Poesie,  Recensioni

Marinai, navi e mare (Settimo Sanna)


Marinai, navi e mare
di Settimo Sanna

Germoglierà nel nome del lavoro,
quel seme integro: polline d’eroi.
Vincolerà al verbo navigare,
l’eterno mare, solamente noi.

Bandiera al vento, l’occhio sul sestante;
timone in pugno al vero navigante.
La prora salda contro l’onda altera,
schivando dritta l’infida scogliera.

Noi salperemo dai porti del dovere,
là dove brillano le fronti di sudore.
Daremo al mondo tutto il nostro ardore
sulle flottiglie: ardite nostre schiere!

21 commenti

  • Carmelo Savasta

    Grazie del pensiero anche se sono un montanaro. Comunque grazie, un abbraccio fraterno.

  • Marino Miccoli

    Bella e carica di orgoglio marinaresco questa poesia. Dunque congratulazioni vivissime a Settimo Sanna che sa produrre simili capolavori in rima.

  • Settimo Sanna

    Ciao Ezio,
    ricordati sempre che: ogni persona che incrociamo ci lascia qualcosa di sé, alcune forse poco, altre molto di più. Ci aiutano, ci comprendono, ci amano. E senza che ce ne accorgiamo ci fanno crescere. Tenendoci per mano per un tratto del percorso. E se le strade si dividono altro ci resta che la sola compagnia del loro ricordo. Pensando magari di aver già avuto quanto di meglio fosse possibile, che sia già abbastanza. Ma per l’amore non esiste la parola abbastanza. E quando meno te lo aspetti incroci di nuovo uno sguardo, quello sguardo, e percepisci in un attimo che tutto l’amore del mondo è lì, davanti a te, in quegli occhi….Ricordalo sempre…!!!!!!

  • Antonella Stella

    Dedicato…
    a chi piange la notte..
    Perché gli altri dormono e non lo possono sentire.
    Dedicato a chi soffre ma che fuori ride con gli altri,
    facendo finta di niente.
    Dedicato a chi nella vita sbaglia..
    E trova ancora la forza di riprovarci.
    Dedicato a chi asciuga le lacrime degli amici..
    E non chiede mai nulla in cambio.
    Dedicato ai tuoi occhi che adesso stanno leggendo..
    Ma che tra un’ora avranno già dimenticato..
    Ma fa niente: la vita è fatta così!!

  • Carmela Picheca

    Quante volte ti sei chiesto come sarebbe stata oggi la tua vita. Se le avessi dato un’impronta diversa. Indietro non si può tornare ma anche quando lo avresti potuto fare non sarebbe cambiata non avendo la consapevolezza dell’oggi perchè le situazioni , le circostanze , i sentimenti del momento ti avrebbero
    indotto a fare le stesse scelte di allora .Non ti resta che una cosa da fare: cambia quello che puoi se è necessario ma impara a vivere con ciò che non puoi cambiare.

  • Antonio Girardi

    Mai rimpiangere il passato! “Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *