Attualità,  Poesie,  Racconti,  Recensioni

Burrasca

di Enzo Arena

Tutti siamo bravi marinai quando il mare è calmo, ma quando il mare è in burrasca?
“Ho preso tanto di quel mare!”.
I miei colleghi ed amici marinai sanno cosa significhi questa frase.
A volte ho desiderato che la mia nave avesse le ali per alzarsi in volo e lasciare quel mare crudele. A volte con la mente mi concentravo per calmare il mare, come a volerlo ipnotizzare, ma non succedeva niente. Quelle onde di mare crudele che infierivano e la sballottolavano come un fuscello la mia nave, mi hanno fatto invidiare i Gabbiani.
Loro erano lì ma avevano le ali, loro mi facevano compagnia e sembrava volessero incoraggiarmi a tenere duro. Non mollare, mi dicevano, il mare si calmerà e dopo ogni burrasca avrai anche tu le ali sempre più grandi.

Burrasca
(Enzo Arena)

D’onda gli spruzzi
in faccia
e odore di sale marino,
urla di mare crudele
e un lamentar lontano.

Come un gabbiano
stride
la vecchia nave mia.
Gabbiano senza ali
non può volare via.

D’onda gli spruzzi
in faccia
ma stai a guardar lontano,
mentre crescono ali
più forti del gabbiano.

 

16 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie a te Signore dei mari…è un posto che noi marinai amiamo moltissimo. Sono preoccupato per questa burrasca, ricevo mail e commenti che non mi rasserenano l’anima. Speriamo di uscirne fuori con l’aiuto di Barbara e tornare a navigare con il vento in poppa…speriamo!
    Un abbraccio

  • Salvatore Spoto

    “Bellissima, parole semplici ma sentite, che fanno sorgere tanti sentimenti dalla tenerezza all’emozione. Scrivere è come interpretare la voce del cuore. Questi versi sembrano scritti intingendovi la penna del sentimento.”

  • Antonella Mary Stella

    La Gioia è la Brezza
    Che ci solleva da Terra
    E ci lascia in un altro posto
    Di cui non sappiamo le regole –

    Non ci rimanda, ma dopo un po’
    Noi sobriamente scendiamo
    Un po’ più nuovi per quel momento
    Su un Suolo Incantato.

  • Mario Billardello

    Bella, ma avrei da “criticare” un termine della poesia. …urla il mare “CRUDELE”. Non trovo giusto definire il mare CRUDELE. Io credo che il mare abbia la sua natura con le sue mille sfaccettature ma sicuramente una NATURA VIVA e, come tutto ciò che vive, va rispettato. Se lo rispetti, lui rispetterà te e non sarà mai CRUDELE.

  • Enzo Arena

    Caro Mario, distinguiamo il mare del sognatore dal mare del navigante. E’ vero che bisogna rispettare il mare come bisogna rispettare la natura. Amiamo la natura ma ciò non toglie che a volte la natura stessa possa essere crudele. Anche tu che hai navigato tanto e ti sei certamente trovato in mezzo a tante burrasche avrai avuto qualche volta la sensazione che il mare fosse implacabile, che non avesse pietà. Avrai sentito proprio come urla. E’ vero, poi si calma e si fa perdonare, ma certi momenti……Ciao, un abbraccio.

  • Gaetano Mercurio

    Bellissima questa poesia sul mare, mi piace, complimenti, sono orgoglioso di essere un marinaio…..

  • Enzo Arena

    Caro Ezio e cari amici marinai,….”siamo proprio al centro della burrasca e noi speriamo che ce la caviamo”… dice Ezio. Quali sono le aspettative? Cosa si aspettano gli altri da noi? Noi marinai siamo sempre affidabili, siamo capaci di affrontare le tempeste e venirne fuori perchè badiamo alla sostanza e non alla forma. Siamo quelli che senza farci condizionare prendiamo, al momento opportuno
    la decisione giusta anche se quella decisione potrebbe sembrare controcorrente.
    Sentite che decisione prende il cane in questa mia recente poesia che appare semiseria ma che è molto significativa.

  • Enzo Arena

    L’Aspettativa (Il cane e il gatto)

    Un giorno un cane, nel fare la pipì,
    già gamba alzata, vide passare un gatto.
    Stava per dire al palo: aspetta qu’,
    vado, lo inseguo e poi…continuo l’atto.

    Ma poi, perplesso, restò un pò titubante
    e il suo cervello si mise a ragionare.
    Ma chi l’ha detto che quando passa un gatto
    devo lasciare tutto ed inseguire?

    “Da quando mondo è mondo”..sentenziò
    con un sorriso sfottente il buon gattino,
    “se passa un gatto non puoi restare fermo,
    devi inseguire…interrompi il bisognino!”

    Non lasciare deluso il tuo padrone.
    Comincia a correre che io sto per scappare,
    non possiamo tradir le aspettative;
    abbaia un poco e poi…ritorni a fare.

    A questo punto fu presa decisione.
    Anche l’aspettativa può aspettare!
    Se è scemo il mio padrone, non capisce
    ma del bisogno mio voglio godere.

    La più bella pipì della sua vita.
    Sentiva un coro di angeli del cielo,
    sublime estasi mentre si liberava
    e gran goduria nel bagnare il palo!

  • Mario Billardello

    Enzo, hai perfettamente ragione nel dire che la natura può a volte essere crudele,ma in amore io non ho alcun equilibrio, o si ama o non si ama. In amore,quando si è veramente innamorati, “si soffre” ma non vedo mai crudeltà nella contro parte. E’ vero che, come te, ho navigato tanto ed ho incontrato burrasche con ogni tipo di imbarcazione, grandi e molto piccole, ed ho sofferto e qualche volta anche pregato, ma credimi, amo talmente tanto il mare che a definirlo crudele avrei paura di ….perderlo.

  • Marco Mattei

    “Il destino del mare è come un cielo aperto sull’infinito del mondo e chi naviga spinto dai venti delle tempeste và alla ricerca di quel cielo.”

    Romano Battaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *