Attualità,  Sociale e Solidarietà,  Storia

Viviamo in una dettatura

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Oggi l’italico suolo (ma sarebbe meglio ampliare il concetto all’Europa e al mondo cosiddetto globalizzato) è una “dettatura legalizzata” nel senso che ci dettano quello che dobbiamo fare (politica – religione – economia). Ci obbligano a pensare con la testa degli altri e, ancor peggio,  a secondo della latitudine o longitudine del globo terrestre, a ciascuno di noi è assegnato un valore economico anche in termine di vite umane, animali e vegetali.
Quando si è fortunati, ma sarebbe più appropriato in questo caso dire “indennizzati”, siamo dettati da “incomprensibili norme e assicurazioni” e mai da “verità e rassicurazioni“.

sentenza eternit - www.lavocedelmarinaio.com

87 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie carissimi per l’affetto, il sostegno e l’amicizia che mi avete e state dimostrando.
    E’ stata una settimana segnata da “gravissime perdite, troppe…”
    Spero che Lui mi dia la forza, la serenità e la lucidità di continuare a scrivere.
    Vi confesso che sono ai livelli minimi ed il morale bassissimo, per il momento, non mi aiuta a rientrare nei limiti della quotidiana normalità, quella di cui ho bisogno e quella di cui il nostro amato Paese ha bisogno.

  • Vittorio V. Alberti

    forza capo Vinci. Non conosco la circostanza, ma mi permetto di incoraggiarti. forza!

  • Orlando Abaterusso

    Ezio carissimo, sei una persona stupenda, ne hai superate di piu’ toste sei forte e sono sicuro che tornerai al piu presto negli standard dovuti. Un grande abbraccio Fratello di Mare

  • Roberto Tento

    Dai Capo Ezio non mollare proprio adesso…sei duro come l’acciaio che cinge le nostre navi….Buona serata

  • Luciana Vasta

    Ezioo forza nn ti abbattere….lo so molte sembrano frasi fatte….ma tu sei una persona speciale che ha regalato e regala ogni giorno parole di affetto e conforto a tutti.Adesso saremo noi ..(io)a ha regalarti affetto e parole di conforto tutte le Volte che c e ne darai la possibilitá…UN ABBRACCIO FORTISSIMO Luciana.

  • Orazio Centoducati

    Non ti ho conosciuto di persona ma sembri e sicuramente lo sei una persona forte. Ciao

  • Riccardo Jannuzzi

    Carissimo Ezio, ti voglio ricordare il nostro detto, Marinai una volta Marinai per sempre,…. con questo voglio dirti che noi siamo un equipaggio unito e come nostra tradizione siamo tutti vicini l’uno all’altro nella buona e nella cattiva sorte. Tu con i tuoi scritti ci hai tenuti ancor più uniti, su coraggio siamo tutti vicino a te non mollare. Ti aspettiamo presto nessuno rimane indietro. Ciao

  • Pina Amore

    carissimo amico dai datti forza che sei il pilastro del gruppo siamo vicino ate amico mio

  • Andy Holyred

    Caro Ezio, ti conosco solamente tramite questo mezzo e per averti letto intenti tuoi scritti. Sei un Grande euna meravigliosa persona. Oltretutto sei un Marinaio d’Italia e ti voglio un mondo di bene oltre ad una grande stima. Se ne viene fuori Ezio, fratello mio, non mollare, perchè se molli tu , qui andiamo tutti a schifio. In alto i cuori. Siamo soldati per sempre, anche oltre la morte. Ti abbraccio tanto e spero tanto di conoscerti di persona.

  • Giuseppe Sciuto

    grande Ezio…..il dolore e’ vita……….purtroppo adesso e’ un momento………ma gia’ il fcatto che puoi essere li’ a combattere significa che sei vivo………..oltre il dolore……………………dai grande

  • Franco La Rosa

    La perdita di persone care, di amici, conoscenti e altro, portano via un piccolo pezzetto del nostro cuore, ma si deve andare avanti e accettare queste perdite; nessuno di noi è immortale, lo sai bene, ma se siamo capaci di dire : “Signore, io non capisco perché, ma sia fatta la Tua Volontà”, allora andremo avanti ancora forti rialzandoci dopo la caduta, portandoci dentro il ricordo di tanti amici e cari i quali non moriranno mai perché li ricorderemo sempre, coraggio.

  • CAPITANO MUSICA

    In effetti ci sono tantissimi che ci stanno lasciando in questo periodo. Tanti sono i ricordi legati alla loro immagine e alla loro famiglia. Ci hanno accompagnato fino a questo punto nella nostra vita e la loro arte resta scolpita dentro di noi. Di conseguenza sentiamo morire anche qualcosa nella nostra anima. Voltiamo pagina e manteniamo il dolce ricordo di quegli artisti, di quell’arte e di quei tempi. La vita prosegue e insieme ad essa anche i suoi sogni. Se si lascia solo spazio ai rimpianti e si finisce di sognare si diventa vecchi in anticipo. Chi ci ha generato non lo permetterebbe e non avrebbe serenità sapendoci distrutti . Buona serata amici.

  • Ettore Francesco Adriano Celentano

    Non mollare Ezio Vinciguerra ! questo paese ha BISOGNO di uomini come te!

  • EZIO VINCIGUERRA

    Care amiche e amici, anche se ci vediamo poco e in questo momento il cuore matto piange perché ferito dalle “perdite” che lasciano sempre cicatrici non ho sostantivi ed aggettivi che possano ringraziarvi per l’immenso affetto che mi state mostrando.
    Gabriella sostiene che l’isola della sofferenza è sempre più affollata, il mare dell’indifferenza la circonda sempre, ma la forza dell’Amore fornirà il vento in poppa sufficiente per allontanarci, almeno momentaneamente, da questa isola.
    Io sono d’accordo con lei.
    P.s. Se vi dico che vi voglio bene, mi credete?

  • franco patricelli

    Carissimo Ezio, lo sai, per quello che posso in me troverai sempre uno che “ti ascolta!”, e forse intuisco che ciò sia una delle migliori cose che potresti fare adesso, parlare!

  • Mauro Ferrari

    🙂 “Te lo auguro di cuore… come se stessi parlando ad un familiare….. Forza Ezio!!!!”

  • Anna Maria Strapazzon

    “le ferite mettono a nudo i dolori e bruciano fino a far morire. La fede salva in questi momenti”

  • Vincenzo Lo Iacono

    Caro Ezio Pancrazio Vinciguerra, Il tuo arguto commento dovrebbe spingere i comuni cittadini a riflettere fino a trovare la giusta soluzione per uscire da queste sabbie mobili che continuano a ingoiare diritti, tutele e vite umane!! Sono certo che l’istinto di sopravvivenza prevarrà su ogni cosa poichè le nostre continue errate scelte insieme al nostro vigliacco silenzio restano complici dei nostri Carnefici!

  • Giovanni Caruso

    Carissimo

    Tu sei un comunicatore, un trascinatore e abbiamo bisogno di gente come te per cambiare questo paese marcio fino all’osso.
    Bisogna incitare la disobbedienza civile!
    Bisogna dire basta a tutte le leggi ingiuste e disubbedire. Non possono chiudere imprese per debiti con lo stato e non posso per questo togliersi la vita le persone. Lo stato è nostro servo e non il contrario.

  • antonio corsi

    Ciao Ezio
    in questi casi le parole, purtroppo, servono a poco. Il nostro stato d’amimo non ci fa ponderare bene quello che diciamo o ci dicono.
    Fatto positivo, in tutte queste negatività, è il fatto che la vita continua e il tempo è un ottimo medico.
    Speriamo solo che questo periodo negativo passi presto e ti torni la voglia di combattere al più presto
    Antonio

  • Alessandro Epifani

    Ciao caro amico Ezio
    Grazie di vero cuore per le tue parole. Hai ragione e’ l’avvenire l’importante adesso. Ti abbraccio forte

  • Tonino Piccolo

    carissimo fra!!!!! ezio buona sera tu sai perfettamente che viviamo in una falsa democrazia ,bisogna affermare che siamo in una dittatura bancaria massonica che ha arpigli in tutte le patrie del mondo ,ed io come tanti italiani nazionalisti patrioti fascisti diamo fastidio e subiamo attacchi di ogni genere , la prima di tutte e quella di farci stare zitti ,la seconda e quella di chiamarci sobillatori dello stato ,cosa non vera perche’ sai perfettamente come amo la patria e come rispetto le forze dell’ordine , quindi cosa fanno mi bloccano i profili per mesi , ed eccomi con uno nuovo !!!!!!! grazie fra!!!!!!

  • Elio Ippolito

    Ezio qualunque cosa ti sia accaduta mi spiace sinceramente…Forse è il caso di avere uno stop a queste enormi difficoltà.Un affettuoso abbraccio

  • Antonio Morrone

    ringrazio infinitamente purtroppo le tue parole e verità pura ,ma i ricordi spunta sempre .Il futuro ci sto pensando e per questo sono nel sociale ed in politica anche se nel ultimo ne sto rimanendo deluso

  • Pietro Serarcangeli

    Grazie Ezio. Sei un GRANDE, non c’è che dire ed averti come Amico è un privilegio. Ti auguro ogni bene, un abbraccio, Pietro

  • Roberto Tento

    Cosa possiamo dire fra’ Ezio…prima viene decimata la popolazione, con le conseguenze che pagheranno anche i figli dei nostri figli e veniamo liquidati con degli sporchi euro, dopo che loro gli industriali hanno impestato il mondo intero e guadagnato miliardi….veniamo calcolati solo come carne da macello…Ciaooo Ezio Pancrazio Vinciguerra…il mio paese natio e’ pochi km…da Casale ed e’ meglio che non mi sbilanci troppo…Serena serata…..il responsabile e’ morto a 91 anni loro lo sanno e si tutelano…mi ero dimenticato ma e’ dovuto….ma che vittoria….

  • Giuseppe Messina

    La colpa è anche degli industriali, ma soprattutto dei cosiddetti statisti cialtroni che non impongono ai primi di eseguire l’ordinamento della “Costituzione Italiana”, che detta la garanzia del lavoro ai cittadini, ma anche della salute.

  • Capitano Musica

    Per questo motivo bisogna combattere le classi dirigenti corrotte. Per questo motivo il sistema non deve più pagarli. Per questo motivo non bisogna più ascoltare i giornalisti mercenari assoldati dal sistema. per questo motivo la pubblicità deve diventare un qualcosa fuori moda. Bisogna iniziare a vietare ai nostri figli i film pubblicitari ed educarli al fatto che carosello è stato solo l’inizio della distorsione di un sistema che oggi ci ritrova genitori ignari e strumentalizzati. Per questo motivo bisogna continuare ad essere se stessi e prendere come valore fondamentale la propria vita e chiudere fuori tutto il resto. Solo a quel punto tanti di noi tutti insieme possono riscrivere la storia dell’umanità di questo pianeta e salvarlo dal degrado totale.

  • Fernando Antonio Toma

    Le industrie e l’investimento di capitali per trarne profitto non tengono conto di nulla .. nemmeno della vita altrui … a loro importa solo il denaro ….. non contiamo nulla … solo sporchi interessi !!

  • Antonio Parisi

    Si arrampicano sugli specchi questi mungivacche…e’ piu’ semplice chiedere scusa per l’errore….ma sono una grande nazione che noi italiani stiamo facendo crescere con le nostre aziende..

  • Roberto Pollini

    “E’ solo una considerazione: Avete notato che da molto tempo ormai il nostro tricolore è sempre legato a proteste, ingiustizie, eventi negativi? Che brutta cosa e che brutta fine stiamo facendo noi Popolo Italiano!”

  • LUIGINA IMBROGLIO

    MERAVIGLIOSO MESSAGGIO PER IL QUALE TI RINGRAZIO DAL PROFONDO DEL MIO CUORE

  • Ferrante Torrini

    Caro “Ezio”, ti ringrazio, hai sempre una buona e bella parola per tutti. Che IDDIO te ne renda merito.
    Ferrante TORRINI

    P.s. Una volta marinai, marinai per sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *