Attualità,  Marinai,  Racconti,  Sociale e Solidarietà,  Storia

Simone Neri e gli angeli di Giampilieri

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

…nel 2° anniversario del tragico alluvione di Giampilieri.

La storia di Simone Neri e degli Angeli di Giampilieri ha trovato spazio nei “salotti televisivi” o sulle prime pagine dei grandi giornali nella settimana imminente a quel tragico 1° ottobre 2009.
A due anni di distanza, salvo rare eccezioni, Istituzioni comprese, oggi non se ne  parla più.
Il tentativo di cercare far cadere nell’oblio notizie che parlano di tragedie umane, singole e collettive, che dovrebbero far riflettere e allo stesso inorridire la pubblica opinione, ci sfiora o meglio ci colpisce solo se  il dolore assume carattere personale.
Il dolore è un umano sentimento ed è anche una condizione che fa soffrire molto le persone sensibili.
Non tutti siamo sensibili come  non tutti riusciamo a sopportare la sofferenza per la perdita di una persona a noi cara che non c’è più.
Un rimedio alla sofferenza  c’è: sarebbe sufficiente che non ci fosse indifferenza. Basta poco quindi per alleggerire la nostra coscienza da questo fardello, liberandolo  dal peso dell’indifferenza.
No, non sto piangendo, mi tengo il volto tra le mani, per scaldare la mia solitudine.
Mani che proteggono, nutrono ed impediscono alla mia anima di vivere nella rabbia.
Quando si rimane indifferenti, l’amore rimane intrappolato in una rete e non lo fa uscire.
Il cuore è fatto per amare ed il cuore “cristiano” di ognuno di noi non ha dubbi, sa chi deve amare: “Il prossimo suo come se stesso”.

A nessuno “umano” è concesso di cambiare il corso dell’esistenza.

 

 

70 commenti

  • Raffaele Bonfili

    Caro Ezio, non ci sono parole che non quelle che già io scrissi e tu gentilmente hai pubblicato nel tuo blog. Siamo la Patria degli Eroi dimenticati. IL SILENZIO DEGLI EROI, sto inviando quel mio piccolo brano a varie testate giornalistiche, con la speranza di poter dire che in Italia ci sono state e continueranno ad esserci persone che con i loro sacrifici, la loro abnegazione, il loro alto senso di responsabilita` continuano a dare lustro a questa nostra nazione, offrendo, a noi tutti, uno scorcio di vita di valore inestimabile…………..Perdonateci,​ dimenticati eroi, della nostra ignoranza, della nostra incosciente ingratitudine. I figli d’Italia non potevano avere madre più crudele, e più smemorata..

  • Caio Duilo

    Caro Ezio, non ci sono parole che non quelle che già io scrissi e tu gentilmente hai pubblicato nel tuo blog. Siamo la Patria degli Eroi dimenticati. IL SILENZIO DEGLI EROI, sto inviando quel mio piccolo brano a varie testate giornalistiche, con la speranza di poter dire che in Italia ci sono state e continueranno ad esserci persone che con i loro sacrifici, la loro abnegazione, il loro alto senso di responsabilita` continuano a dare lustro a questa nostra nazione, offrendo, a noi tutti, uno scorcio di vita di valore inestimabile…………..Perdonateci, dimenticati eroi, della nostra ignoranza, della nostra incosciente ingratitudine. I figli d’Italia non potevano avere madre più crudele, e più smemorata

  • Pier Lugi Dettori

    MAI BISOGNA DIMENTICARE CHI HA DATO LA VITA PROPRIA PER QUELLA ALTRUI “SIMONE NERI SEI SEMPRE CON NOI ONORE A TE E VEGLIA SEMPRE SU DI NOI GRAZIE

  • Caio Duilio

    Caio Duilio Caro Ezio, non ci sono parole che non quelle che già io scrissi e tu gentilmente hai pubblicato nel tuo blog. Siamo la Patria degli Eroi dimenticati. IL SILENZIO DEGLI EROI, sto inviando quel mio piccolo brano a varie testate giornalistiche, con la speranza di poter dire che in Italia ci sono state e continueranno ad esserci persone che con i loro sacrifici, la loro abnegazione, il loro alto senso di responsabilita` continuano a dare lustro a questa nostra nazione, offrendo, a noi tutti, uno scorcio di vita di valore inestimabile…………..Perdonateci, dimenticati eroi, della nostra ignoranza, della nostra incosciente ingratitudine. I figli d’Italia non potevano avere madre più crudele, e più smemorata

  • Tatiana Gila-Cena Centorrino

    e proprio oggi a due anni dalla tua scomparsa il dolore è ancora troppo forte …..non mi dimenticherò mai di te..avrei tanto voluto conoscerti di sicuro eri e sei ancora una persona meravigliosa di cui andare fieri…riposa in pace nostro eroeee ti voglio beneeeeeeee

  • Fernando Antonio Toma

    IN RICORDO DEL SOTTOCAPO DI MARINA SIMONE NERI PER L’ANNIVERSARIO DELLA SUA SCOMPARSA

  • Salvatore Pilloni

    i Onore a Te Pasquale, che hai sacrificato la tua giovane vita per salvare gli altri,non ti dimenticheremo mai!

  • Sara Saporito

    Bellissime parole per questo meraviglioso ragazzo dal cuore grande. Esemplari le sue gesta.

  • Giuliano Ferri

    Il mio amore lo dedico a Te e alla Repubblica Italiana e a chi non piace può togliersi dai coglioni che ci fa un piacere

  • Antonio Lazzari

    Molto belle e significative, sono e saranno momenti immortali, complimenti a marinai d’Italia, per averle offerte in visione a tutti i marinai…

  • Vincenzo Campese

    Onori a Simone Neri, esempio per noi tutti di generosità ed altruismo, pagando con la vita ai reso noi, marinai, orgogliosi di esserlo.

  • Joseph Gorgone

    Ciao Grande Simone, Eroe dei nostri giorni. Onore a Te e tutti quelli periti con Te.

  • Fernando Antonio Toma

    GRAZIE AL SERVIZIO NAZIONALE E AI VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILE CHE OPERARONO PER IL RIPRISTINO NEI LUOGHI COLPITI DALL’ALLUVIONE,,!!

  • Pier Luigi Dettori

    Ciao Fernando ma se in Italia non ci fossero i volontari come saremo messi? Un saluto

  • Fernando Antonio Toma

    Molto male credimi Luigi lo so bene perchè ho operato per tantissimi anni nella Protezione Civile … ed sono un validissimo aiuto .!!!

  • Pier Luigi Dettori

    Lo so Fernando anche se ti conosco solo per via fb sin dall’inizio ho capito che pasta sei fatto Intelligente ECC.. ECC.. pronto ad aiutare tutti, UNA BRAVISSIMA PERSONA ANCHE IO HO FATO IL VOLONTARIO NELL’AMBITO DELLA SANITA’ (118 COME VOLONTARIO QUANDO SMONTAVO DAL SERVIZIO (INF: PROF. GRAZIE LA MARINA) ANCHE SE MOLTI COLLEGHI/E MI DICEVANO CHI TE LO FA FARE, MA IO LO FACEVO CON VERO SPIRITO DI VOLONTARIATO POI SONO PASSATO AL VOLONTARIATO “SILENZIOSO” (GRATIS) ANDAVO A FARE I PRELIEVI A QUALCHE PERSONA CON MALATTIE ONCOLOGICHE CHE NON POTEVANO ANDARE A FARE LA FILA (UNA DELLE COSE) A CASA ALLE 5.30 DEL MATTINO PERCHE’ ALLE 6.30 DOVEVO ESSERE DI SERVIZIO E NON ME NE SONO MAI PENTITO AL CONTRARIO MI HANNO MATURATO ANCORA DI PIU’ UN SALUTO

  • Fernando Antonio Toma

    Fernando Antonio Toma Ciao Pier Luigi ti fa sentire sicuramente meglio e ti aiuta a crescere .. un saluto!!!

  • ezio vinciguerra

    ‎:-) potremmo mandare ANMIPRES con i rispettivi uffici stampa prendendo esempio di come si sono comportati sia per Simone sia per il raduno Nazionale. hahahahhahhaha

  • Fernando Antonio Toma

    ciao Ezio .. gli Uffici stampa sono stati dormienti e non solo quelli a mio parere ……. ma questi uffici oramai li tengono chiusi????? questi fatti lasciano in po di amaro in bocca …. si stava meglio quando si stava peggio ….. adesso e solo un gran casino!!!!

  • Elena Renga

    come si fa a dimenticare simone? E del suo viso stampato nella mente delle 8 persone che ha salvato

  • ezio vinciguerra

    … Già carissimi amici come si fa presto a dimentica in questo Paese. Un abbraccio per il sostegno e la solidarietà. Grazie.

  • Vincenzo Sanseverino

    FELICE DI ESSERE CON VOI 67V0584M VINCENZO SANSEVERINO – AUGURO A TUTTI UNA BUONA VITA

  • Sergio Rocchi

    Meglio tardi che mai ….. forse scriverò una mail direttamente a La Russa lamentando la sua totale mancanza ….. sono sicuro che la cestinerà; pero vorrei farlo ugualmente …. Ciao Sergio

  • ezio castorina

    Salve, sono ezio, e non ci conosciamo; ma l’unica cosa in comune che abbiamo è il gruppo di simone neri. Siccome sta x essere archiviato, ed è un peccato, dovremmo creare un po di movimento nel gruppo, anche con piccole frasi.. la cosa che le chiedo è di mandare dei messaggi simili agli amici del gruppo, almeno possiamo continuare a ricordare un Amico.. Un Eroe.. grazie.

  • ezio vinciguerra

    Ciao Ezio …abbiamo in comune tante cose il nome, la solidarietà, suppongo anche la co-regionalità ecc. e mi piace tantissimo questo.
    Ti ringrazio per il gentil pensiero
    P.s. con molte probabilità nel breve periodo o prima di Natale avevamo pensato di celebrare con i bambini dell’unica scuola di Giampilieri una giornata affinché niente cadi nell’oblio e, soprattutto, per alleviare (ma non è facile) il ricordo di quel tragico evento donando qualcosa proprio alla scuola. Ti faccio sapere.
    Ezio

  • ezio castorina

    Ciao ho 28 anni originario di messina ma residente in un comune della stessa provincia, ho conosciuto Simone sul Danaide, prestavamo servizio insieme. fantastico periodo, adesso lavoro in un bar nei pressi di milazzo.

  • ezio vinciguerra

    Mink …ancora coincidenze (io non ci credo) anch’io sono marinaio ed imbarcato sul Danaide…
    Nulla nasce per caso ma per LUI volere.
    Ti abbracciamo

  • Piero Ferraro

    ciao ezio sono contento di fare parte della schiera dei tuoi amici . a risentirci CIAO

  • Orlando Abaterusso

    EZIO NON SO’ COME RINGRAZIARTI PER QUESTE MERAVIGLIOSE PAGINE TI DICO SOLO UN GRAZIEEEEEEEEEEEEEE DI VERO ♥♥♥♥♥ UNA VOLTA MARINAI, MARINAI PER SEMPRE!!!

  • ezio vinciguerra

    Ciao Orlando sono io che ringrazio voi. Sono fermamente convinto che mi avete insegnato tanto ed io, dal vostro insegnamento, provo a correggere “difetti” in questa generazioni di marinai “globalizzati” che non hanno più la vocazione se non quella dei soldi.
    Marinai di una volta, marinai per sempre!

  • Orlando Abaterusso

    VERO E QUESTO MI RATTRISTA MOLTO CARISSIMO EZIO…..NON SAPRANNO MAI COSA VUOL DIRE MARINAI UNA VOLTA , MARINAI PER SEMPRE CON LA MENTE E CON IL CUORE….. CIAO!!

  • Giuseppino Granara Sciacca

    Nel ringraziarti con affetto del pensiero. Hai iniziato bene hai finito meglio il tuo versetto non ho altri aggettivi.Ti do’ un grande abbraccio e Ti saluto con SIMPATIA CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  • ezio vinciguerra

    Giuseppino carissimo, il futuro, luminoso e pieno d’amore, ti regali tutto ciò che desideri.
    Pancrazio “Ezio” Vinciguerra
    P.s. Una volta marinai, marinai per sempre!

    Grazie per avere letto dall’inizio alla fine

  • Vincenzo Sanseverino

    GRANDE SIMONE , CHE POSSA VIVERE SEMPRE PERCHE’ UN UOMO MUORE VERAMENTE QUANDO TUTTI LO DIMENTICANO.

  • Vito Rotondi

    veramente vergognoso ciò che è accaduto per la famiglia di Pasquale Neri.Dovremmo sollevare una protesta ininterrotta fino a che non venga ovviato tale malfattura

  • ezio vinciguerra

    Carissimo Ammiraglio, ma cosa ci sta succedendo?
    -Profanazione del monumento del corso Invicti… il sito ufficiale tace;
    -Morte del C.F. Francesco Cossiga nonché padre del nostro Sottosegretario di Stato… il sito ufficiale tace;
    – consegna il 10 giugno u.s. delle medaglie al merito di Marina (Maristaeli e la Sensini) e si perde l’occasione per consegnare la medaglia al merito di Marina “alla memoria” a Simone Neri …il sito ufficiale e i Ministeri tacciono ma ancor più grave i familiari apprendono la notizia dal web e dai Tg locali nessuna comunicazione ufficiale
    – raduno nazionale A.N.M.I. a Gaeta passato in sordina (leggasi protesta del sindaco al governo per non essere presente)
    Ho il cuore spezzato dal dolore ed il fisico a pezzi per quello che è successo e non solo per Simone.
    Lei, Signore dei Mari, comprenderà…
    La prego, se ancora in servizio, di parlarne a chi di competenza
    Pancrazio “Ezio” Vinciguerra
    Una volta marinai, marinai per sempre!

  • Vito Rotondi

    solleverò le nostre sentite proteste per questa mancanza di attenzione che non si addice alla nostra educazione e al nostro modo di sentire. .Anche se sono ancora richiamato ne tratterò con chi potrà ascoltarci. Noi non siamo abituati a vergognarci delle nostre cose ;ne facciamo sempre un uso discreto senza fanfare nè trombe ma sui principi fondamentali ci teniamo particolarmente specie per i Marinai per Sempre e questo è il caso .

  • ezio vinciguerra

    Carissimo Ammiraglio,
    grazie per il suo sentito interessamento.
    Gli anziani pescatori dove sono cresciuto dicevano:
    “Le triglie parlano con le triglie e le alici con le alici”.
    Questo insegnamento l’ho sempre rispettato e l’ho fatto rispettare ai subalterni (specie nelle discussioni in cui ho fatto parte della Rappresentanza Militare e allo Stato Maggiore).
    Sono d’accordo con Lei a non vergognarci delle nostre cose e sono sicurissimo che saprà trovare le parole giuste per ovviare a questa chiamiamola “dimenticanza estiva”.
    Se mi è consentito vorrei permettermi di suggerirLe che la prima data utile a questo punto sarebbe la solennità della Santa Barbara a Roma poi si andrebbe troppo in là…
    Sono sicuro che in quell’occasione, alla presenza dei marinai in servizio ed in quiescenza, renderemo i dovuti onori ai marinai come “Simone” e agli appartenenti A.N.M.I. (qualcuno che ha fatto la guerra è ancora in vita) e ai loro parenti.
    Dopodiché mi taccio.
    Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

  • Vito Rotondi

    Sara’ nostra cura usare con la dovuta discrezione la solennità della Nostra Patrona per illuminare le menti ad una maggiore attenzione verso le cose più naturali ed ovvie . Cari saluti e a presto risentirci. Vito Rotondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *