combattevano con equipaggiamenti davvero inadeguati in confronto agli avversari! Mia nonna conservava ancora un paio di scarpe militari di suo figlio dove si osservava che la suola era fatta di cartone

  • Roberto Tento

    Ciao Carlo…Ciao Ezio…meno male che ci siete voi che ravvivate questo triste fb…onore al merito…Ciao a tutti i fra’

  • Filippo Bassanelli

    Le scarpe si consumavano poi l’acqua era salata e chi le comperava poi???????

  • Luigi Inturri

    Belle foto, interessantissime, peccato non conoscere il nome dell’unità !!!!!!!!!!!!!!

  • Gerardo Grella

    Grazie come sempre Carlo Di Nitto buongiorno a tutti……vedi io ad esempio con l’altezza questo lavoro non l’avrei mai potuto fare……….

  • Marco Ximenes

    razie Carlo. Questo “posto di lavaggio” mi ricorda tanto il mio periodo sul Vespucci.

  • Gerardo Grella

    Come si suol dire marinai a lavoro,bellissime foto grazie ancor come sempre Carlo Di Nitto buona giornata a te e tutti quanti,anche a Michele Di Liberto

  • Antonio Melis

    Infinite grazie di questi bei ricordi , mi fischiano ancora le orecchi quando Capo Cannone mi gridava ” Melisse due scope e una radazza e non discutere ” Grazie Carlo Di Nitto

  • Roberto Tento

    Presidente Carlo, se manchi tu come facciamo noi ad avere queste chicche….Grazieee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *