Attualità,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà

Appello alla solidarietà per Federica Puma

di Roberta Sibaud

Riceviamo e pubblichiamo

Ezio ci dai una mano per questa grave vicenda, la metti anche sul tuo blog se vuoi insieme alla petizione on-line.

Stiamo sostenendo la drammatica vicenda di mamma Federica Puma alla quale dal 14.12.2011 è stata “sottratta” la sua bambina di 7 anni e “carcerata” in una casa famiglia dal Giudice Melita Cavallo Presidente del Tribunale dei Minori a seguito delle relazioni di due impiegate del Comune di Roma, altrimenti dette assistenti sociali. La motivazione è: “conflittualità tra i genitori”.

Per noi è l’ennesimo sequestro di Stato ed inoltre, questa storia ha molti lati oscuri e ci chiediamo perché il tribunale accondiscende così supinamente alle richieste di un padre che vuole che sua figlia resti in casa famiglia e addirittura ha chiesto l’adottabilità a terzi, è affetto da “disturbo di personalità di stampo narcisistico dovuto a vuoto empatico ed affettivo da curarsi in strutture cliniche idonee” come da due perizie del Tribunale del 2005 e del 2008. mentre la mamma è risultata sana da entrambe le perizie del Tribunale del 2005 e del 2008. Ci sono anche delle relazioni dei carabinieri che lo descrivono “ingestibile”. Su richiesta c’è la documentazione.
Evidentemente l’orientamento dei Tribunali Italiani per i Minorenni, guidato da progetti folli di operatori sociali, assistenti sociali, psichiatri, psicologi, tutti coinvolti in un sistema perverso di violenza psicologica alla quale sono sottoposti i bambini che rendono infelici, complessati, insicuri ecc. tende a soddisfare il grado d’inferiorità dei soggetti che occupano posti di comando.
Tutto questo é grave e pericoloso per la società sana che vogliono modificare per renderla malata come loro.
La storia di Federica, giovane mamma (ha appena 30 anni!) comincia subito dopo l’inizio della convivenza con il papà della sua bambina, un medico chirurgo pediatra di 12 anni più grande di lei.
Le violenze fisiche e le vessazioni sono quotidiane ma la felicità di aspettare un figlio le da quella forza di credere che la nascita porterà finalmente la serenità. Ma così non è e ad appena 15 giorni dal lieto evento Federica è stata cacciata di casa perché il pianto della neonata disturbava il “papà” e l’unico luogo sicuro ed accogliente per lei e per la piccola è la famiglia d’origine. Si trasferisce da Roma a Milano e inizia la vergognosa guerra di questo padre che vuole far rimanere in casa famiglia sua figlia e addirittura la vuole far adottare, pur di toglierla alla mamma.
I nonni materni, disperati che non hanno avuto per 4 mesi il permesso di vedere e di sentire al telefono la piccola, sono due funzionari dello Stato e disposti a combattere fino alla fine per riavere la piccolina.
Mamma Federica si è trasferita da Milano a Roma nel gennaio 2010 per avvicinare la figlia al padre e sperava di trovare un giudice più umano di Anna Maria Fiorillo e invece ne ha trovata una peggiore, il giudice Cavallo. Il legale Avv. Giuseppe Lipera, ha sposato la causa di Federica e sta combattendo con tutte le armi legali a sua disposizione per liberare la bimba e farla tornare a vivere!!! La mamma chiusa nel suo dolore può vedere sua figlia 2 volte la settimana per 1 ora e 30 minuti e sentirla al telefono 3 volte la settimana. Mi permetto di allegare il file registrato da Radio Ies, di una telefonata straziante tra mamma Federica e la sua bambina.

MAMMA TI PREGO PORTAMI VIA!!! http://www.youtube.com/watch?v=ty1PdWOKo5E&feature=share

e la registrazione della richiesta di confronto al Giudice Cavallo da parte di Radio Ies http://www.youtube.com/watch?v=AbiQ-gSk4qU&fb_source=message

La bambina già accusa la mamma di averla abbandonata! La bambina in una sola volta ha perso tutto: mamma, papà, nonni, scuola e ora si trova in un ‘carcere’ in cui deve condividere spazi e giochi con ragazzotti di 15 anni. “Se alla bambina succede qualcosa – avverte l’Avvocato Giuseppe Lipera legale di Federica Puma- non sarà colpa né della madre, né dell’avvocato”.

“… per collocarla in un ambiente di vita scollegato a quello precedente e consentirle un ambiente di vita il più neutro possibile” hanno dichiarato i servizi sociali il 17/4/12. “HANNO FATTO ALLA BAMBINA UN ELETTROSHOCK PSICO SOCIALE!. E’ UN DELITTO IN NOME DELLA LEGGE E DELLO STATO” (Avv. Giuseppe Lipera)

La casa famiglia dove è rinchiusa la piccola, riceve per ogni bambino un cospicuo finanziamento dal Comune di Roma e la mamma oltre al dolore di vedere sua figlia rinchiusa, sta aspettando il conto dalla casa famiglia per il “soggiorno forzato di sua figlia, che dovrà saldare al 50% diviso con quella “perla di padre” della piccola.

VIDEO del 15.4.12 Mamma Federica Puma e nonna Luisa Puma sotto la casa-famiglia http://www.youreporter.it/video_15_4_12_MAMMA_FEDERICA_PUMA_SOTTO_CASA-FAMIGLIA

Allego COMUNICATO DI MAMMA FEDERICA PUMA DEL 1.5.2012

Il 16 maggio 2012 inizieranno le operazioni peritali presso l’Università La Sapienza di Roma, Dipartimento di Psicologia. Non è detto tuttavia che la perizia si faccia, considerato che pende istanza di ricusazione, proposta dall’Avv. Lipera, nei confronti dei consulenti d’ufficio nominati, atteso che secondo il legale vi è legittimo sospetto di incompatibilità ambientale derivante dal fatto che il padre naturale della bambina, peraltro, favorevole al collocamento della stessa in Casa Famiglia, come i CC.TT.UU. nominati, è iscritto all’albo dei medici chirurghi di Roma. (allego comunicati stampa Avv. Lipera del 30.4.2012 e del 3.5.2012)

http://www.romacapitalenews.com/bambina-tolta-alla-madre-appello-di-unassociazione-intervenga-alemanno/
http://www.liberoquotidiano.it/news/1005714/Roma-legale-madre-bimba-in-casa-famiglia-abbaglio-madornale-da-servizi-sociali.html http://www.ogginotizie.it/131336-caso-federica-puma-la-vergogna-dei-servizi-sociali/ http://www.irispress.it/241260/caso-mamma-federica-donne-per-la-sicurezza-ci-e-stato-impedito-di-manifestare http://www.ogginotizie.it/131336-caso-federica-puma-la-vergogna-dei-servizi-sociali/ http://www.lavalledeitempli.net/2012/05/03/federica-puma-allontanati-i-manifestanti-dinanzi-al-tribunale-dei-minori/ http://www.paesesera.it/Cronaca/Caso-Puma-sit-in-al-Tribunale-ma-la-polizia-allontana-i-manifestanti http://www.paesesera.it/Cronaca/Caso-Puma-nominati-i-periti-All-udienza-solo-gli-avvocati

Con il cuore in mano aiutaci questa è l’ennesima nefandezza italiana e la bimba ha “diritto di vivere”, non ha commesso alcun reato ma è sottoposta al 41bis in casa famiglia.

ATTIVATA PETIZIONE: sostieni mamma Federica Puma http://www.firmiamo.it/sostieni-mamma-federica-puma– ANCHE IN CARTACEO.

Con il cuore in mano aiutateci a far conoscere e a sostenere questa ennesima nefandezza italiana e a reclamare il “diritto alla vita” di una bambina che non ha commesso reato ma è sottoposta al 41bis in casa famiglia!!!
GRAZIE
Roberta Sibaud
Vice presidente Donne per la Sicurezza onlus
www.donneperlasicurezzaonlus.it

 

21 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *