Vela (Angela Guida)

Vela (Angela Guida)

E’ tempo che io alzi la mia vela.
Chissà dove mi porta stasera?
In un mare infinito o in un porto sicuro?
Spiego per il vento di tramontana
che dalla terra m’allontana,
magari dove c’è il sole,
o in fondo al tuo cuore.
E’ lì l’approdo più sicuro per questo mio vento,
e questa mia vela è così leggera che non la sento.

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie, Recensioni. Permalink.

17 risposte a Vela (Angela Guida)

  1. angela guida dice:

    Grazie Maestro….!

  2. Angela Guida dice:

    E un regalo meraviglioso…….Grazie….Maestro !

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 il 23 novembre con molte buone probabilità dedicheremo una serata a Roma per la poesia. Mi piacerebbe che tu fossi dei nostri…

  4. Angela Guida dice:

    IO…..ma dove a Roma….? Sarebbe stupendo…

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Teatro della Chiesa di Via di Torrevecchia 1104.
    Fra un pochino metto un annuncio per invitare i poeti, scrittori e chiunque voglia presentare qualcosa di artistico (pittura, musica, ecc.)

  6. Mattia Citro dice:

    “Questa si che è una bella notizia!!!!!!”

  7. Franzo Osvaldo dice:

    bellissima ed emozionante.

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Il sale della marinaia. Siete d’accordo?

  9. Franco dice:

    Splendida, emozionante, toccante…….grazie a chi la scritta.

  10. Maria Muscarà dice:

    l’incanto della notte le porti sogni di luce!!

  11. Antonella Poeta dice:

    Grazie Salvo per questo pensiero meraviglioso…….io invece ti auguro una buona giornata ……sicuramente ricca di 1000 impegni per te…..con il sole dentro di te…..abbracciiiiiiiii

  12. Rossana Fedele dice:

    …e ai naviganti intenerisce il core. Buona giornata.

  13. Giovanni Caruso dice:

    Poesia… Buona notte!

  14. Paolo Francavilla dice:

    “Quale voce viene sul suono delle onde
    che non è la voce del mare?
    E’ la voce di qualcuno che ci parla,
    ma che, se ascoltiamo, tace,
    proprio per esserci messi ad ascoltare.

    E solo se, mezzo addormentati,
    udiamo senza sapere che udiamo,
    essa ci parla della speranza
    verso la quale, come un bambino
    che dorme, dormendo sorridiamo.

    Sono isole fortunate,
    sono terre che non hanno luogo,
    dove il Re vive aspettando.
    Ma, se vi andiamo destando,
    tace la voce, e solo c’è il mare”

    (Fernando Pessoa – “Le isole fortunate”)

  15. Vittorio Presutti dice:

    GRAZIE, e continui cosi diventerai importante, ciao

  16. Giusi Contrafatto dice:

    La vita è magia
    un equilibrio emotivo
    nel giardino dell’interiorità
    sogni nella realtà si fondono.

  17. Vita Luongo dice:

    La bellezza di una giornata si misura dal proprio animo, dalla quantità di sorrisi che si è disposti a concedere durante il giorno e non dal fattore meteo.♥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *