C’era un cantiere storico a Castellammare di Stabia che costruiva navi. E adesso?

a cura di Antonio Cimmino

 

Questo articolo è stato pubblicato in C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Navi, Recensioni, Storia, Velieri. Permalink.

17 risposte a C’era un cantiere storico a Castellammare di Stabia che costruiva navi. E adesso?

  1. Gerardo Vincenzo Pecorelli dice:

    e adesso, caro Ezio, …… CICCIA han chiuso tutto e non si ha più nulla. Tra poco, forse, dovremo ringraziare Dio di avere una vita che, bene o male, noi abbiamo vissuta, che in queste condizioni adesso stiamo sopravvivendo e che speriamo e preghiamo i nostri figli ed i figli dei nostri figli, vivranno in maniera dignitosa.

  2. Franco Schinardi dice:

    Caro Ezio, io ho seguito Castellamare di Stabia come Segredifesa (dipendeva dal mio Ufficio) quando oramai era Maricorderia.

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Carissimi amici, stiamo messi malissimo. Alcuni di voi sanno meglio di me per esperienza diretta e vissuta che “navigare neccesse est”.

  4. Mario Coccia dice:

    …e anche avere delle belle navi….all’altezza dei tempi!

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Mario e ciao a tutti,
    è in atto una cura dimagrante nel paese e questo, purtroppo, vale anche per la MM.
    Io sono preoccupato. E voi?

  6. Antonio Girardi dice:

    Ciao Ezio e buongiorno! La “cura dimagrante” è solo per i soliti ignoti! Non vedo cure dimagranti nella classe politica/dirigenziale e nelle istituzioni di questo nostro disastrato Paese. Non vedo Ministri, deputati, senatori, alti dirigenti dello stato etc. etc. (la lista sarebbe lunga) rinunciare a nessuno dei loro privilegi e porsi effettivamente al servizio della Patria. Continuano a chiedere sacrifici a chi già li fa da sempre e vivono (insieme alle loro future generazioni) nell’arroganza assoluta infischiandosene del volere del popolo e rendendo inutili qualsiasi sacrificio. Vedo solo auto blu che continuano a circolare in tutti i luoghi accompagnati da scorte che mi sembrano “lacchè” al servizio dei poteri forti e non delle istituzioni dello stato. Vedo feste, festini, cerimonie, manifestazioni etc. etc. che in una situazione economica disastrosa andrebbero immediatamente soppressi. Vedo ahimè per tutti noi e per la nostra amata Patria un declino inesorabile che segnerà la fine.

  7. Mario Coccia dice:

    “loro” non hanno il concetto di Patria, lo usano solo con le parole se ci fate caso nemmeno troppo spesso, preferiscono il “paese”…

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Non so’ perché ma mi avete fatto tornare in mente Luigi Ferraro.
    Posto al più presto una fotografia istantanea

    https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/03/luigi-ferraro/

  9. ORLANDO ABATERUSSO dice:

    ANTONIO GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEE CHE RICORDI HO DORMITO PER TRE ANNI SU QUELLE AMACHE ….. VERAMENTE DORMIVO SUI BASTINGAGGI PERCHE TUTTE LE SERE CI FILAVANO ALLA FIAMMA HEHEHEHEHEHEHEHE MADO’ CHE BELLO CHE ERA …..UN CARO SALUTO A TUTTI

  10. FRANCESCA TRAMPARULO dice:

    CHISSà SE NAPOLEONE BONAPARTE HA VISTO LA NS CITTA’??

  11. Francesco Russo dice:

    quindi in origine lo scalo della nave stava in mare aperto non verso l’interno cioè l’acqua della madonna

  12. Bartolo De Luca dice:

    … quante di queste aree sono state sottratte al mare … infatti mi raccontavano gli anziani che quei portoni ad arco sulla strada che porta al cantiere erano posti di sosta delle barche e davanti c’era l’arenile … del resto un pò di colmata mi ha visto presente,nel senso che lavoravo in cantiere …

  13. Luigi Buonocore dice:

    condivido quello che ha scritto il signor Di Luca, anche mio padre mi raccontava la stessa cosa. Sono nativo di C/re ma da molti anni vivo a Roma.

  14. EZIO VINCIGUERRA dice:

    penso di condividere i vostri commenti, troppe cose sono state sottratte a Castellammare di Stabia e al sud in generale dall’armata di mare a oggi è stato un lento e continuo declino per la marineria.

  15. Pietro Rossi dice:

    posso dirlo? che schifoooooooooooooo

  16. Pietro Rossi dice:

    Ezio, anche se bambino, ho vissuto la guerra………….sono stato per 9 mesi in prima linea…….”linea Gustav”…..penso che la si conosca anche se solo letta in qualche libro di storia……..
    Ricordo il tutto e le raccomandazioni dei nonni, di mia madre e dei familiari tutti, mio padre era soldato in Grecia…………si sarebbe ancora in tempo se ci avesse il coraggio di correggere e dare direttive giuste ai giovani…………altro che l’i-fone dell’ultima gnerazione…….buon appetito a tutti!

  17. Carlo De Nicola dice:

    Ministro della Difesa? dove ca… sei? a mare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *