La solidarietà è un barca

di Giulio Terzi (Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana)
https://www.facebook.com/MinistroGiulioTerzi

Salve a tutti, in molti negli ultimi giorni hanno postato sulla mia bacheca Facebook inviti a dare un segnale forte sulla vicenda Marò in occasione del prossimo Gran Premio dell’India, che si svolgerà se non ricordo male domenica 28 ottobre. L’idea, riportata dall’articolo che linko, è di portare una testimonianza (ulteriore) per sottolineare quanto ci sta a cuore questa vicenda.
La questione è già all’attenzione della Scuderia Ferrari, in quanto molti di voi hanno scritto anche sulla loro bacheca. Ferrari è un’azienda privata, e si muove in totale autonomia, non sono in alcun modo nella possibilità di decidere io per loro. In ogni caso ci tenevo ad aprire questo thread specifico per riunire tutti i vostri post e dare maggiore evidenza al tema…

https://www.lavocedelmarinaio.com/2012/10/lettera-al-signor-ministro-degli-esteri-giulio-terzi/

Grazie a voi tutti, indistintamente: la “solidarietà” tra cittadini e istituzioni è “vitale” in questo momento per far sentire “un’unica forte voce” a sostegno della causa dei nostri due Marò. Dobbiamo essere come una barca che va “decisa” in un’unica direzione, che è quella del rientro in patria dei due sottufficiali.
Grazie a tutti voi per sostenerci in questa difficile missione, che “vogliamo” chiudere positivamente quanto prima possibile.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Recensioni, Sociale e Solidarietà. Permalink.

38 risposte a La solidarietà è un barca

  1. Gianluca Rizzo dice:

    Grazie grazie… Questo è veramente un bel augurio. Grazie ancora mille per il pensiero. Gentilissimo come sempre 🙂 Bravo Ezio

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Carissimo signor Ministro,
    la ringrazio per il suo costante interessamento e per avere preso a cuore il mio, ma è più corretto dire il nostro, piccolo contributo per aiutare i due fratelli di mare Max e Toto.
    Sono certo che il Dottor Montezemolo, ex studente del Collegio Navale Morosini di Venezia, nonché parente di marinai, apprezzerà il suo e nostro messaggio di “solidarietà” per riportare a casa i due marinai e per riportare sulla giusta rotta i tradizionali rapporti di scambio tra India e Italia pur essendo consapevole che la Scuderia Ferrari è una industria e naturalmente non un Ente dello Stato Italiano.
    Mi preme ringraziarLa con parole non mie ma che penso calzino bene per il gesto che Lei ha fatto nei miei e nei nostri confronti:

    Il mare non ha paese nemmeno lui,
    ed è di tutti quelli che lo stanno ad ascoltare,
    di qua e di là dove nasce e muore il sole.
    (GIOVANNI VERGA)

    …e Lei mi ha ascoltato.

    Sorrido per questo mio sproloquio … anche se il mio desiderio, le mie elucubrazioni bramano per avere in Patria i nostri due Fratelli di mare e perché sono fiero di essere nato nel Paese dei Santi, Poeti e Navigatori, questo Paese si chiama Italia.

  3. Sandro Macchia dice:

    CHE BELLA COSA EZIO. Onore al Ministro Giulio Terzi per la sua disponibilità e professionalità.

  4. Gwinn Manfredi dice:

    Grazie, Signor Ministro. In tutta questa vicenda, mi dispiace molto che Lei sia stato lasciato solo, senza un evidente appoggio e lavoro di squadra sia da parte del Presidente del Consiglio che del Presidente della Repubblica. Comunque, grazie moltissimo e… speriamo bene. (Sorella di Nanni.)

  5. Franco La Rosa dice:

    Signor Ministro, noi tutti che abbiamo indossato la gloriosa divisa di Marinai, Le siamo grati per questa sua disponibilità e interesse affinché si concluda al più presto positivamente, la prigionia dei nostri colleghi; la nostra grande famiglia aspetta di riabbracciare i nostri ragazzi, perché : MARINAI UNA VOLTA, MARINAI PER SEMPRE. Grazie signor Ministro per la comprensione e interessamento.

  6. Alfredo d'Ecclesia dice:

    Egregio Signor Ministro io sono uno di quei cittadini italiani che ha scritto alla Ferrari invitandola a un gesto forte per i nostri due Marò così come ho scritto alla Federcalcio invitando le squadre di calcio a scendere in campo con una coccarda gialla per ricordare Massimiliano e Salvatore di questa allucinante vicenda bisogna parlarne e parlarne quotidianamente ,così come ha detto anche lei in un post della sua pagina.Non si capisce il silenzio della stampa italiana ,comunque noi cittadini abbiamo fatto un evento su fb affinchè non si abbassi mai la guardia sui nostri marò…http://www.facebook.com/events/288447707922668/

  7. Angela Baldi dice:

    Concordo con il sig d’Ecclesia sul fatto che il silenzio su questa vicenda è a dir poco allucinante…io conosco i figli di uno dei due marò e Le assicuro signor Ministro che è una tragedia salutare un padre e dopo poco leggere sui giornali che è in prigione : sono 326 giorni che lo aspettano..no proprio non va…non è giustizia questa

  8. Alfredo d'Ecclesia dice:

    brava Angela …

  9. Maurizio Tentor dice:

    Buonasera Signor Ministro
    voglio esprimere anch’io una mia opinione in quanto non riesco a reperire che poche notizie sulla vicenda che vede coinvolti i due marinai, cittadini italiani, detenuti in India. Vorrei sapere qualcosa di più, cosa si sta facendo e come stia proseguendo questa “strana” vicenda, i giornali e i media in generale danno poche note e con il contagocce. Io come cittadino italiano sono molto preoccupato e spesso mi pongo una domanda: se quei due Marò fossero cittadini americani o russi o …. i loro Stati come si sarebbero comportati? La saluto e La ringrazio se solo vorrà leggere queste mie poche righe

  10. CIRO LACCETTO dice:

    Leggo con piacere che molti amici e colleghi sono con Lei e che Lei è con noi ! Grazie per quanto sta facendo e per quanto farà !

  11. Salvo Miccichè dice:

    grazie, Signor Ministro, per aver considerato la nostra semplice ma simbolica proposta!

  12. GIULIO TERZI dice:

    grazie a voi tutti, indistintamente: la *solidarietà* tra cittadini e istituzioni è *vitale* in questo momento per far sentire *un’unica forte voce* a sostegno della causa dei nostri due Marò. Dobbiamo essere come una barca che va *decisa* in un’unica direzione, che è quella del rientro in patria dei due sottufficiali. grazie a tutti voi per sostenerci in questa difficile missione, che *vogliamo* chiudere positivamente quanto prima possibile

  13. Anna Kappler dice:

    … se posso dire la mia, vanno bene i gesti simbolici, almeno per tentare di smuovere le coscienze dei politici. Resta evidente che il risultato si otterrà solo con l’impegno serio del nostro “amatissimo” governo … Dove è il nostro presidente della repubblica ?! Dove è il nostro presidente del consiglio Monti ? La Ferrari probabilmente metterà il fiocco giallo, ma voi vi mettete una mano sulla coscienza ? Mi vergogno di essere italiana.

  14. GIULIO TERZI dice:

    non si vergogni anna, si sta facendo davvero molto per sollevare il paese, è un lavoro che ogni cittadino sta facendo a modo proprio. smettiamo di vergognarci, alziamo la testa e intensifichiamo gli sforzi. io ci credo

  15. Anna Kappler dice:

    … peccato che gli sforzi li sta facendo il popolo !
    peccato !

  16. GIULIO TERZI dice:

    li stiamo facendo tutti anna, incluso i sottoscritto che si sveglia ogni mattina alle 6 e va a letto la notte tarda con questo paese nel cuore e nelle mani. capisco che il periodo in cui l’etica è stata dimenticata sia stato lungo e che il paese abbia perso stima internazionale e sia lentamente affondato internamente, ma non è con il disfattismo che lo risolleveremo: occorre il contributo di tutti, e – se posso permettermi – un briciolo di ottimismo per ricominciare a ricostruire futuro. e glielo scrive una persona che non è candidata ad alcunchè

  17. Anna Kappler dice:

    la ringrazio per le sue pronte risposte … ma volevo dirle che anche io, come tanti altri, mi sveglio alle 6 ( anche prima ), lavoro fino alle 20.00 ( alle volte anche più tardi ) e vado a dormire non prima di mezzanotte con l’italia e la mia famiglia nel cuore. Il tutto con uno stipendio da fame e con tasse da pagare. E’ difficile essere ottimista, soprattutto quando è evidente che questo governo non difende nè i compatrioti sequestrati illegalmente, nè le fasce sociali più deboli.

  18. D'ADDARIO CHRISTIAN dice:

    Sono onorato di come un presidente come il dott. Terzi dedichi del tempo preziosissimo a risponderci… Grazie davvero

  19. Maurizio Tentor dice:

    Hai ragione Anna proprio “come tanti altri” … e “con l’italia e la mia famiglia nel cuore” … e ancora “E’ difficile essere ottimista”. Questa Italia che portiamo nel cuore è sempre più sbiadita, sfilacciata e logora al punto tale che quell’Italia che conoscevo da bambino è solo un antico ricordo che pian piano sta scomparendo nella nebbia autunnale.

  20. Ioannone Giovanni dice:

    Ioannone Giovanni

    grazie di cuore fra Ezio sei grande e immenso

  21. Adele Boccabella dice:

    La vita sarebbe molto più semplice Se non esistessero uomini indifferenti, che pur tornando non ti danno una carezza, la loro sensibilità, il loro amore. Perché nel loro io, si sentono forti, e prendono le distanze, soffocando l’amore, cha hanno davanti a loro. Senza rendersi conto che, chi è al suo fianco è di carne e gradirebbe essere amata.

  22. Bruno V. Bardelli dice:

    Bravissimo Ezio Pancrazio Vinciguerra hai espresso magnificamente il pensiero di tutti noi Uomini di Mare.

  23. Carlo Di Nitto dice:

    Caro Ezio, non più di dieci minuti fa ho postato questa mia composizione fotografica sul sito del Ministri Terzi che hai evidenziato in premessa, per dare un mio modesto contributo:
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=522370871109790&set=a.189500131063534.52920.100000106445136&type=1&theater
    Stranamente dopo pochi minuti la FOTO E’ SCOMPARSA. Allora l’ho riproposta come commento ad un’altra foto che trattava la problematica. Speriamo che resista!
    Ma se questa è l’attenzione, stiamo freschi!!!

  24. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Presidente, prova a ripostarla qui
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=417709694961935&set=a.394973973902174.85044.392924770773761&type=1&theater
    Con un tuo commento e poi mi dici…dagli il tempo!

  25. Spitaleri Fili dice:

    a grandezza di un uomo si misura in base a quel che cerca e all’insistenza con cui egli rimane alla ricerca ….Bravo ricciolino

  26. Salvatore Spoto dice:

    Soffia il vento dell’autunno, fresco e vitale, accarezza le onde del mare e le chiome della pineta. E non dimentica chi, come me, scruta l’orizzonte per cercare nell’infinito le emozioni che colorano il cuore e la penna di sentimento.
    Buona giornata

  27. Eleonora Lorusso dice:

    A quanto pare questo articolo ha smosso qualcosa. Lo spero, è il mio contributo..

  28. Carolina Latorre dice:

    Grazie a tutti voi amici x il vostro contributo e solidarietà verso i nostri uomini beffardamente prigionieri !

  29. Eleonora Lorusso dice:

    E ora si continua…ancora sulla stampa, per quel che si può, e con i palazzacci..

  30. CIRO LACCETTO dice:

    Grazie Ezio se non l’hai già fatto divulgo io !

  31. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Ciro Laccetto

  32. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Carlo Di Nitto ho visto che ti hanno pubblicato. Un abbraccio
    NON CHI COMINCIA MA CHI PERSEVERA

  33. GIULIO TERZI dice:

    grazie a lei ezio, ho molta stima di chi *si prende cura delle cose*, specie se riguardano la nostra bella italia…

  34. A.N.M.I. GUIDONIA dice:

    bel lavoro e saluti da Guidonia (RM)

  35. Antonio Calcagno dice:

    Ciao Ezio!!! grazieee.. passa da Genova …

  36. Sandro Macchia dice:

    e…. sei un mito….

  37. Mattia Citro dice:

    “Questa si che è una bella notizia!!!!!!”

  38. angelo dice:

    Oggi ho sentito in televisione che la Ferrari scenderà in pista con la banera della Marina Militare stampata sulla carrozzeria. Questo mi fa piacere per la sensibilità dimostrata. Ma, mi chiedo, a cosa servirà, a parte di tenere desta l’attenzione sui marò soprattutto di noi italiani? Mi pare una vicenda così assurda! Come assurdo mi pare l’impotenza dimostrata dal nostro Paese di far pesare le ragioni a livello internazionale. Io voglio sperare che le nostre autorità veramente stiano facendo di tutto e che non dimentichino chi veramente conta in questo paese cioè la povera gente che per degli stipendi da fame non smette di fare il proprio dovere, sia essi “marò”, “insegnanti” ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *